Home
 
Una cartolina da Cossoine : 1 a 0! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Giovedì 09 Aprile 2009 15:07

di Alessandro Farris
con la collaborazione di Matthew Donadu

Cossoine, Campo Sportivo Comunale "F. Nurra", Domenica  5 Aprile 2009

L'undici di Falchi, contro una delle migliori formazioni di questo campionato, sfodera una grandissima prestazione, approfittando appieno del turno di riposo degli amici di Benetutti. Il centrocampo, rivitalizzato dall'entusiasmante prova offerta contro l'Anela, specie nella seconda frazione ha fatto la parte del leone, contrastando efficacemente la mediana avversaria e ripartendo con veloci verticalizzazioni. L'attacco, con il solito bomber Biddau in rete, ha evidenziato le lacune della difesa del Cossoine con il movimento, senza palla e con, per tutto l'arco dei novanta minuti, producendo palle-goal a raffica.


Una menzione "Honoris Causa" è doverosa al reparto arretrato che, in difficoltà per lo strapotere fisico delle punte, anche oggi si è disimpegnato alla grande; "saracinesca" Brundu (man of the match, tutti gli addetti ai lavori erano concordi) ha avuto modo di mostrare tutta la sua classe e tecnica in alcuni interventi a dir poco decisivi. In particolare, un intervento prodigioso, su un colpo di testa a botta sicura della punta del Cossoine, ha strozzato in gola l'urlo di gioia dei tifosi locali, e soprattutto degli sparuti gufacei benetuttesi (parenti stretti dei gufacei nostrani); fatto che invece ha reso felice la numerosa rappresentanza di tifoseria biancoceleste e tutta la dirigenza (oltre che noi, ovviamente!).

La formazione

S.C. Chiaramonti: 1 Giovanni Brundu, 2 Alessandro Farris, 3 Gabriele Sini, 4 Luca Lumbardu, 5 Beniamino Oggiano, 6 Eugenio Brunu, 7 Marco Biddau, 8 Danilo Sanna, 9 Christian Mura, 10 Manuel Brunu, 11 Giuseppe Solinas.
A disposizione:  Manuel Accorrà, Gabriele Gentili, Marco Migoni, Carlo Pinna, Oscar Soma, Sandro Satta, Ivano Falchi.
Allenatore: Gian Battista Busellu.

La partita

A circa seicento metri sul livello del mare, sul suo terreno, il Cossoine, oggi con la consueta maglia verde a bande verticali rosse, ospita il Chiaramonti. Il freddo, consequenziale all'altezza relativa e alle non ottime condizioni meteorologiche, è tagliente e forti folate di vento attraversano il campo per la sua lunghezza. Al lancio della monetina si presenta capitan Solinas; la sorte assegna il campo a sfavore di vento ai biancocelesti.

Pronti-via ed è subito il Chiaramonti all'arrembaggio. Al 4' Oggiano ci prova dal limite dell'area, ma la palla passa abbondantemente sopra la traversa. Il Cossoine sembra contratto in questi primi minuti e gli anglonesi premono, senza però produrre evidenti azioni pericolose. Al 14', con un calcio di punizione, battuto vicino al lato corto dell'area di rigore sinistra, inizia la battaglia aerea tra i "watussi" attaccanti locali e la difesa del Chiaramonti. Il tiro è tagliato e potente per la testa del n. 11, ma super Brundu, con l'aiuto del palo neutralizza in due tempi.

Mister Busellu, dopo questo miracolo del nostro portierone inizia a sbraitare dalla panchina, le orecchie di Nino ne pagano le conseguenze e i barbagianni al seguito, di varia provenienza, si mangiano le mani. Al 20' una bella triangolazione tra Mura e Biddau termina con un passaggio a Brunu, smarcato al vertice dell'area, ma la sua conclusione, a causa del pressing dei difensori, non preoccupa il portiere Cossoinese.

Il gioco ora risulta spezzettato, il direttore di gara interviene per numerose simulazioni dei centrocampisti locali alla ricerca di calci di punizione, da posizione pericolosa, per continuare la battaglia aerea degli emuli di Baracca n. 7 e n. 10. Solinas oggi è letteralmente bloccato dal forte n. 3 del Cossoine, disimpegnandosi però molto bene in fase di contenimento. Al 40' il n. 7, liberatosi dalla marcatura, riesce a colpire di testa in equilibrio precario, ma Brundu non si fa sorprendere. Al 44' una sassata, ancora da calcio da fermo, viene scagliata contro la porta biancoceleste e di nuovo Brundu neutralizza con una paratona.

Il secondo tempo vede gli anglonesi a favore di vento e il forcing ora è tutto di marca biancoceleste. Da segnalare la sostituzione di Brunu Manuel per Falchi. Al 10' una bella discesa sulla fascia destra di Solinas viene premiata, dai compagni di squadra, con una palla a un metro dalla linea di porta, da spingere dentro. Il nostro tornante, probabilmente intimorito dall'uscita "kamikaze" del portiere, sbaglia clamorosamente centrando in pieno quest'ultimo. Al 15' l'azione partita. Sini serve alla perfezione Falchi che, con un astuto colpo di testa all'indietro, smarca a sua volta Biddau. La freddezza di fronte alla porta è quella di sempre e il pallone passa alla sinistra del portiere, terminando in fondo al sacco: 1 - 0!

Il Chiaramonti continua a pressare alla ricerca del goal del raddoppio. Al 20' Sini si libera alla grande all'interno dell'area e, da posizione invitante, tenta un improbabile tiro a giro, alla Del Piero per intenderci, spedendo il pallone alto sulla traversa. Il centrocampo ora domina la scena e Oggiano fa letteralmente "ballare la samba" agli avversari. Che, sempre in ritardo, quando non vengono dribblati, atterrano il nostro mediano.

Al 35' è Mura che sfonda sulla fascia e si libera al tiro, ma il portiere è ben posizionato e para agevolmente. Un minuto dopo, Falchi approfitta della sbagliata tattica del fuorigioco della difesa del Cossoine e si invola tutto solo verso la porta. A tu per tu col portiere, con una finta si libera e conclude, ma il suo tiro si infrange sullo stesso portiere già seduto, che non perde assolutamente tempo a ringraziare alcuno e abbranca il pallone.

Al 40' la perla della partita. Oggiano, dal limite dell'area biancoceleste, vede il portiere avversario fuori dai pali e tira un missile da 60 metri; l'estremo difensore del Cossoine recupera la posizione e si salva. I rossoverdi tentano un inutile assalto finale alla ricerca del pareggio, producendo solo corner dall'esito negativo.

Dopo ben 5' di recupero, termina l'incontro. L'ennesimo boccone amaro mandato giù dai "pindacci in trasferta".

Avanti!

 

Le fotografie della partita e della galleria sono di Micky Harris, che ringraziamo.

Per entrare nella nostra galleria di foto, cliccare qui.

Ultimo aggiornamento Domenica 04 Ottobre 2009 10:04
 
Commenti (1)
100 €
1 Giovedì 09 Aprile 2009 23:37
giov.brundu
Caro Farris per tutti questi elogi ti avevo detto che ti davo 100 €... scherzavo ho dovuto darli a Beniamino per lo specchietto... ciao amico mio di damigiana...

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):