Home
 
Anghelu Maria Soddu: note autobiografiche - parte 1a PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 14
ScarsoOttimo 
Martedì 14 Luglio 2009 12:35

Dobbiamo alla cortesia di Giovanni Soro, che ringraziamo, la disponibilità di un libretto, pubblicato a Sassari nel 1923, relativo a un poema in limba di un nostro compaesano: Anghelu Maria Soddu. L'opera ha per titolo "Su calendariu Sardu" e narra le vicende vissute dall'autore, le emozioni e i sentimenti che hanno agitato l'animo di un giovane soldato, chiamato a combattere una guerra sanguinosa che ha provocato la morte di migliaia e migliaia di "ragazzi". Molti dei quali sardi; i più in forza alla gloriosa "Brigata Sassari". 

Di seguito, la prima parte dell'opera, che si apre con una scheda autobiografica dell'autore. A breve, pubblicheremo, in successione, l'intero poema in ottave, suddiviso in quattro "cantigos".

Siamo grati anche a Rosalia Soddu Montesu, nipote dell'autore, per averci messo a disposizione i ritratti dei propri nonni paterni.

Ma chi era Anghelu Maria Soddu? Per saperne di più, anche in relazione all'attualità, cliccare qui. (c.p.)

 

Anghelu Maria Soddu: SU CALENDARIU SARDU
Sistemadu in chimbe cantigos e duas breves e isattas spiegassiones istoricas cuntenet duttrina e istruzione pro sos omines civiles.
Su Calendariu Sardu bos incittat a cumbattere e a binchere sas battaglias de sa vida onorada.
Sassari, Tip. Ubaldo Satta - 1923
**********

Io sottoscritto  Soddu  Angelo  Maria,  fu  Giovanni e fu Lombardi Antonina nato Chiaramonti nell' Aprile 1879, di professione contadino. Fui chiamuto sotto le armi in terza categoria il 15 Maggio 1916 ed aggregato alla Centuria 564 al n. 2646 di matricola ed inviato nel Carso e dintorni per i lavori di camminamenti e di trincea, di ricovero, reticolati ed altre opere di difesa di guerra.

Il 17 Febbraio 1917 mobilizzato e dopo breve istruzione militare venni aggregato al 262° Regg. Fanteria, Brigata Elba, col quale presi parte ai sanguinosi combattimenti del Vodige, Monte Cuco, Bainsiza e San Gabriele. Il 18 Settembre venni trasferito alla Brigala Sassari nel ricambio di soldati fra brigata e brigata... a continuare cun sos frades sardos sos tormentosos sagrifizios de sa triste ritirada e poi a sa rispinta a Monte Valbella et a Coldirosso et a sa resistenzia in su Piave in faccia a sos atroces isbarramentos inimigos fìnzas a sa commemorazione annuale de Caporetto, nostra vittoria, su deghe de maju millinoighentosdegheotto.

Da-e su prinzipiu de sos fisicos misterios Anghelu si determinesit cuntemplende a faghere una sacrosante promissa; pienu de dolore e de amore patriotticu e forte de coraggiu e isperanzia cun desideriu de annanghere una pagina a s'istoria ottenzende unu cungedu de libertade italiana a s'ora de mi occupare a manifestare sa mia debile musa e a nde iscriere unu volumine de versos limitados pro ricordu esemplare de su passadu e dottrina istruttiva de su venturu. E oe arrivadu a ottenner sa provvidenzia tantu e tantu disizada da-e su settimu battaglione de sa Brigata Sassari vintotto de Nadale de su millinoighentos e degheotto.

Ansiosu ringrazio aterettantu a chie m'illuminat e mi sustenet chi mi hat salvadu da-e sos pius fisicos e offensivos azzidentes, oe mi provedo sa limba cun s'assistenzia infinita de unu marteddu de currezione e dò iniziu energicu a battere subra sas testas de currezione, de modughì sentana e risentana su dolore e timore de su colpu  pesante  fisicu e morale proghì dogni umanu si pentat e ripentat de su peccadu, causa de su male.

E si esprimo de bona voluntade a m'istabilire in sa giusta e diretta pacifica vida mundana de modughì ogni  omine devotu arrivadu a s'ultimu puntu de sa vida rendat su corpus a sa comune terra e-i s'ispiritu a s'attuale ispiritu comune applichendesi a unu dulche e pacificu reposu o non in d'unu delliriu de sonnos insultantes, risuscito da-e s'ultimu puntu de sa vida e attendo a leare sa paraula in poesia in limba sarda logudoresa.

1.  - continua

Ultimo aggiornamento Sabato 05 Settembre 2009 18:56
 
Commenti (1)
Su Calendariu Sardu
1 Lunedì 06 Maggio 2013 10:34
Luca Federico Broggio
Buongiorno, sono il marito di Aurelia Stella Soddu, anch'ella nipote dell'autore. Più che un commento, volevo informarvi che ho avviato un lavoro di traduzione dell'opera in questione. Mi farebbe piacere essere contattato al fine di conoscere un eventuale vostro interesse in merito.

In attesa di un vs riscontro porgo i saluti.

Dott. Luca F. Broggio

---


Nel ringraziarla per la segnalazione, le comunichiamo che, se lei vorrà, saremo lieti di pubblicare il suo lavoro.

Saluti cordiali. (c.p.)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):