Home » Chiaramontesi lontani » Festa di Maggio italiana (e sarda) a Mons

Immagini del paese

Castello 13.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7157161

Notizie del giorno

 
Festa di Maggio italiana (e sarda) a Mons PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Domenica 03 Maggio 2009 21:38

Festa grande a Mons (Belgio), ideata, promossa e organizzata dalla Pro Loco chiaramontese. I circoli Sardi di quella città e del Borinage hanno offerto la loro collaborazione per tutte le attività di supporto. La manifestazione, volta a promuovere la conoscenza della Sardegna e delle sue tradizioni, si terrà a metà Maggio e vedrà la partecipazione degli emigrati sardi domiciliati in quel territorio, oltre che di una delegazione di circa centotrenta persone provenienti da Chiaramonti.


Nella circostanza, saranno anche ricordati i sardi deceduti in miniera, fra i quali figurano alcuni chiaramontesi. Della delegazione, guidata dal presidente della Pro Loco Alessandro Unali, faranno parte, fra gli altri, il sindaco di Chiaramonti Giancarlo Cossu, il parroco don Virgilio Businco e il presidente della Provincia di Sassari Alessandra Giudici, sponsor della manifestazione.

Ci saranno pure i volontari e i cuochi provetti della Pro Loco, che presenteranno in terra belga le specialità e i sapori nostrani, il cantautore Franco Sechi, il gruppo folk “Santu Matheu”, il coro “Sos Apostulos” e il coro parrocchiale femminile.

La mattinata di Sabato 16 sarà dedicata alla festa dell’Esercito italiano. Una grande manifestazione, con l’allestimento di stand regionali, si svolgerà nella base NATO di Maisières. Qui operano circa quindicimila militari appartenenti a una ventina di nazioni. Nella circostanza ci sarà un momento d’incontro del sindaco Cossu e del presidente Giudici con le autorità omologhe della provincia di Hainaut e del comune di Mons..

Nel pomeriggio ci sarà la cerimonia commemorativa dei caduti in occasione della catastrofe della miniera di Lambrechies (Quaregnon-Pâturages), dove persero la vita decine di lavoratori italiani. In particolare, i chiaramontesi ricorderanno due compaesani scomparsi in incidenti sul lavoro nei primi anni Cinquanta del Novecento: Giuseppe Caccioni e Pietro Canu.

Nella mattinata di Domenica, sarà celebrata una messa solenne nella cattedrale di Mons cantata da “Sos Apostulos” e dal coro femminile. Saranno pure presenti i ballerini del gruppo folk “Santu Matheu” con i loro costumi dai colori sgargianti.

Al termine, pranzo collettivo presso la miniera abbandonata del “Site du Levant” con menu tipico sardo, preparato dai bravi cuochi della Pro Loco di Chiaramonti. Se il tempo lo permetterà, si mangerà all’aperto. Diversamente si provvederà a ospitare i partecipanti in un ampio locale della zona. Qui ci sarà pure l’esibizione di Franco Sechi, dei gruppi folk “Su Nuraghe”, emanazione del circolo omonimo di Flénu, e “Santu Matheu”.

Per la partecipazione al pranzo sarà richiesto un ticket di 20 €. Per ulteriori e più dettagliate informazioni, ci si può rivolgere alla Pro Loco di Chiaramonti, telefonando ad Alessandro Unali (3489158653), oppure ai presidenti dei due circolo sardi che collaborano per l'organizzazione dell’evento:
•    a Mons, Ottavio Soddu tel. 0472/011077, oppure chiamando direttamente il circolo “Su Nuraghe”, tel. 065/885830 - 065/88055, E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
•    a Hornu, "Sardi nel Borinage", Carlo Murgia, tel. 0478/474706 - 065/779913; oppure chiamando direttamente quel circolo, tel. 065/777158 - E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 30 Novembre 2017 10:11
 
Commenti (1)
Buon viaggio
1 Lunedì 04 Maggio 2009 01:34
L. Nanda Scanu
Mi rendo conto, visitando il sito, quando posso, che Chiaramonti si sta muovendo grazie alla volontà della Proloco, del Comune e delle persone che hanno voglia di fare. Esportare le nostre tradizioni come in questo caso,in ballo e musica, è cosa bella e interessante. In un periodo di crisi, il “movimento” aiuta a dimenticare. E’ da evidenziare il grande contributo che proviene dai Chiaramontesi emigrati all’estero, il Circolo Sardo in Belgio è molto attivo.


Io purtroppo sono fuori dal giro delle tradizioni, anche se non nascondo che mi sarebbe piaciuto organizzare qualche serata per il mio paese, ma in questo settore, purtroppo, non ho contatti. Tempo addietro, avevo chiesto a Carlo di organizzare un bel viaggio con i Chiaramontesi in Inghilterra, verrei volentieri anch’io, fine settembre per me sarebbe l’ideale. Aspetto notizie.


Buon viaggio ai 130 compaesani in partenza e un caro saluto a tutti.


L. Nanda Scanu /Roma

---

Grazie! Ovviamente, riferiremo compiutamente della trasferta a Mons e dintorni. Piacerebbe anche a noi tornare a Londra, metropoli stupenda, dove il passato e il futuro si sposano in un equilibrio da noi sconosciuto. Organizzarvi una puntatina? Chissà! Sarebbe bello. Ci penseremo. Frattanto, saluti. c.p.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):