Home » Commenti agli articoli » Lista » una rondine...

Immagini del paese

Chiaramonti Sos Pinos anni '20.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 9417732

Notizie del giorno

 
una rondine...
Scritto da Claudio Coda   
Domenica 05 Luglio 2009 21:56

 

Non ci posso credere!
Una rondine non fa primavera, cento storni ci cac.. addosso.

 

A Roma in p.zza S. Pietro, se eliminassero il colonnato del Bernini, rimarrebbe pur sempre la Basilica e il Papa, o vicerversa. A Cagliari in piazza Yenne, eliminando la statua di Carlo Felice, rimarrebbero a contorno discreti palazzi. A Sassari in piazza d'Italia, eliminando il monumento a V. Emanuele, rimarrebbero il Palazzo Provinciale, il Palazzo Giordano, contornati da altri edifici di interesse architettonico. L'occhio dell'osservatore avrebbe sempre un'alternativa.
A Chiaramonti, arrivando in centro, dai due sensi di marcia, si rimane colpiti (espressione usata da visitatori) dal fazzoletto di terra con grandi alberi che paiono delle sculture. Questo abbiamo! Ora immaginiamo un attimo il giardino senza questi. Lo sguardo dell'osservatore (per natura va per l'immagine preminente tra tante) dove andrebbe a parare? Sugli ombrelloni per gli avventori dei locali pubblici; su auto costantemente in sosta selvaggia; su macchinette spara sigarette; su inferriate appiattite sugli edifici; su fioriere rinsecchite; su serramenti in alluminio; su scatole refrigeranti appese ai muri; su restauri non restauri; su muretti costasmeraldini prima maniera.
No! Teniamoci gli alberi! Distoglierebbero l'occhio attento del visitatore, continuerebbero a rendere onore ai nostri Caduti, darebbero frescura al caldo estivo. E' vero! Nessuna Amministrazione passata ha avuto idea di abbatterli, tranne la realizzazione della propria vasca per pesci. Ad ognuna la sua. Auguriamoci che i boatos siano solo ragli dell'asino che non arrivano in cielo; al massimo potebbero cambiare la bagnarola acquatica, per pareggiare con le precedenti Amministrazioni.
Confido nella "prudentia" del nostro caro Sindaco e dei Suoi stretti Collaboratori. Ho detto la mia. Cordialmente, Claudio Coda.

 
Questo è un commento di "Non abbattete quei pini: sono monumenti"