Home » Archivio - Chiaramonti Notizie » Comune » La maggioranza perde un pezzo

Immagini del paese

Chiaramonti panorama 9.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7418418

Notizie del giorno

 
La maggioranza perde un pezzo PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 27
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Lunedì 06 Luglio 2009 11:36
Il consigliere Toruccio Sotgiu lascia il gruppo per disaccordi

Chiedo, per ragioni di trasparenza, una risposta scritta (entro i prossimi cinque giorni) circa la ragioni che hanno indotto il consigliere Salvatore Sotgiu (noto Toruccio) ad abbandonare il gruppo di maggioranza. Questo, in sintesi, il succo della richiesta che Gavino Pinna, capo dell’opposizione, ha inviato stamani al sindaco.

In particolare, Pinna chiede di avere copia della nota con la quale lo stesso Sotgiu ha comunicato al sindaco e al proprio capo gruppo detta decisione. Che, sicuramente, non è stata indolore. La lettera di Sotgiu è datata oltre un mese fa; ma la notizia è trapelata da qualche giorno soltanto. Il sindaco, o chi per lui, s’è ben guardato dal darne notizia alla comunità. Quasi si trattasse di un segreto di stato.

L’interessato fa sapere, a chi glie ne chiede conto, di avere lasciato il proprio gruppo perché non è per niente d’accordo con lo stile amministrativo di questa giunta e con ciò che, finora, sindaco e assessori, hanno fatto. O meglio, per quello che non hanno fatto, in relazione al manifesto elettorale col quale si erano presentati alle elezioni due anni fa.

In particolare, sottolinea Sotgiu, il paese è abbandonato a se stesso, è sporco, in disordine, privo di una sia pur minima traccia di segnaletica stradale orizzontale. Non c’è un solo fiore nel giardino pubblico, né in quella specie di laccheddos che si vogliono far passare per aiuole. Infine, ed è quello che gli preme di più, Sotgiu punta il dito sulla trasparenza. Termine sconosciuto al sindaco e ai suoi assessori.

Il Comune ha un sito internet, è vero. Ma è desolatamente vuoto di contenuti. Nessuno ha mai provveduto ad aggiornarlo. A dispetto delle spese sostenute per realizzarlo e di quelle necessarie per mantenerne attivo il dominio. Soldi sprecati inutilmente per un servizio non reso ai cittadini. Alla faccia delle dichiarazioni pomposamente illustrate nel programma elettorale. Del sito internet del Comune ci siamo già occupati, tempo fa. Ma inutilmente.

Toruccio Sotgiu, sottufficiale della Marina a riposo (ha girato il mondo a bordo della nave scuola “Amerigo Vespucci”), non dice di più. Non vuole. Non gli pare opportuno. È persona riservata e di poche parole. E, fino all’altro ieri, è stato l’ombra del sindaco. Che, nelle sue rare apparizioni per le strade del paese, lo aveva sempre al suo fianco.

Che accade nella Casa comunale? Altri boatos inducono a rappresentare una giunta municipale che si muove in un contesto di conflittualità interna ormai non più contenibile entro le mura domestiche. Gli assessori in giro sono loquaci. Lasciano intendere che, per incompatibilità di carattere e non solo, i rapporti interni si sono alquanto deteriorati. Non mancano le dispute da ballatoio. Un po’ come si fa tra comari. Insomma, un clima da basso impero.

Attendiamo con interesse la risposta del sindaco. Se mai ci sarà. E se sarà resa pubblica.
Ultimo aggiornamento Domenica 12 Luglio 2009 18:33
 
Commenti (1)
Marinai
1 Lunedì 06 Luglio 2009 13:50
Marco Sanna
Quando la barca inizia a fare acqua da troppe parti, di solito il marinaio si trova al bivio:
1. si cerca di tamponare le falle; oppure
2. si prende la scialuppa di salvataggio e si salutano i compagni.
E' possibile sapere che incarico ricopriva il Sig. Sotgiu nella maggioranza?
Grazie. Saluti.
---
Per quanto ne sappiamo, Toruccio Sotgiu non aveva incarichi in giunta. Pare che il sindaco gli avesse rilasciato una sorta di delega inerente al decoro urbano. Al che, sostiene l'interessato, non ha potuto provvedere perché chi di dovere non ha recepito le sue iniziative in materia, nè dato ascolto ai suoi suggerimenti. Questo è quanto possiamo dire. Di tutto ciò, ovviamente, nel sito del Comune non si parla. Auspichiamo che il sindaco, nel rispondere all'interrogazione della minoranza, sia più esplicito ed esaustivo. c.p.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):