Home » Commenti agli articoli » Lista » Tagliare i pini

Immagini del paese

Castello 25.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 8195921

Notizie del giorno

 
Tagliare i pini
Scritto da Tore Patatu   
Venerdì 10 Luglio 2009 08:21

Mi riferisco al commento di Gian Mario Ruiu, col quale spiega i vantaggi che si otterrebbero nel tagliare i famosissimi pini. Ne dimentica, però, uno e non di lieve importanza. Col taglio dei pini, infatti, la nostra giunta potrebbe concorrere al Premio Attila che viene assegnato annualmente dal circolo di Legambiente di Gallarate, a chi si distingue per aver provocato danno grave all'ambiente. L'anno scorso è stato assegnato al sindaco di Gallarate Nicola Mucci. Ma la giuria aveva votato all'unanimità di assegnarlo anche all'ex assessore di Roma Simeoni che aveva fatto costruire una rotatoria, limitando lo spazio del prato verde, in Piazza Risorgimento. Qualcuno, nell'occasione, per accontentare più concorrenti, propose l'istituzione del premio Gargamella, noto personaggio dei fumetti, "famoso per le sue trovate ed invenzioni estemporanee che inevitabilmente non raggiungono gli obiettivi prefissati". Vincere uno di questi premi, per la nostra giunta, e per i chiaramontesi, non sarebbe male. Chiaramonti salterebbe agli onori della cronaca nazionale. E così, al "Chiaramonti ladro", si aggiungerebbe "Chiaramonti barbaro". Era ora di cambiare appellativo. Che ne dite?
Se può servire, per aiutare a riflettere, vorrei ricordare quanto scalpore e quanta indignazione destò nei chiaramontesi il taglio dell'albero da parte dell'ANAS nella zona di Litu. Si trattava di un solo albero, non di tre. E non era neanche storico. Allora la popolazione insorse a tal punto che qualcuno aveva manifestato propositi di vendetta (Eh i vecchi chiaramontesi di una volta) nei confronti dei responsabili. Io, che allora ero sindaco, pretesi ed ottenni una lettera di scuse da parte dell'ideatore del progetto e dei dirigenti dell'ANAS, che è conservata ancora agli atti del comune o, almeno, lo spero.
"Meditate, gente... meditate..."

 
Questo è un commento di "Ecco il giardino orfano dei tre pini"