Home » Limba Sarda » Coro "Tzaramonte" » Non più “Sos Apostulos” ma “Coro de Tzaramonte”

Immagini del paese

Chiesa Cunventu 6.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6874074

Notizie del giorno

 
Non più “Sos Apostulos” ma “Coro de Tzaramonte” PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Venerdì 04 Dicembre 2009 01:01

 

Il coro polifonico "Sos Apostulos" cambia nome: ora si chiama "Coro de Tzaramonte". La nuova denominazione, operata per decisione unanime dei componenti, risponde meglio alle esigenze del gruppo e alle finalità che questo si propone di conseguire.

Un tocco di laicità che, senza nulla togliere al marchio di origine, tutto religioso, vuole marcare visivamente l’operato dei due sodalizi: la confraternita e il coro.

 

Come i lettori ricorderanno, il coro si costituisce all’interno della rinata confraternita Santa Croce. Che, fra gli altri compiti, assume l’impegno di far rivivere un’associazione che si credeva ormai morta e sepolta. La confraternita, in passato, prendeva parte alle funzioni religiose più importanti; segnatamente a quelle della Settimana Santa. Accompagnandole anche col canto dei salmi e delle orazioni.

Dal canto corale spontaneo a quello organizzato e diretto da un maestro, per i nuovi confratelli il passo è breve. Ed ecco che nel 2005 si costituisce il coro “Sos Apostulos”. I cui componenti, in prima battuta, sono anche membri della confraternita. Successivamente, entrano nel gruppo voci nuove. È bene specificare che non tutti i nuovi arrivati vestono anche il saio, limitandosi essi a partecipare alle sole attività del coro.

Da qui l’esigenza di tracciare una linea di demarcazione fra gli scopi e le finalità dei due sodalizi. Pertanto, su proposta del presidente Vanni Manchia e con l’accordo di tutti, si decide di separare le due associazioni: la confraternita di Santa Croce, presieduta dal giovane Stefano Manchia, ha compiti di carattere eminentemente religioso. Il coro, presieduto da Vanni Manchia, continua a cantare in chiesa e altrove, ma assumendo un nuovo nome: “Coro de Tzaramonte”.

La bacchetta della direzione artistica resta ancora nelle mani di Salvatore Moraccini.

Ora il coro dispone anche di un sito internet, che si può visitare cliccando sul link www.corodetzaramonte.com.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Dicembre 2009 01:14
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):