Home » Limba Sarda » Patatu Salvatore » Tore Patatu e Paolo Pulina: Dialogo in poesia

Immagini del paese

castello10.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6351622

Notizie del giorno

 
Tore Patatu e Paolo Pulina: Dialogo in poesia PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 23
ScarsoOttimo 
Martedì 29 Dicembre 2009 14:26


Pubblichiamo il dialogo a distanza sviluppatorsi nei giorni scorsi fra Tore Patatu e Paolo Pulina. Dialogo singolare perchè svolto in versi e in più lingue. Segnatamente in sardo logudorese e in italiano.

Paolo Pulina e Tore Patatu, ploaghese il primo, chiaramontese il secondo, sono due vecchie conoscenze dei nostri lettori. (c.p.)

“Tore Patatu – scrive Pulina - è affermato scrittore e poeta in lingua sarda. Per gli auguri di fine anno, come sanno anche i frequentatori di questo sito, è immancabile un suo contributo in versi in limba”.

"Ai suoi versi di speranza riferiti al 2009 e al 2010 - prosegue il ploaghese Paolo Pulina - dichiaro apertamente la mia ammirazione per la presenza culturale (specialmente nel web) di Tore e del fratello Carlo e di altre famiglie "culturali" (Tedde, Soddu) originarie di Chiaramonti".

---

Tore Patatu: Isperende ch’in su 2009

 

Ognunu epat bonu su tribagliu,

trigu bundante e bonu laore.

Atesu si tratenzat ogni isbagliu,

triunfen meritòrios paghe e amore.


Noellas bonas diat su tzaravagliu,

sa gioventude si fetat onore,

de sa salude s'inventet su cagliu,

su carrarmadu diventet tratore.


Chi sesset ogni òdiu, ogni cuntierra,

in sas domos non b'epat pius afannos,

ausentu epan su male e ogni gherra.


De intragnas malas perdemus sos pannos

sian totu frades sos fizos de sa Terra

campende allegros nessi pro chent'annos.

---

Paolo Pulina: Sperando che nel 2009

 

In sardo hai scritto graditi auguri,

con versi veramente limpidi e sicuri.

Anche se del sardo non si estingue

il mio sapere, ricorro ad altre lingue.

L'augurio è lo stesso comunque:

pace, salute, lavoro, ovunque.

A Sassari, a Pavia, a Chiaramonti, a Ploaghe,

speriamo d'esser forti come dei nuraghe!


E ancora:


Paolo Pulina: ammirassione pro sos Tzaramontesos dai unu de Piaghe

 

Custos tzaramontesos sun totu iscritores,

poetas, blogghistas, giornalistas;

a mie mi enint tristuras e malumores

ca cheria puru piaghesos in custas listas.


"Non ti preoccupes", narat Patatu

"nois puru semus de sàmbene piaghesu";

ma pro chi deo pota essere atatu

no mi bastat Soleandro "ligadu e presu".


E tando viva de Tzaramonte sa zente geniosa,

chi faghet de cognòmene Patatu, Tedde, Soddu;

totu persones de calidade meravigliosa

chi sa bertula de sa limba giughen a coddu.


B'at de isperare chi nessi in s'annu nou

sos amigos tzaramontesos siant imitados;

chi Piaghe torret a s'altesa de su nòmene sou

cun s'impignu de residentes e de emigrados.


E, per finire, Tore Patatu e Paolo Pulina augurano per il 2010

Bonu Annu Nou

Felice Anno Nuovo

A happy New Year

Pròspero Año Nuevo

Bonne Année

Ein Gutes Neues Jahr

---

Con piacere ci uniamo a loro due nel fare nostri gli auguri per l’anno che verrà. (c.p.)

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Gennaio 2010 22:31
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):