Home » Sport » Chiaramonti Calcio 2009/10 » Il Luogosanto strapazza Chiaramonti: 3-0

Immagini del paese

Castello 1930a.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 8214076

Notizie del giorno

 
Il Luogosanto strapazza Chiaramonti: 3-0 PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Domenica 07 Febbraio 2010 19:18

Con la collaborazione di Matthew Donadu

 

Altra trasferta amara per il Chiaramonti. Che si fa strapazzare duramente a Luogosanto, rimediando un tre a zero secco e perentorio. Il che pare ormai compromettere ogni possibile spiraglio di salvezza.

La partita, giocata dai locali con autorevolezza e spavalderia, poteva avere un epilogo ben più pesante per i ragazzi di Falchi. I quali hanno subito l'iniziativa dei galluresi dal primo all'ultimo minuto di gioco.

Al cospetto di una tribuna affollata di tifosi locali, si è svolto un incontro senza storia. Giocato da un Luogosanto particolarmente manovriero e abile nel disorientare i biancocelesti, del tutto privi di volontà e di mordente; quasi stregati dalle tre agili punte galluresi. Che si sono divertite a operare veloci quanto imprevedibili scambi di ruolo e di posizione sulle fasce laterali e su quella mediana del terreno di gioco.

Difesa, centro campo e attacco del Chiaramonti, di fatto, non c’erano. E se il passivo dell’incontro non è stato più marcato lo si deve a un paio di prodezze di Ruzzu e a certa distrazione dei ragazzi del Luogosanto. I quali hanno sciupato due occasioni per andare facilmente a rete al 40’ e al 42’ del primo tempo.

I locali sono andati in vantaggio al 25’ con Nicolai, a conclusione di un’azione travolgente sviluppata su un contropiede. Cinque minuti più tardi, hanno realizzato il raddoppio su un’azione fotocopia della precedente e conclusa brillantemente da Trudu. La terza rete è stata siglata da Lampioni al 65’. Anche in questo caso, al termine di altra bella incursione di contropiede. Condotta come da manuale.

Stupisce che l’allenatore, per l’intera durata dell’incontro, se ne sia stato letteralmente appollaiato e pressoché inattivo in panchina. Taciturno e apparentemente assente. Niente indicazioni o richiami ai giocatori in campo. Del che, in più di una occasione, ci sarebbe stato bisogno. Mah!

Sugli spalti, a fronte di una rappresentanza nutrita e chiassosa della tifoseria locale, i sostenitori del biancocelesti, tolti i dirigenti accompagnatori, erano poco meno di una mezza dozzina.

In classifica, stiamo sempre in fondo. Sempre più soli.

Le formazioni

Luogosanto: Fiori, Masu, Delogu, S. Filigheddu, Uscidda, Secchi (sostituito all'85' da Pileri), Pintus (dall'80' Sica), D. Gori (dal 55' A. Gori), Lampioni, Trudu, Nicolai.

Allenatore Mauro Filippi.

SC Chiaramonti: Luca Ruzzu, Alessandro Farris, Cristian Mura, Luca Lumbardu (dal 46' Manuel Brunu), Filippo Cossu, Eugenio Brunu, Paolo Fraoni, Danilo Sanna, Maurizio Lepori, Giuseppe Solinas (dal 55' Gian Martino Bianco), Filippo Marcis (dal 70' Gian Luca Sale).

Allenatore: Ivano Falchi.

Arbitro Benedetto Emanuele della Maddalena.

Riportiamo di seguito il commento settimanale sulle partite del girone G, firmato da Simone Dessì sull'Unione Sarda di Lunedì 8 Febbraio 2010 (pagina 44):

"Il Palau espugna il campo del San Giorgio Perfugas grazie anche alla tripletta di Barretta e tenta la fuga in testa al girone.

"L’Olbia 05, seconda in graduatoria, non va oltre il pareggio sul campo della Fulgor Sassari e scivola a meno tre dalla capolista, confermando un ruolino di marcia esterno non all’altezza di una pretendente alla promozione.

"Dopo la debacle della scorsa settimana, torna alla vittoria la Robur Sennori, che regola con un facile tre a zero una Frassati buona solo per un tempo.

"Quarta posizione per l’Ozieri 1984, che domina contro il Sennori: vittoria ipotecata con tre reti in mezz’ora (quattro a uno il finale).

"Stesso canovaccio per il LUogosanto. Che supera per tre a zero il Chiaramonti, affondato da due reti nei primi venti minuti.

"Il Tula espugna il campo dello Sporting Sorso, con le reti di Corda e Sotgia, e sale in decima posizione, anche in virtù del pareggio per uno a uno con il Chiaramonti nel recupero della tredicesima giornata giocato la settimana scorsa".


Tabella con risultati e classifiche pubblicata sulla Nuova Sardegna di Lunedì 8.02.10


 

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Febbraio 2010 11:54
 
Commenti (2)
Non prendiamoci troppo sul serio. E' solo un gioco.
2 Giovedì 11 Febbraio 2010 17:52
Gian Piero Unali
Lungi da me il voler far passare per vangelo quelle poche considerazioni che a suo tempo espressi in seguito ad una partita di campionato. Avevo ritenuto, CHIEDENDO PERMESSO E IN PUNTA DI PIEDI, di esprimere a mio parere, quello che il campo in quell'occasione aveva mostrato. Le mie considerazioni, inoltre, erano state rafforzate perchè a seguito di una partita del campionato Juniores OSCHIRESE - LAERRU, giocata ad Oschiri, avevo potuto constatare che alcuni ragazzi nati e residenti a Chiaramonti stavano giocando nella squadra Anglonese ospite. Oltretutto avevano fatto una bella gara.


Quindi non vedo perché un ragazzo Juniores 17/18 anni deve andare a giocare fuori quando invece avrebbe la possibilità quanto meno di esordire e giocare con la maglia del proprio paese. Si sa che la squadra Juniores è il serbatoio della prima squadra.


Non sono un signore trapiantato ad Oschiri, ma mi chiamo Gian Piero Unali e sono un chiaramontese DOC e certo non godo vedere la squadra del mio paese arrancare in fondo alla classifica. Do atto ai dirigenti del Chiaramonti dell’impegno e del tempo che dedicano al sociale (ho fatto anche io il dirigente e so quello che comporta), ma forse un pizzico di modestia non guasterebbe. Ascoltare le opinioni degli altri fa sempre bene e non bisogna sentirsi sempre dalla parte della ragione.


Traspare in tutte le risposte date dai dirigenti chiaramontesi un pizzico di arroganza, non sarà forse amico mio Eugenio Brunu che avete un po' la coda di paglia?


Forza Chiaramonti.
la mia opinione
1 Martedì 09 Febbraio 2010 22:47
Eugenio Brunu

uno può essere il più garbato possibile zio carlo... però sembra quasi che chi scrive goda nel commentare delle disgrazie altrui... ma è possibbile che sia tutto storto????? mah non credo.... tutti parlano dicono, come giusto che sia, siamo in democrazia (e non c'è cosa più bella delle disgrazie altrui)... però nessuno sa o dice o commenta la serietà con cui si fa tutto, o si prova a farlo... oppure pensate che quello che dice un signore trapiantato ad oschiri sia il vangelo???? magari anche noi avevamo pensato ai nostri giovani... però il nostro reporter si dimentica che per fortuna lavoriamo quasi tutti, e per noi è già un grosso impegno quello che stiamo fecendo e abbiamo fatto... comunque si va avanti, e stiamo già lavorando per questo... Chi mai avrebbe pensato di raggiungere il traguardo dell'anno scorso così subito? siamo stati catapultati in una reltà completamente diversa... tutto fa scuola... di certo la faccia la lasciamo bene in vista, sicuri della bontà delle azioni... e quando la barca affonda si rimane tutti su, che piaccia o non piaccia il capitano che la comanda.... siamo un gruppo di AMICI CHE CREDE IN QUEL CHE FA... scusate la lunghezza, ma era da un po' che avrei voluto scrivere ma evitavo... Cavolo un sorriso su quest'articolo ci fa proprio vedere il dispiacere di chi commenta... a presto... e sempre comunque forza CHIARAMONTI... da chi non ha più un ginocchio presentabile, per difendere la maglia che indossa...
---
Il discorso pacato e sereno, oltre che visibilmente accorato, di Eugenio Brunu merita comprensione e rispetto. Oltre che condivisione, fatta eccezione per una riserva sull'incipit. Ecco perché ci sentiamo in debito di una risposta più articolata, che pubblicheremo a breve. Anche per chiarire meglio il nostro atteggiamento nei confronti della squadra. Atteggiamento che, sicuramente per colpa nostra, non siamo riusciti a manifestare compiutamente e in modo chiaro. Grazie, comunque, per la testimonianza e auguri per il ginocchio. (c.p.)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):