Home » Sport » Chiaramonti Calcio 2009/10 » Chiaramonti condannato alla retrocessione

Immagini del paese

Castello 46.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 8444192

Notizie del giorno

 
Chiaramonti condannato alla retrocessione PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Domenica 25 Aprile 2010 18:38

Una sconfitta bruciante rimediata dai biancocelesti a Tula, che li batte 4 a zero

con la collaborazione di Matthew Donadu

Una batosta incredibile e senza attenuanti. E, di queste proporzioni, persino inattesa. Lasciarsi infilare in porta ben quattro palle, in una partita che doveva decidere della retrocessione, la dice lunga sul morale dei ragazzi di Saba. Ma anche sulla concentrazione con la quale essi hanno affrontato il Tula. Squadra peraltro non eccelsa. Una partita brutta, quindi. Di quelle cui non vorresti mai assistere.

Il portiere chiaramontese Luca Ruzzu, espulso nel secondo tempo per fallo commesso in danno dell'ultimo uomo, è stato poi sostituito da Manuel Accorrà. Che è entrato in campo grazie all'uscita di Gian Mario Serra disposta dall'allenatore.

Che dire di più? Niente. Lasciamo perdere e incominciamo a pensare alla prossima stagione. Il che, a questo punto, pare essere la cosa migliore da fare.

E mentre i chiaramontesi lasciano il campo mesti e rassegnati a una retrocessione che pareva potersi persino evitare, il Tula, grazie alla sconfitta rimediata a Palau dai sorsensi, si appresta a disputare con questi lo spareggio. Che deciderà chi dovrà scendere nella categoria inferiore a tenerci compagnia, l’anno prossimo.

Frattanto, apprendiamo che il Lanteri, battendo inaspettatamente il Luogosanto, si è salvato in extremis. Resterà in “seconda” anche nella prossima stagione.

Le formazioni

Tula: Casula, A. Budroni, Pinna, Correddu, Langiu, P. Budroni, Pani, Asara, Napoli, Corda, Sotgia.

Chiaramonti: Luca Ruzzu, Luca Lumbardu, Cristian Mura, Filippo Marcis (dal 46' Alessandro Farris), Danilo Sanna, Eugenio Brunu, Giuseppe Solinas , Manuel Brunu, Gian Martino Bianco (dal 56' Gian Mario Serra, poi uscito per far posto al portiere di riserva Manuel Accorrà), Paolo Fraoni, Maurizio Lepori.

Arbitro: Porcheddu.

Riportiamo il commento settimanale sulle partite del girone G, firmato da Simone Dessì sull'Unione Sarda di Lunedì 26 Aprile 2010 (pagina 44):

“Girone G: Alla fine la spunta l'Olbia 05: la Prima categoria è sua, lotta ai playoff tra Palau e Ozieri 1984. Spreca tutto il Luogosanto, battuto dalla Lanteri (che si salva). Retrocedono il Chiaramonti e la perdente dello spareggio tra Sporting Sorso e Tula.

“L’Olbia 05 vince l'ultima gara del campionato e conserva il punto di vantaggio sul Palau che gli vale il primo posto finale, dunque la promozione diretta in Prima categoria. La compagine olbiese soffre per più di un tempo contro l'Ozieri 1984, in una gara risolta nel quarto d'ora finale dalle reti di Piras e Dettori.

“Dopo quasi un girone in testa alla classifica, invece, il Palau deve accontentarsi della seconda piazza nonostante la vittoria per tre a uno contro lo Sporting Sorso: tre punti comunque utili per accedere agli spareggi promozione contro il Cus Sassari.

“Nonostante la sconfitta esterna con la capolista, l'Ozieri 1984 chiude in terza posizione e vola ai playoff, complice la sconfitta del Luogosanto sul campo della Lanteri. Quest'ultima scala due posizioni in classifica ed evita così la retrocessione.

“In Terza categoria retrocedono invece il Chiaramonti e la perdente del prossimo spareggio tra Tula e Sporting Sorso, arrivate a pari punti in penultima posizione”.

Tabella con risultati e classifica pubblicata sulla Nuova Sardegna di Lunedì 26.04.10

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Aprile 2010 19:19
 
Commenti (1)
chiaramonti condannato alla retrocessione
1 Martedì 27 Aprile 2010 22:54
soddu antonio
per fare questa figura e retrocedere in terza categoria, hanno mandato via i giovani chiaramontesi e hanno speso una barca di soldi per pagare giocatori forestieri, che non erano al livello dei chiaramontesi, e poi hanno negato l'accesso al campo al fotografo perche' portava sfortuna, forse era il contrario, portava fortuna.


soddu antonio

---

Vaglielo a spiegare a quei soloni dei dirigenti! Mah! In fin dei conti, il mondo è bello perché é vario. Saluti. (c.p.)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):