Home » Avviso ai naviganti » Sondaggio sugli amministratori comunali di Chiaramonti, voto non valido

Immagini del paese

Castello 42.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7004306

Notizie del giorno

 
Sondaggio sugli amministratori comunali di Chiaramonti, voto non valido PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 18
ScarsoOttimo 
Scritto da Vladimiro Patatu   
Domenica 30 Marzo 2008 23:30

Come già molti di voi ci hanno segnalato, il sondaggio di Marzo, volto a sondare il livello di fiducia di nostri lettori sugli amministratori comunali di Chiaramonti, ha prodotto dei risultati sospetti: hanno votato la bellezza di oltre 6.400 utenti, più del triplo degli abitanti del paese.

Non solo: considerando che il nosro sito identifica l’utente identificando il suo computer, il rapporto sarebbe ancora più alto. La cosa ci lusingherebbe se fosse vera, e sarebbe indice di un forte interessamento di non compaesani a ciò che accade a Chiaramonti. Spiegheremo di seguito perchè invece riteniamo il voto non valido.

Premettiamo che il servizio di gestione delle risposte ai sondaggi del nostro sito ha un minimo di misure di sicurezza, volte a garantire che ciascun computer non possa votare più di una volta per sondaggio. Tali misure non sono in realtà ferree e un qualsiasi esperto nel campo può forzarle con relativa facilità.
Ovviamente, noi confidiamo (o, meglio, confidavamo) nel buon senso e nella correttezza dei nostri lettori, in modo da poter avere un risultato il più rispondente possibile agli umori di chi ci legge.

Purtroppo cosi non è stato. Già ad un paio di giorni dall'introduzione del sondaggio, mentre le altre opzioni rimaneveno a poche preferenze, una di esse è schizzata a oltre 60 voti. Abbiamo reputato ciò possibile e realistico, in quanto 60 supporter per un dato amministratore non sono poi così tanti. Si è poi verificato un fatto strano: nei fine settimana, abbiamo avuto dei picchi di visite al sondaggio, che indicherebbero che centinaia di persone lo hanno votato nell’arco di poche ore. Confrontando questo comportamento con quanto accaduto col nostro primo sondaggio, che ha ottenuto solo 73 voti in due mesi, la cosa ha alimentato ulteriormente i nostri sospetti.

Abbiamo quindi iniziato a monitorare gli accessi al nostro sito, facendo una scoperta interessante: Sabato 15 Marzo il sondaggio è stato acceduto oltre 650 volte, mentre Sabato 22 Marzo è stato acceduto 400 volte. Molti di questi accessi sono avvenuti dallo stesso provider internet e dallo stesso luogo. Stranamente, un buon terzo proviene da Milano, con una quota consistente proveniente da una nota azienda petrolchimica.

Ci fermiamo qui con la nostra analisi; e dichiariamo a malincuore non valido il sondaggio. Ovviamente, non siamo rimasti solo a guardare, ma ci siamo cautelati aggiungendo delle misure più restrittive per l’accesso al voto del prossimo sondaggio. Tali misure potrebbero portare a bloccare alcuni utenti che non hanno votato precedentemente. Qualora ciò avvenisse, vi preghiamo di segnalarcelo al nostro indirizzo email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Non nascondiamo il nostro stupore per quanto avvenuto, e la nostra ammirazione per quel gruppetto di affezionati utenti che con tanta assiduità si sono presi la briga di effettuare in maniera ripetitiva e per centinaia di volte una serie di operazioni col proprio computer, solo per far apparire l’amministratore da loro supportato come primo nella lista.

Noi sosteniamo fortemente il dialogo tra le persone, soprattutto quando si hanno opinioni differenti. Il dialogo e la critica costruttiva conducono alla sensibilizzazione delle parti coinvolte, e possono portare a stimolare il rinnovamento, alla ricerca di un modo diverso di agire che porti alla soddisfazione di tutti.

Il nostro sondaggio voleva essere appunto un’occasione di dialogo tra la nostra comunità e i suoi amministratori. Occasione che, purtroppo, è stata sprecata.

Le foto: a sinistra, la casa comunale; a destra, scorcio panoramico ripreso dal viale Brigata Sassari

Ultimo aggiornamento Lunedì 31 Marzo 2008 00:01
 
Commenti (1)
Brogli
1 Lunedì 31 Marzo 2008 12:57
Gian Piero Unali
Da poco due presidenti di seggio a Palermo sono stati arrestati per aver modificato a favore di una parte politica centinaia di schede, nelle ultime elezioni comunali....Berlusca ha gridato a brogli nelle ultime politiche....per queste elezioni ha invitato i suoi a vigilare in tutte le sezioni...quindi non deve meravigliare se nel sondaggio di gradimento degli amministratori di Chiaramonti qualche "manina ( di Andreottiana memoria)", si è lasciata andare....solo che il troppo stroppia G.Piero

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):