Home » Chiaramontesi lontani » Chiaramontesi lontani: Simona Truddaiu conquista la semifinale a Tashkent

Immagini del paese

IMG_2874.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5913867

Notizie del giorno

 
Chiaramontesi lontani: Simona Truddaiu conquista la semifinale a Tashkent PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 31
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Mercoledì 13 Ottobre 2010 12:38

Il team azzurro fermato dalla Turchia nei campionati del mondo di “taekwondo col trio femminile” in Uzbekistan

Il sogno di Simona Truddaiu si è infranto all’ultimo gradino. Proprio quando l’oro mondiale di taekwondo sembrava a portata di mano.

Le tre ragazze del team azzurro sono state bloccate nella prima semifinale, nel corso dello spareggio giocato con la squadra turca. In classifica generale, hanno conquistato il nono posto su 22 rappresentative provenienti da ogni parte del mondo.

La prima fase eliminatoria prevedeva il passaggio a quella successiva di metà delle concorrenti. Le atlete italiane hanno superato agevolmente l’ostacolo, conquistando l’ammissione alla prima semifinale. L’impegno seguente prevedeva la selezione delle otto compagini finaliste. Ebbene Simona e le sue colleghe hanno conseguito l’ottavo posto a pari punti con la Turchia. Nello spareggio, Domenica scorsa le atlete turche le hanno battute di misura.

Sia pure con un onorevole nono posto, ma con qualche recriminazione e un po’ deluse, le nostre ragazze hanno fatto ritorno a casa.

Ma l’essere assurte a un tale livello di eccellenza, diciamo noi, è già di per sé una bella conquista. Un premio di grande prestigio che dovrebbe inorgoglire le tre giovani che, in Uzbekistan, hanno portato alti i nostri colori. Esse hanno avuto accesso all’empireo dei migliori. Dove la competizione si fa serrata e ogni traguardo diventa più difficile da raggiungere. Vi sembra roba da poco?

Dell’orgoglio di cui Simona deve e può fregiarsi a buon diritto, noi chiaramontesi osiamo prendere una parte. Sia pure piccola e ancorché da noi non meritata. Ma la cui legittimazione ci deriva dall’aspirazione mai spenta di vedere i nostri fratelli lontani (e quindi anche i loro figli e nipoti) farsi onore. Diventare “grandi”.

Con molta presunzione, probabilmente, reclamiamo il diritto a partecipare alla gioia di Simona, di Tore e famiglia. L’impresa, pur non conclusa sul gradino più alto del podio mondiale, è di quelle memorabili. E quindi da non dimenticare.

Ancora congratulazioni e auguri.


Per visitare la galleria d'immagini, cliccare qui

Per visionare la performance del team italiano a Tashkent, cliccare qui, quindi cercare il filmato "Italy_Team Women_1st_Semi_final"

Delle tre atlete Simona è sulla sinistra dello schermo


 

Ultimo aggiornamento Giovedì 30 Novembre 2017 10:00
 
Commenti (1)
Orgoglio
1 Giovedì 14 Ottobre 2010 00:47
Peri52
Sentirsi vicini con qualsiasi risultato ottenuto ci rende orgogliosi perché siamo di Tzaramonte. Complimenti. Andrà meglio la prossima volta. Brava Simona.


Saluti da Salvatore quel de Milan

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):