Home » La Tribuna » La Tribuna » La Tribuna: Lettera di Natale

Immagini del paese

ch17.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6589832

Notizie del giorno

 
La Tribuna: Lettera di Natale PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 30
ScarsoOttimo 
Sabato 18 Dicembre 2010 21:23

di Salvatore Soddu

Nel formulare agli amici lettori del sito i migliori auguri per un buon Natale e un sereno Anno nuovo, propongo alla loro e alla mia riflessione questo scritto di Chiara Lubich.

“Non pieghiamo il Natale a prodotto di consumo. Si avvicina il Natale e le vie si ammantano di luci. Una fila interminabile di negozi, una ricchezza fine ma esorbitante.

“Ecco una serie di vetrine che si fanno notare: al di là del vetro nevica graziosamente, ma è solo una illusione ottica Poi bambini su slitte trainate da animaletti waltdisneiani. Ed ecco slitte e Babbo Natale e cerbiatti, porcellini, lepri rane burattini e nani rossi.

“Finalmente gli angioletti Macché: sono fatine, inventate di recente, quali addobbi al paesaggio bianco. Un bambino si alza sulla punta dei piedini e osserva ammaliato. Nel mio cuore c'è incredulità e poi quasi ribellione: questo mondo ricco si è accalappiato il Natale e tutto il suo contorno e ha sloggiato Gesù.

“Ama del Natale la poesia, l'ambiente, l'amicizia che suscita, i regali che suggerisce, le luci, i canti, le stelle. Punta sul Natale per il guadagno migliore dell'anno. Ma a Gesù non pensa. "Venne fra i suoi e non lo ricevettero". Non c'era posto per Lui nell'albergo... Nemmeno a Natale.

“Stanotte non ho dormito. Questo pensiero mi ha tenuta sveglia. Se rinascessi, farei tante cose. Stamperei le più belle cartoline del mondo. Sfornerei statue e statuette coll'arte più pregiata. Inciderei poesie, canzoni passate e presenti, illustrerei libri e giornali per piccoli e adulti su questo "mistero d'amore", stenderei canovacci per rappresentazioni o film. Non so quel che farei

“Oggi ringrazio la Chiesa che ha salvato le immagini.

“Certo che tenersi il Natale e bandire il neonato è qualcosa che addolora. Almeno in tutte le nostre case si gridi Chi è nato, facendogli festa come non mai".

 

 
Commenti (1)
Ti saluto
1 Martedì 04 Gennaio 2011 14:06
Antonio Maria Murgia
Complimenti al tuo senso umano. Ti auguro buon anno a te e tutti i tuoi cari.


Ciao Antonio Maria Murgia da Pinerolo (TO)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):