Home » Limba Sarda » Patatu Salvatore » Lìtera a Nonnoi

Immagini del paese

Ch neve 2005.4.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6769593

Notizie del giorno

 
Lìtera a Nonnoi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 66
ScarsoOttimo 
Venerdì 24 Dicembre 2010 14:10

Figura mitica: un po' Gesù Bambino e un po' Babbo Natale

di Salvatore Patatu

 

Ocannu puru fato sas preguntas,

caru Nonnoi, ite m'as a indonare?

"Sete onorevoles ti poto dare

chi ti procuren piagheres a giuntas!"

 

mi narat. "ma non sun a s'indonu,

ca a gratis non nde poto dar'a niunu;

deves pagar'e diventas padronu,

nde leas sete paghèndende unu".


Imbiamilos, fàghemi cuntentu!

e mi rispondet: "los tenzo già prontos!".

Rest'in s'isetu e mi fato sos contos

chi a cabuannu arrivo a s'intentu


de àere sa pius manna ocasione,

pro sistemare fizu e parente,

abolire sa disocupassione

apende a fitiana tanta zente.


Sos sete arrivin pro missa 'e puddu,

famidos, a sa banca aparitzada.

Daghi los bido, mi 'enit su tuddu

e penso: "L'apo fata s'aconcada!"


Scilipoti est ostrèticu famadu,

in manu giughet sempre su rosàriu;

votende sa fidùtzia at dichiaradu,

"Fato su tagliu a s'amigu Cesàriu"


e pianghet ca sa mama at norantannos.

Calearu e Razzi intopigados

sun e Siliquini in àteros impannos.

E Polidori e Moffa disarmados.


E nachi s'annu nou batit isetos

de ispera manna e de mannu recatu;

ma, si custos sun sos pius diletos

ite an a esser sos chi sun infatu.


A mi salvare dae custu dannu,

pretzisa devo fagher sa faina,

isperende ch'in die de cabuannu

si che los giutat sa rusta campina.


E poi naran chi s'arga sa pius mala

est in Nàpoli acurtzu a su vulcanu!

E invece ch'est in Roma, tota a un'ala

in su Citòriu (1) gai pagu galanu.


Mezus torrare a sas tradissiones

Che perder tempus cun custos campiones:


"A totu bonanote e bonannu

e bona Pasca cumprida!

E Deus nos dia vida

mezus a un'àter'annu.


Nota: (1) Il nome proviene dal latino "Mons Acceptorius " (luogo in cui tutto, ma proprio tutto, è più che ben accetto), in quanto l'altura di Monte Citorio, su cui è stato costruito dal Bernini il palazzo ora sede del Parlamento, si è formata a seguito della discarica (muntonarzu ) dei materiali di risulta (s'arga) del Campo Marzio. Come dire che Nomina sunt omina (Il destino è nel nome, oppure, il nome è un presagio). E qui la disquisizione filologica assume caratteri paesani, quasi di micromondo, in quanto su muntonarzu, nei nostri paesi, veniva segnalato da un bastone cui era legato uno straccio (su pinnàtzulu ). Il cav. Nicolò Madau, che fu sindaco di Chiaramonti nel primo Novecento, soleva affermare: Su sìndigu est su pinnàtzulu de sa 'idda. (v. articolo di Carlo su questo stesso sito). Ognuno tragga le conclusioni che vuole, ma, la poesiola sotto forma di lettera a Nonnoi, ha solo l'intento di formulare a tutti i più affettuosi auguri di Buone Feste. (T.P.)

 

Ultimo aggiornamento Sabato 25 Dicembre 2010 17:28
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):