Immagini del paese

Ch8.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 9420476

Notizie del giorno

 
Musica
Scritto da N.Scanu   
Martedì 08 Febbraio 2011 02:21

Chiaramonti, a differenza dei paesi limitrofi, ha il Castello dei Doria.. “E’ ora che quel Castello venga valorizzato con serate concertistiche di alto livello”. Una bella serata di “Tango Jazz” con musicisti argentini conosciuti non ci starebbe male. Dico tango jazz perche’ questo genere piace anche agli adulti. Mi e’ giunta voce che spesso le “band da quattro soldi” in Sardegna chiedono 2.300 /3.000 euro a concerto... e le chiamano a suonare.

ASSURDO!!

A titolo informativo, un un quartetto jazz con musicisti di altissimo spessore (veri musicisti con cv da paura) costa sulle 2.300/2.500 euro. Un trio dalle 1.700 alle 2.000 euro; un duo circa 1.200/1.500 euro. Nel periodo estivo, molti di questi artisti sono in tour in Sardegna e non ci sono spese di viaggio. Io non voglio proporre nulla al mio paese in quanto mi trovo all’estero; ma anche perche’ le organizzazioni locali non hanno mai mostrato interesse alle mie band formate da musicisti di alto profilo artistico, vincitori di awards e premi vari e che suonano nei festivals e club piu’ prestigiosi del mondo.

Saluti cari N.Scanu

---

Hai ragione da vendere, naturalmente. Dal mio punto di vista, è ovvio. Ma, come ben sai, "Nemo est propheta in patria" (nessuno è profeta in casa propria). Pertanto è più facile lasciarsi incantare da un imbonitore che viene da fuori piuttosto che accettare i suggerimenti ragionati di un compaesano competente e innamorato del proprio paese. Qualche anno fa, in occasione di una delle tante feste locali, il comitato si fece abbindolare da un'agenzia di spettacoli, che fece venire a Chiaramonti un presentatore-imitatore che all'epoca frequentava la TV. Costò un occhio della testa per una performance di poco meno di un'ora. Per di più di livello infimo. Che dire? A Martis, Laerru, Erula e altri piccoli centri, invece, sanno fare diversamente. Loro! Salutami Londra. (c.p.)

 
Questo è un commento di "La Tribuna: Ma perché a Chiaramonti no?..."