Home » Eventi » Una voce nuova e libera: Sas Boghes de Tzaramonte

Immagini del paese

Castello 9.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11244512

Notizie del giorno

 
Una voce nuova e libera: Sas Boghes de Tzaramonte PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 37
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Domenica 20 Marzo 2011 01:00

Prendiamo atto con piacere che un gruppo di chiaramontesi ha dato vita a un nuovo blog: “Sas Boghes de Tzaramonte”. Per visitarlo, cliccare sul link www.sasboghes.it.

La rete si arricchisce di un'altra voce libera che si leva alta da questo paese. A riprova che ci sono ancora chiaramontesi capaci di uscire allo scoperto e di dire quel che pensano. Senza remore, né timori riverenziali. Il che c’induce a bene sperare per il futuro.

Il manifesto programmatico della lodevole iniziativa è così riassunto dai promotori:

Con questo sito vogliamo, attraverso discussioni pacifiche ed educate, analizzare la situazione politica di Chiaramonti. Riteniamo di essere tenuti costantemente all'oscuro delle decisioni prese dai nostri amministratori. Noi in qualità di chiaramontesi vogliamo prendere coscienza di quello che succede. È un nostro diritto”.

Registriamo l’evento con interesse e simpatia e auguriamo ai curatori del blog, che ci figuriamo giovani, lunga vita e buon lavoro. Sarà per loro, lo auspichiamo per davvero, una bella avventura. Che non mancherà di procurargli noie, incomprensioni e quant'altro sarà messo in campo da chi, a corto di argomenti, non la penserà come loro. Ma siamo certi che essi lo avranno già messo nel conto.

Perciò animo, ragazzi! Tenete la testa alta e la barra del timone ben ferma. Procedete con determinazione nel cammino intrapreso. Ne vale la pena.

Buon lavoro!

 

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Marzo 2011 22:25
 
Commenti (1)
Auguri alla P4
1 Domenica 20 Marzo 2011 18:06
Marco Sanna

I migliori auguri ai chiaramontesi capaci di uscire allo scoperto e di dire quel che pensano. Senza remore, né timori riverenziali. Il che c’induce a bene sperare per il futuro.
Ma uscire allo scoperto significa nascodersi dietro il più assoluto anominato?
---
Concordo con Marco Sanna, ovviamente. Ed è per questo che, con una nota personale inviata al sito "Sas Boghes de Tzaramonte", ho chiesto espressamente ai curatori di uscire dall'ombra. Di metterci la faccia, come suol dirsi. Altrimenti, a che servirebbe? Lieto di non essere in solitudine a pensarla così, restiamo entrambi in attesa. Fiduciosa, naturalmente. Comunque, grazie. (c.p.)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):