Home » Cronache del passato » Siamo così pochi a ricordare la Chiaramar?

Immagini del paese

Immagine 012.jpg

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11090282

Notizie del giorno

 
Siamo così pochi a ricordare la Chiaramar? PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 44
ScarsoOttimo 
Martedì 29 Marzo 2011 12:00

di Franco Sechi

In attesa che qualcuno contribuisca ad arricchire quanto contenuto nel mio intervento precedente...

Oltre al gruppo degli atleti più "grandi", la Chiaramar comprendeva anche la categoria "giovanissimi" di cui facevano parte "i cici" (Marco e Gianni Satta), Gianluigi Fois, Mariolino Piu, Piermario Soro, Checco Ruiu, Nino Fadda, Roberto Galloni, Luca e Matteo Soddu, Gianmichele Manca, Roberto Sanna e Padiglia di Martis.

Sicuramente qualche altro di cui ora mi sfugge il nome. Questo era più o meno il gruppo della prima ora, gruppo al quale si aggiungeranno, man mano, Ezio Schintu, Sandro Schintu, Vincenzo Tedde.

Le gare organizzate dalla Chiaramar erano innumerevoli: dalla Santa Giusta alla San Matteo passando per la Manuel Patatu, la Thomas Gallu, il Giro dell'Anglona, la "tipo pista" San Pantaleo a Martis e altre innumerevoli gare che facevano affluire a Chiaramonti centinaia di persone.

Verso i primi anni Ottanta, molti atleti della Chiaramar erano diventati tra i migliori ciclisti della Sardegna, andando a vincere moltissime gare, compreso qualche campionato Sardo.

In quegli anni assistevo ormai da spettatore, mentre la parte del leone la facevano le "nuove leve".

Lentamente i cilisti nostrani venivano a mancare. Forse stava venendo a mancare l'entusiasmo dei primi tempi, forse per la mancanza di appassionati disposti a sacrificare tempo libero per la società ciclistica. Inoltre, il ciclismo è uno sport che richiede molto tempo per gli allenamenti.

Tra gli impegni di studio di alcuni, impegni già di lavoro per altri, comportavano un sacrificio che solo chi ha una forte passione può portare avanti uno sport così impegnativo. La società ha spostato le proprie attenzioni verso qualche bravo atleta dei pesi vicini, quindi di Nulvi, di Perfugas.

Lentamente la società ciclistica Chiaramar ha chiuso la sua storia lasciando spazio a qualche bel ricordo, a qualche fotografia, a qualche coppa impolverata a casa di qualcuno dei diretti protagonisti.

Un bel ricordo di uno sport che a Chiaramonti ha accompagnato, positivamente, i momenti di tanti.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Marzo 2011 00:26
 
Commenti (1)
vecchi ricordi
1 Giovedì 17 Novembre 2011 13:43
Antonello Lai
Ho visto questa pubblicazione con fotografie, dove ho riconosciuto dei corridori che disputavano delle gare ciclistiche con me. Perchè non fatte in modo di organizzare o farvi organizzare una gara per bambini tanto da far venire voglia ai ragazzini che avete in paese. Se dovesse servirvi una mano la darò volentieri.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):