Home » Avviso ai naviganti » Capitozzatura dei lecci: i SI e i NO

Immagini del paese

Ch2.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 8113297

Notizie del giorno

 
Capitozzatura dei lecci: i SI e i NO PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 23
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Lunedì 11 Aprile 2011 01:04

Breve nota di commento al nostro sondaggio appena chiuso

Sull’intervento di capitozzatura dei lecci del giardino pubblico, la maggioranza di chi ha partecipato al sondaggio ha espresso un parere contrario. Ma non sono pochi coloro che si sono dichiarati favorevoli.

Prima di procedere, ribadiamo la non scientificità del rilevamento. Che pertanto non vuole essere rappresentativo di ciò che, nella fattispecie, pensano i chiaramontesi; ma soltanto una parte dei lettori del sito.

Come previsto, il sondaggio, messo in linea alla mezzanotte del 22 Marzo scorso, è stato chiuso pochi minuti fa. Dei 530 che hanno letto l’annuncio, 254 hanno espresso un voto. Nel periodo di pubblicazione (23 Marzo-10 Aprile), il sito è stato visitato da 4.960 lettori, con 20.846 visualizzazioni/pagina.

Il primo voto è stato espresso alle 10:47 del 23 Marzo; l’ultimo alle 21:52 di ieri.

La domanda che abbiamo posto era la seguente:

“Sei favorevole all’intervento di capitozzatura operato dal Comune sui lecci e sui pini dei giardini pubblici?”.

§ 111 (43,7%) hanno risposto “Si”;

§ 142 (55,9%) hanno risposto “No”;

§ 001 (0,4%) ha risposto “La cosa non m’interessa”.

Il numero di chi ha partecipato al voto pare significativo, se lo si rapporta ai 530 che hanno visitato la pagina che del sondaggio dava l’annuncio. Ma detta partecipazione non pare eloquente se messa in relazione alle visite registrate dal sito nel periodo considerato. Che, come già detto, sono state 4.960.

Il divario di dodici punti percentuali che separano chi è a favore da chi è contrario all’ intervento sui lecci, pur netto, non è eclatante. In breve, sono stati ugualmente tanti (e sicuramente per diverse ragioni) coloro che si sono schierati per l’operato del Comune.

Va sottolineato, invece, che un solo lettore ha scelto l’opzione “la cosa non m’interessa”. Insomma, la stragrande maggioranza ha preso posizione. Il che va registrato positivamente.

Più d’uno ci rimprovera di non avere articolato meglio la domanda, al fine di capire il perché dei “SI” e dei “NO”. Giusta osservazione. Pertanto, a breve proporremo ai lettori un altro sondaggio, col quale chiederemo, per l’appunto, di motivare le ragioni del “SI” e del “NO”.

A presto, dunque!

 

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):