Home » Avviso ai naviganti » Caro Sindaco, oggi mi sento martese

Immagini del paese

Ch neve 2005.10.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 9313822

Notizie del giorno

 
Caro Sindaco, oggi mi sento martese PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 27
ScarsoOttimo 
Martedì 03 Maggio 2011 19:20

di Carlo Patatu

 

Caro Piero Solinas Sindaco di Martis,

ho letto con molto sconcerto, sulla "Nuova" di stamattina, la notizia dell'aggressione da te subita a opera di un tuo amministrato (ubriaco, pare, e con qualche precedente in materia di violenza).

Inutile dire che ciascuno si esprime con gli strumenti che ha. E quell'uomo, probabilmente fuori di sé per motivi che non intendo indagare e che comunque non giustificano il suo gesto, ha fatto ricorso alle maniere forti non essendo in grado di ricorrere ad altro per far valere le proprie ragioni. Ammesso che ne avesse.

Per quel che vale, consentimi di esprimerti, in questa circostanza, la solidarietà e l'amicizia mie e di chi collabora alla gestione di questa tribuna. Piccola e modesta. Ho avuto modo di sottolineare più volte la tua capacità di amministrare il Comune di Martis con discrezione e umiltà. Con lo sguardo sempre rivolto a ciò che ti accade intorno e l'orecchio pronto a captare le voci dei tuoi collaboratori e amministrati. Consenzienti e no.

I Sindaci, lo so bene per averne fatto esperienza, sono esposti a tutte le "intemperie". E gli tocca fare da parafulmine un giorno si e l'altro pure. Ma la figura del Sindaco di un piccolo centro, in un panorama amministrativo altrimenti desolante, regge ancora, per fortuna. E, a dispetto di atti (peraltro isolati) quale codesto che ti riguarda, è una figura che regge bene. E nella quale i cittadini, fatte salve le debite eccezioni, continuano a confidare e a riconoscersi.

Anche per questo il mio sconcerto è forte. Ma, e tu lo hai già detto, una rondine non fa primavera. I martesi, ne sono certo, non hanno mancato di stringersi attorno a te per manifestarti solidarietà, affetto, stima e riconoscenza.

Ebbene, in questa circostanza, mi sento martese anch'io.

Auguri!

Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Maggio 2011 13:13
 
Commenti (7)
Umana comprensione.
7 Giovedì 05 Maggio 2011 13:43
c.c.

Esprimo a Piero Solinas solidarietà e tanta, ma tanta umana comprensione ai familiari del signore. Claudio Coda

Oggi mi sento martese
6 Mercoledì 04 Maggio 2011 18:50
Gian Piero Unali

Al primo cittadino di Martis la più totale e sentita solidarietà per il fatto increscioso che lo ha visto protagonista, anche a nome di mia moglie, martese di origine.

Comprensione
5 Mercoledì 04 Maggio 2011 14:26
peri52

Esprimo, prima di tutto, solidarietà al sindaco di Martis Piero Solinas ed esprimo comprensione verso colui che, in un momento della sua vita, si lascia andare verso la deriva. Il motivo di questo atto violento verso il primo cittadino "sindaco" di Martis.


Oggi, a mente serena, non offuscata dall'alcol, sono pienamente convinto che l'aggressore sia dispiaciuto.


Saluti da Salvatore quel de Milan inviato speciale Famiglia Patatu

solidarietà
4 Mercoledì 04 Maggio 2011 11:18
mario unali

Nel modo più profondo e sentito esprimo all'amico Piero Solinas la mia solidarietà sia sotto l'aspetto personale che quello amministrativo.


Mario Unali

al Sindaco di Martis
3 Mercoledì 04 Maggio 2011 09:31
Franco Sechi

Non sarà certo questo episodio isolato (comunque grave) a macchiare l'operato positivo dell'Amministrazione Comunale di Martis, o ad offuscare la partecipazione attiva dei martesi alle attività culturali e di volontariato che hanno da sempre distinto positivamente questa comunità.


Al dott. Piero Solinas, all'Amministrazione ed ai cittadini tutti che rappresenta esprimo la mia soidarietà.


Franco Sechi

caro sindaco , oggi mi sento martese
2 Martedì 03 Maggio 2011 21:47
gavino pinna

Esprimo a Piero Solinas e alla sua famiglia la solidarietà e la vicinanza, per questo spiacevole episodio.


Gavino Pinna

Grazie
1 Martedì 03 Maggio 2011 20:24
Piero Solinas

Grazie per le espressioni di solidarietà e di vicinanza. Fanno sempre bene, ma in situazioni amare come questa, ancora meglio.


Piero Solinas

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):