Home » La Tribuna » La Tribuna » La Tribuna: No comment

Immagini del paese

restauro.2.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11091013

Notizie del giorno

 
La Tribuna: No comment PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 16
ScarsoOttimo 
Martedì 07 Giugno 2011 12:52

di Domenico Perinu

Caro Gianfranco: come ti capisco.

Nel tuo comunicare c'è tutto il vissuto Italiano degli ultimi 60 anni di politica basata sul mangia mangia e sulla finta carità adottata soprattutto nel meridione dalla classe dominante, pur di continuare nel loro voler tenere la poltrona.

Non devi vegognarTi di sentirTi Italiano.

l'Italia è un paese meraviglioso, non solo per le sue bellezze artistiche riconosciute in tutto il mondo, ma anche per le persone che in maggior parte la abitano. Siamo un paese di grande cultura che nei secoli ha insegnato al mondo intero conosciuto. Purtroppo siamo un po' malvisti sopratutto nei paesi della grande emigrazione.

Di solito l'emigrante, "senza voler mancare di rispetto ai tanti bravi ragazzi che si sono fatti valere con le loro doti, sopratutto con tanta buona volontà", non è il migliore rappresentante che esprime la comunità. Vivere lontano dalle proprie radici non è cosa facile; la prima cosa che salta all'occhio è la differenza di atteggiamento verso la nuova comunità in cui viviamo. Loro hanno una cultura diversa di quella in cui siamo vissuti.

Se posso permettermi, do un consiglio: dobbiamo prima di tutto capire il loro sistema civile di esistenza; se capiamo questo il nostro valore emergerà sicuramente viste le radici culturali che noi abbiamo.

Faccio notare che anche in Italia esiste lo stesso atteggiamento che Tu hai fatto presente. Nel nord-est Italiano hanno avuto catastrofi enormi e non hanno aspettato piagnucolando lo Stato, ma si sono rimboccati le maniche e hanno cercato di ricostruire aiutandosi l'uno con l'altro. Purtroppo senza la bandiera sul pennone a causa delle grandi differenze di civiltà esistenti nel nostro paese.

Devi essere orgoglioso di essere Italiano. Nessuno si può permettere di mancarci di rispetto. Devi solo cercare di capire il loro modo di esistere e dopo ti garantisco sarai apprezzato come persona di valore, non perchè lo dicono loro, ma perchè è dentro di Te.

Un caro saluto a te e a tutti gli emigranti di buona volontà.

Un emigrante come te che ha avuto i tuoi stessi problemi ma che con tanto sacrificio, sopratutto mentale, è riuscito ad integrarsi quando ancora mettevano i cartelli "Non si affittano appartamenti ai meridionali".

 
Commenti (1)
Mai vergognarsi...
1 Martedì 07 Giugno 2011 18:49
Gianfranco

Caro Domenico,


sono orgogliosissimo di essere sia sardo che italiano, e non me ne vergogno assolutamente. Inoltre vivo, fortunatamente, in un paese che in qualche modo ha anche radici italiane, ama l'Italia e gli italiani, con tutte le peculiarità e le sfumature che ci appartengono.


Mi vergogno però nel momento in cui penso, appunto, alla grandezza culturale ed artistica del nostro paese, a tutte le possibilità che ci potrebbero essere e a quanto, invece, si dia per scontato tutto e si rimanga a stagnare.


Mi vergogno quando penso al caos totale, alla disorganizzazione e alla mancanza di cura verso tutto ciò che proprio ci ha fatto grandi, includendo anche l'arte e la cultura.


Ciò che ho descritto nel mio articolo è solo una minuscola parte di quel che percepisco diverso tra noi e gli americani. Naturalmente faccio paragoni molto generali, poiché parliamo di culture completamente diverse.


Ma, nonostante i tantissimi difetti che hanno gli Stati Uniti, spesso, spessissimo, penso: ma perché loro si e noi no? E cerco ancora di darmi una risposta.


Saluti

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):