Home » La Tribuna » La Tribuna » La Tribuna: Scintillar di sciabole!

Immagini del paese

Castello 24.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11091015

Notizie del giorno

 
La Tribuna: Scintillar di sciabole! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 63
ScarsoOttimo 
Mercoledì 13 Luglio 2011 08:16

di Garzone di Bottega

 

Storie e storielle

“...con viva e vibrante soddisfazione...”, così direbbe il bravo Crozza... , e dalla riunione ultima del Consiglio Comunale traiamo alcuni significativi interventi.

Presidenza dell'Unione:

il caro amico Sindaco ha dichiarato di aver fatto un passo indietro. Nobile gesto, sono in pochissimi a farlo. La Presidenza dell'Unione dei Comuni non è per sé. È per gli altri!, "d'altronde a cosa servirebbe ?" (alto concetto degli Organismi costituiti), ha così esclamato il consigliere Donadu, che ha prestato il fianco alla maggioranza per tutta la seduta. Con garbo, ma a pancia a terra!

Dimenticavo!, la motivazione della rinuncia alla Presidenza è: "creare una rottura con il passato!". E per il presente?, "...chiare, fresche et dolci acque..." ci racconta il Petrarca nel suo Canzoniere.

Blog e "pirateria navigante":

toni isterici di qualche consigliere: secondo cui, sarebbe accusato da spericolati incursori di "doppiogiochismo". Mi consenta ricordare che: la politica dei "due forni" non l'abbiamo praticata oggi, ma ieri e avantieri. Alla grande va il "Gruppo dei Responsabili", dei vari "Scilipoti" etc. Il "salto della quaglia", sino a prova contraria, è lecito. Nessuno impedisce ad un eletto in lista, passare all'altra. E indicarlo o segnalarne i movimenti, non si entra nel penale. Dalla maggioranza si passa alla minoranza, e così all'incontrario. Dov'è il problema? È avvenuto in questa tornata elettorale e nessuno scandalo.

Ragazzi, è il bello della democrazia e l'opinione pubblica non si scompone.

Pinocchietto naso lungo:

il Sindaco precisa: "con il consigliere Donadu non ci sono stati accordi di nessun tipo". C'è da chiedersi: quante divisioni ha il Papa? Ma il suo vice è da mesi e mesi che lo sbandiera ai quattro venti. E se lo afferma "egli", perché non crederci? È sempre con delega il suo vice, o no ? In attesa, alle prossime, di occupargli la sedia.

E per intanto, bocce ferme, adagio adagio per non far rumore, ma non tanto!

S' Ardia

si stimano, già, tre-quattro liste ai nastri di partenza. Tutti, come a s'Ardia de Santu Antine a Sedilo, a seguire "sa prima bandela", ma in ordine sparso e senza sella:

S'Ardia

Curren s'Ardia! Caddos galiardos

e cavalleris lean sa falada

a tottu cursa, a briglia abbandonada

pesende gloriosos istendardos.


Faghen proas terribiles d'azzardos

pro cudda antiga fide ereditada

dae Santu Antine e cunsagrada

dae sos generosos coros sardos.


E benin da ogni idda 'e Sardigna

a bider s'Ardia, a bider s'ispettaculu

de custa antiga moda sedilesa.


Ei sa idda 'e Sedilo benigna

e fiera rinnoat su meraculu

in custa festa 'e forza e de bellesa.

(versi di Montanaru)


Ho una visione diversa in merito, forse, anzi senz'altro sbagliata: LISTA UNICA (di sanità pubblica). La comunità ha qualche linea di febbre, e le correnti potrebbero assestarle un duro colpo, rischierebbe peggioramento e stato confusionale. Come lo è ora e più.

"Scintillar di sciabole" nei banchi consiliari:

"Ognuno di noi sarà famoso al mondo per 15 minuti": profezia di Andy Warhol. Un consigliere lo è stato, e il miglior carburante è la fiducia in sé stessi.

Non si abbia pensiero malevolo se qualcuno ironizza su eventuali strizzatine d'occhio da parte del Sindaco. Dov'è lo scandalo e l'indignazione manifestata? E se anche gli venisse offerta consulenza e appoggio, è sempre valore aggiunto di idee, capacità e professionalità.

Anche se è apparsa strana ai più, l'osservazione da tecnico (ma non iscritto al Collegio) in merito all'argomento: "Adeguamento Piano Urbanistico al Piano Assetto Idrogeologico" proposto da questa Amministrazione. Definendo alcuni interventi progettuali: "escamotage dei tecnici per far ottenere finanziamenti alle Amministrazioni".

Parbleu, che botto!

L'affermazione è inserita nel verbale di seduta. Quindi traducendola dal francese: gioco di prestigio, inganno, sottrazione e ancora elusione. Parole in libertà dette, senza dubbio, benevolmente.

Ma tranquilli, per l'affaire tutto è lecito e ampliamente documentato, perché trattasi di siti, indicati dai progettisti come "codice rosso": come al pronto soccorso nei casi di pericolo di vita umana. Che poi alcuni siano più, e non solo a parer mio, da codice bianco è altra cosa, ma atteniamoci a chi ci ha studiato sopra con impegno e criterio professionale.

Sindaco a Km 0:

questa è certificata da uno proprio a Palazzo: il Sindaco ci costerebbe la ragguardevole somma di 49.000 "euri e fruscia" l'anno. Meraviglia! Giancarlo mio, ti voglio un mare di bene, ma sei un po' caruccio. In tempi di ristrettezze, non ce lo possiamo permettere. Prima la pancia, ma... se ci facessi qualche sconticino!

Oppure, il prossimo a Km 0 e senza interessi.

 

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):