Home » Chiaramontesi lontani » Chiaramontesi lontani: Simona Truddaiu vola in Cina per le Universiadi

Immagini del paese

Castello 1930b.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7156906

Notizie del giorno

 
Chiaramontesi lontani: Simona Truddaiu vola in Cina per le Universiadi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 21
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Venerdì 29 Luglio 2011 14:08

 

Ricordate Simona Truddaiu che, nell’autunno scorso,  a Tashkent in Uzbekistan mancò per un soffio la medaglia d’oro ai mondiali a squadre di taekwondo? Bene. Quest’anno ci riproverà, partecipando alle Universiadi 2011. Che si svolgeranno a Shenzen, in Cina, dall’11 al 23 Agosto prossimi.

Affiliata alla Mister 3 Sassari e sotto la guida severa del suo maestro Salvatore Bussu, Simona infila un successo dietro l’altro. Il taekwondo e lo studio sono un po’ le ragioni della sua vita. Studio e sport la appassionano e la coinvolgono in modo pressoché totalizzante. Pratica il taekwondo con professionalità e rigore fin da quando aveva sette anni. Elemento di punta della rappresentativa italiana, nei giorni scorsi ha superato brillantemente la pur difficili prove selettive presso il centro nazionale taekwondo dell’Acqua Acetosa in Roma.

A breve, quindi, volerà in Cina, dove difenderà, insieme alle proprie compagne di squadra, i colori nazionali. La accompagneranno i voti augurali di appassionati, familiari, amici e conoscenti. Anche i nostri, naturalmente. Simona, ci piace ricordarlo, vanta radici chiaramontesi, essendo figlia del nostro compaesano Tore Truddaiu, perito industriale e conduttore di convogli di Trenitalia, con sede operativa a Sassari.

In bocca al lupo, Simona!

Ultimo aggiornamento Giovedì 30 Novembre 2017 09:56
 
Commenti (2)
forza latte dolce
2 Lunedì 15 Agosto 2011 14:17
enrico
aspetto sicuro della tua medaglia a presto
I valori reali
1 Venerdì 29 Luglio 2011 22:35
Domenico

Chissà se la Simona leggerà le nostre riflessioni. Mi piace pensarlo. Sono persona che nel vedermi può sembrare un corpo esile ma garantisco che anche dei giganti hanno toccato terra nel fronteggiarmi.


Sicuramente bisogna essere preparati fisicamente ma quel che più conta e la tattica è mai sentirsi sicuri di chi abbiamo di fronte. Se pensiamo che quel che ci affronta nel momento del combattimento ci sia inferiore commettiamo un gravissimo errore che potrebbe determinare gli esiti della competizione.


Mai sottovalutare l'avversario; potremmo avere delle grosse sorprese.


Simo, Tu nel momento che affronti l'avversario non sei mai sola ma hai con te tutta la forza di un popolo fatto con il granito. Ti garantisco per mio vissuto personale che la nostra cultura e la nostra educazione nata da generazioni ci porta ad avere dei valori reali, non per la moda del momento.


Il nostro modo di presentarci potrebbe anche far pensare a persone di poca personalità ma nel momento cruciale chi ci fronteggia si ritrova un muro invalicabile.


Cara Simona, penso di non avere avuto l'onore di conoscerti, ma ha poca importanza. Tu sei sarda e questo per me basta e avanza. In bocca al lupo.


Domenico

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):