Home » La Tribuna » La Tribuna » La Tribuna: Tante idee finite nel nulla

Immagini del paese

Castello 13.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11090265

Notizie del giorno

 
La Tribuna: Tante idee finite nel nulla PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 
Domenica 04 Settembre 2011 23:00

di Franco Sechi

Una bella iniziativa (quella del dépliant degli studenti della scuola media n.d.r.) che non ha avuto seguito, così come altre tese ad incuriosire e ad avvicinare i ragazzi, magari al teatro.

Parlo di una manifestazione proposta sempre dal professor  Marcia e inerente a una serie di commedie teatrali in lingua sarda, i cui protagonisti sarebbero stati appunto gli alunni delle scuole medie (oggi ventenni).

Ho avuto la fortuna di seguirne solo una, visto che le altre, vuoi per la mancanza di fondi, vuoi per una sorta di rifiuto da parte dei genitori degli alunni per via del fatto che la commedia la preferivano in lingua italiana (su Sardu già l'ischin faeddare, devene imparare a faeddare in italianu), le altre insomma hanno fatto compagnia al dépliant.

Così come il progetto dello "Zecchino d'oro a Chiaramonti". Dove,  grazie all'iniziativa di don Costantino, da ottobre a febbraio e per due volte la settimana, incontravo i bambini delle scuole elementari, ai quali insegnavo alcune canzoni da cantare la domenica a messa. Parallelamente sceglievano e provavano una canzone moderna, da cantare poi (in coppia o come solisti) in un saggio finale che si teneva il Giovedì Grasso.

Mi è rimasta qualche fotografia di bambini e bambine, ora ventenni...

Un caro saluto a tutti e una carezza ai piccoli Giovanni e Carla.

---

Anche nei casi da te citati, si tratta di alcune fra le tante, lodevoli e fantasiose iniziative nate in questo paese. Ma tramontate nell’arco di un mattino. Non si sa bene se per la debolezza del seme o l’aridità del terreno in cui lo si è lasciato cadere.

Gli anni sono passati, caro Franco; quei bambini oggi sono divenuti persone adulte. Taluni hanno assunto responsabilità familiari, sociali o amministrative. Ma il clima, a ben vedere, a Chiaramonti non è mutato gran che. Continuiamo a produrre belle intelligenze che, alla resa dei conti, alla nostra comunità non fanno muovere che pochi e timidi passi sul terreno dello sviluppo socio-culturale.

Ma anche politico. Vedi, al riguardo, l’
inatteso quanto repentino, e per me inquietante, silenzio dei giovani del sito “Sas Boghes”. I quali, partiti in quarta, si sono arresi al primo accenno di un percorso in salita.

Perché non ci fai avere le foto di cui parli? Credo farebbe piacere a molti vederle o rivedersi.

Ricambio i saluti.  (c.p.)

 

 

 
Commenti (1)
tante idee...
1 Mercoledì 07 Settembre 2011 16:06
Franco Sechi

Proprio così, gli alunni sono oggi adulti con le rispettive responsabilità...


Per quanto riguarda le varie iniziative, chissà se è stato debole il seme o l'aridità del terreno... (bett'e frase).


Le fotografie le invierò al più presto. Grazie

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):