Home » I nomi dei luoghi » Chiaramonti, i nomi del luoghi: R come…

Immagini del paese

Chiesa Cunventu 12.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6773708

Notizie del giorno

 
Chiaramonti, i nomi del luoghi: R come… PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Domenica 04 Novembre 2012 00:00

Premesso che nessun toponimo anglonese che inizia con "Q" viene riportato da Mauro Maxia nel suo libro sotto citato, questa settimana pubblichiamo i toponimi chiaramontesi che hanno per iniziale la lettera "R". (c.p.)

Renàlzos - Terreni sabbiosi.

Rispìdu - Ruspìda, trascrizione errata. La veste morfologica e fonetica depone a favore di un vocabolo di origine latina. Forse è un esito locale di krispfdu, aggettivo derivante dal latino crispus con regolare aferesi della velare sorda in posizione iniziale. In tal caso, il toponimo significherà (sito) spinoso. Questa interpretazione trova un immediato riscontro nel microtoponimo "sa tèrra pungòsa" (vedi) relativo all'appezzamento in cui sorge il nuraghe Rispìdu (vedi). Più costosa appare una relazione con il nuorese grùspinu ("nasturzio, crescione d'acqua", che pure ha attinenza con le caratteristiche idromotfologiche della località e sembra all'origine del toponimo nulvese Ruspìna.

Rìu àbba de sa pèdra - Rio della sorgente del masso. Vedi Nuraghe e Giàga de s'Abba de sa pèdra.

Rìu bàdde de chèra - Rio della valle della cera. Vedi Bàdde de chèra.

Rìu badde de loè – Probabilmente, è una trascrizione supercor retta di Lovè per la sua assonanza con il logudorese lùa, di cui potrebbe essere comunque una variante per l'inserimento della labiodentale sonora inorganica con la funzione di evitare lo iato. Il suffissoide con tono aperto, però, fa propendere per un'origine paleosarda. Vedi Bados de lovè, Rìu bados de lovè e Rìu di luè.

Rìu bàdde Pìttiri - Rio della valle di Pìttiri" (vedi).

Rìu baddulésu - Rioo gallurese. È la denominazione del tratto inferiore del ruscello Rìu Turturìna (vedi). La forma Gallul per il coronimo "Gallura" è attestata fin dall'XI secolo in una carta gallurese non datata del 1150-1170 circa (confronta A. Solmi, Studi storici sulle istituzioni medievali della Sardegna nel  Medio Evo, p. 418-9, app. N). Per il passaggio dalla forma Gallul all'etnico baddulésu vedi Funtàna de sos Baddulèsos. Confronta Rìu 'addulésu e la dissertazione che su questo idronimo fa il Panedda.

Rìu bados de lovè - Probabiulmente,  "rio dei guadi delle euforbie".  Vedi Bados de Lovè, Rìu Badde de Loè  e Rìu di Luè.

Rìu bàdu èbbas - Rio del guado delle giumente" . Vedi Bàdu èbbas.

Rìu cannèdos (sos) - Rio dei canneti.

Rìu capriànu - Rio (del  sito) delle  capre", oppure  "di Caprius", nome proprio latino. Il suffisso prediale -ànu rende probabile questa seconda ipotesi.

Rìu comunàle - Rio (del demanio) comunale.

Rìu cònca de fòssu - Rio della valle del fosso. Vedi Cònca de fòssu.

Rìu Dòre - Rio Dore", cognome.

Rìu Facchìnu
- Trascrizione errata. Vedi Rìu Franchìnu.

Rìu Franchìnu – (Rìu Facchìnu: trascrizione errata) = Rio di Franchinu, cognome , per l'insorgenza dell'idronimo. Vedi Franchìnu.

Rìu fenujàlzu
- Rio del sito dell'aneto, dei finocchi selvatici. Vedi su Fenujalzu.

Rìu férulas (de) - Rio (del sito) delle ferule.

Rìu frìsciu - Rio della serratura, probabilmente "della strettoia" o "del confine" (altologudorese affliscare).

Rìu frundìdu
– Letteralmente, "rio buttato, sperduto".

Rìu funtàna alidérru - Rio della fontana degli alaterni. Vedi Funtàna alidérru.

Rìu giòlvas [de sas) – (Rio Algiòva, trascrizione errata) Rio dei liburni" (Anagyris foetida), leguminosa arbustiva. Vedi Montiju de sas giòlvas e Nuraghe sas giòlvas.

Rìu isciàlzos - Rio dei terreni alluvionali.

Rìu istevère – Probilmente, "rio del sito disboscato". Vedi Istevère.

Rìu lavròne – Probilmente, "rio (del sito) dell'alloro grande". Vedi Lavròne.

Rìu lépris - Rio del sito delle lepri. Vedi Lépris.

Rìu lériga (sa) – Probilmente, "rio della lupinella" (Melilatus). Vedi sa Lèriga.

Rìu Martìne - Rio di Martino, nome proprio.

Rìu méschiris - Probabilmente, è una forma genitivale del latino Mercurius influenzata da mércuris che in logudorese settentrionale
È pronunciato mèhhuris. In tal caso il significato sarà quello di “rio di Mercurio”, nome proprio o cognome, oppure divinità romana. Per località dell’Anglona probabilmente dedicate a divinità romane. Confronta Màrtis.
Rìu mesìtta - Rio del piccolo tavolo". Vedi sa Mesìtta.

Rìu Nigolìttu - Rio di Nicoletta, nome proprio.

Rìu oltìja (sa) - Rio (del sito) delle ortiche". Confronta l'idronimo appresso. Vedi sa Oltìja.

Rìu péntuma (de) - Rio del dirupo. Vedi Péntuma.

Rìu pòlcalzos - Rio dei porcari.

Rìu rispìdu – Probabilmente, rio del sito spinoso. Vedi Rispìdu.

Rìu tiriàles - Rio dei siti delle ginestre, dal logudorese tirìa. Vedi Tiriàles.

Rìu truddàriga - Rio (del sito) dei mestoli". Vedi Truddàriga e Rìu baddulésu.

Rìu turrìttas (sas) - Rio delle  torrette. Non si conosce l'origine di questo idronimo avente come termine di riferimento il sostantivo turrìttas. Forse si tratta di torri nuragiche.

Rìu tuvuléddu - Rio del sito cespugliato minore. Denominazione oppositiva rispetto a un altro vicino toponimo, oggi in disuso, che era detto su Tùvu.

Rosàriu (su) - (Chiesa del) Rosario.

Rùghe (sa) - La croce. È la denominazione del moderno quartiere chiaramontese, sviluppatosi dopo l'ltimo conflitto mondiale ad Est del centro, dal quale è separato da un forte pendio che permette solo il collegamento stradale. Prende nome da una croce di ferro collocata sul curvone della S.S. n. 132. Anche il toponimo perfughese ha un'origine analoga per via di una croce di ferro, ora scomparsa, che dominava l'ingresso dell'abitato all'altezza della curva di Matzòne.

Runàghe - È la variante metatetica con la quale il classico monumento protostorico viene chiamato dai sardofoni anglonesi. A Perfugas e a Nulvi dagli anziani si sente ancora, in riferimento a singoli monumenti, la pronuncia altologudorese runàche (vedi Runàche àivu). Vedi il vocabolo Nuraghe seguito dalle singole denominazioni.

Rùnda de suelzùnis - Il ciglio roccioso di suelzùnis (vedi). Il sostantivo rùnda è sinonimo di coròna. Confronta Coròna majòre.

Rùnza de su erzunis - Trascrizione errata. Vedi il toponimo precedente.

 

Cfr. MAURO MAXIA, I nomi di luogo dell'Anglona e della Bassa valle del Coghinas, ed. Il Torchietto, Ozieri 1994, pagg.357-374

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Luglio 2016 08:00
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):