Home » Limba Sarda » Sale Maria » Sa pedra ch’est restada...

Immagini del paese

Chiesa Cunventu 9.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5542193

Notizie del giorno

 
Sa pedra ch’est restada... PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Lunedì 24 Marzo 2014 00:00

di Maria Sale

 

Sa pedra ch’est restada

in su trainu

est testimonza

muda

in segretesa.

S’est parada frimma,

non s’est resa

a sa pretesa

de andare...

Ted’esser in s’aficu

torra ‘e puntellare

ateros passos noòs

de babbu infritulidu

recuende in temporada.


Sa pedra ch’est restada

in su trainu,

s’ammentat su giampu

in pensamentos,

e-i s’andare cuntentos

de pitzinnos a maju

cun boghe ispantada.


Sa pedra ch’est restada

in su trainu

est granida e sicca,

iscolorida e trina

est falende a pedrighina,

est sola e assidigada.

Est pedra ismentigada

che-i s’abba ch’est passada:

inue isterria sa manu

e pianu

at istrejidu

sos primarios fiores

coloridos d’Eranu.


---

Traduzione in italiano a cura dell'autrice

 

La pietra che è rimasta...

 

La pietra che è rimasta

nel (mio) fiume

è testimone

silenziosa

e discreta.

E’ rimasta immobile

non si è arresa

alla pretesa

di andare...

Starà forse sperando

di sorreggere ancora

i passi del ritorno

di babbo infreddolito

in mezzo dal temporale.


La pietra che è rimasta

nel (mio) fiume

ricorda la traversata

pensosa,

e quell’andare sereni,

da ragazzi a maggio,

con vociare spassoso.


La pietra che è rimasta

nel (mio) fiume

è screpolata e secca,

scolorita e grigia

si sgretola e dissolve

è sola ed assetata.

E’ pietra ormai scordata

come l’acqua passata

dove allungavo mano

e piano

ha distanziato

le primizie di fiori

dai primaverili colori

Ultimo aggiornamento Domenica 23 Marzo 2014 17:47
 
Commenti (1)
Sa pedra
1 Lunedì 24 Marzo 2014 14:39
Caterina Brau
Delicata e forte questa poesia è molto bella

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):