Home » Giovanni » Giovanni » Ricordando Giovanni

Immagini del paese

IMG_2874.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 4743333

Notizie del giorno

 
Ricordando Giovanni PDF Stampa E-mail
Martedì 25 Dicembre 2007 13:53

Una vita breve

Giovanni Patatu nasce a Sassari il 25 Giugno 1972. Ma la sua vita si volge pressoché per intero a Chiaramonti. Qui frequenta la scuola materna, le elementari e il triennio delle medie. Quindi passa all'esperienza cittadina del Liceo Ginnasio "Azuni", a Sassari. Lo studio delle discipline umanistiche lo appassiona e coinvolge fin dalla prima ora. Più di quanto non appaia dai voti in pagella.


A Chiaramonti stringe le prime amicizie, le più importanti; quelle che segnano la sua vita breve e che di certo sarebbero rimaste intatte nel tempo. Qui incontra la ragazza che ama fino all'ultimo dei suoi giorni. La stagione liceale gli regala altre amicizie, ugualmente importanti e che tali rimangono sino alla fine. Quindi l'avvio dell'impegno universitario, sempre a Sassari, dove s'iscrive a Economia.

Di carattere gioviale ed esuberante (anche troppo, talvolta), alterna momenti di sana e allegra vita comunitaria con gli amici, ad altri d'impegno severo nello studio e nella pratica di quelle che sono le grandi passioni del suo tempo libero: il mare della Maddalena col windsurf e la vela; la Yamaha XT e la sua vecchia Cinquecento; la creazione di adesivi; la stampa con l'aerografo di motti e figure originali su magliette per sè e per gli amici; l'esecuzione di semplici lavori di falegnameria e, infine, la modellistica.

Dotato di spirito creativo, trae molto dal poco, tutto dal nulla. Ambizioso quanto si può esserlo a vent'anni, è tuttavia capace di accontentarsi anche del niente, se il caso lo richiede. Abile nel coinvolgere chi gli sta vicino, mostra di possedere la capacità straordinaria di collocarsi al centro dell'attenzione dei suoi amici. Che lo gratificano sempre con manifestazioni di stima e affetto. Anche oltre i suoi meriti reali.

l suo slancio vitale, i suoi sogni, i suoi progetti per il futuro, l'amore per Angela e per i suoi familiari s'interrompono però d'improvviso. Nella notte fra il 3 e il 4 di Maggio 1995, a ventitré anni non ancora compiuti, il suo cuore, pur generoso, lo tradisce, fermandosi per sempre.

c.p.

IL DISEGNO: LIBERTA'

Questo disegno rappresenta per me la libertà che si divincola da un intrico di colori. La libertà è espressa da un cavallo un po' irreale, che prende forma da un amalgama di colori brillanti; un po' confuso, ma presente.

I colori rappresentano la azioni ed i pensieri che ognuno di noi manifesta e che imprigionano il cavallo; ora essi sono di tinte forti, ora più tenui.

Antonio Manca (4/3/1996)

da: "Giova', ricordi pensieri e lettere da chi ti ha voluto bene", a cura di zio Tore, Sassari 1996

 

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Settembre 2008 22:36
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):