Home » Commenti agli articoli » Lista » Un po' di rossore scuote anche me

Immagini del paese

Chiaramonti panorama 27.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5563062

Notizie del giorno

 
Un po' di rossore scuote anche me
Scritto da Bernardo De Muro   
Sabato 04 Ottobre 2014 22:17

Caro, carissimo Carlo Patatu,

si, sono proprio io, l'autore di "Ai piedi dell'Olimpo tra sogno e racconto". Ed è giunto il momento di confessare a fronte alta il mio rossore: soltanto oggi leggo questa bella pagina, lei o tu che si rammarica di non "aver mai messo piede su questo Olimpo". E che anche grazie ad un libro - il mio appunto - la 'ripresa' del fiato è stata più facile e più immediata.

Grazie, caro, carissimo Carlo Patatu.

Ma poi, chi conosciamo già?

Ricordo con viva simpatia la sera che a Chiaramonti presentai - in forma più o meno drammatica, da 'leggio' - davanti ad un bel pubblico, ad una schiera di chiassosi volatili e di tanti monelli che se la giocavano alla grande. In tanti se ne lamentavano, di questi 'monelli'. Ma io, cambiando tema e registro ho detto loro che siamo stati noi a 'disturbare' i bambini che giocavano. Il loro diritto alla gioia e al moto libero e spontaneo. Ne ho ricavato qualche applauso in più...

Mi fermo qui perché temo che la connessione a internet salti all'improvviso, ma mi riprometto di continuare a farmi vivo con te o con lei, non so.

Un caro, carissimo abbraccio. Bernardo o Bernardo De Muro che nel frattempo ha scritto altri due libri: Elogio del poeta e, buon ultimo, SILENZI che martedi 30 u.s. ho presentato - sempre in forma di concerto - all'Aula Magna dell'Università degli Studi di Sassari con il 'Magnifico Rettore' come relatore... E' andata bene, la serata.

Speriamo che più che l'applauso potrà la memoria...

---

Tu, tu, carissimo. Diamoci del tu. I giovani ci hanno insegnato anche questa pratica, che conferisce maggiore levità al discorso e dona immediatezza al colloquio.

Niente scuse, per favore. Io sono in debito per quella bella serata e l'ancor più bella lettura. Che, lo ripeto, mi ha quasi obbligato ad ascendere quell'Olimpo. E' stata, per me, una giornata stupenda e una sorpresa inimmaginabile. Di ciò ti sono grato.

Congratulazioni e auguri per la nuova produzione. Vedrò di procurarmi quei libri, che leggerò con interesse.

Un abbraccio. (c.p.)

 
Questo è un commento di "L'Olimpo? È a Monteleone Rocca Doria"