Home » Personaggi » Vincenzo Murgia premiato con l’elefantino di bronzo

Immagini del paese

PIC00089.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 8331483

Notizie del giorno

 
Vincenzo Murgia premiato con l’elefantino di bronzo PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 
Domenica 28 Agosto 2016 08:59

Gli altri due elefantini assegnati allo studioso perfughese Mauro Maxia e alla Confraternita di Castelsardo – La premiazione è avvenuta sabato scorso a Nulvi nel convento di Santa Tecla

di Carlo Patatu

Assegnato al nostro compaesano Vincenzo Murgia uno dei tre elefantini di bronzo che, annualmente, mette in palio l’associazione “Nuovi Orizzonti per Castelsardo” col patrocinio dell’Unione dei Comuni dell’Anglona e del Consiglio Regionale.


La cerimonia della premiazione, condotta da Tore Patatu, si è svolta ieri sera a Nulvi, presso il salone del convento di Santa Tecla (Cunventu ‘e Josso), organizzata anche con la collaborazione dei Comuni di Castelsardo e Nulvi e dell’associazione locale Su Siddhadu.

I tre elefantini vengono assegnati ad altrettanti personaggi che, per le rispettive attività svolte in campo culturale, imprenditoriale o dello studio e conservazione delle tradizioni, hanno dato lustro alla regione Anglona.

Quest’anno i riconoscimenti sono andati a Mauro Maxia, studioso del territorio anglonese, linguista, scrittore e poeta nativo di Perfugas; all’imprenditore chiaramontese Vincenzo Murgia e alla Confraternita di Castelsardo.

A Vincenzo Murgia il premio è stato conferito con la seguente motivazione:

Vincenzo Murgia, nativo di Chiaramonti, è figlio d’arte. Associandosi fin da subito all’azienda creata da suo padre Giovannino con un altro partner, opera nel settore alimentare fin dal 1968.

Ma presto quella prima iniziativa gli sta stretta, nonostante i successi ottenuti e un portafoglio clienti di tutto rispetto. E così, nel 2001, procede all'acquisizione di un’altra società isolana del settore, per confluire poi nel Gruppo Alimentare Sardo, che gli consente di arricchire in modo rilevante il listino aziendale, passando da 300 articoli a oltre 7.500. Quindi pone mano a una riorganizzazione radicale dell'azienda, con l'ingresso in società dei figli Giovannino e Manuel. Che, già operativi nel settore commerciale, ottimizzano al meglio l'attività di vendita in tutta la Sardegna e la Corsica.

Oggi il Gruppo Alimentare Sardo, di cui Murgia è amministratore delegato, è una delle più importanti e dinamiche realtà imprenditoriali dell’Isola, specializzata nella commercializzazione di prodotti alimentari secchi, freschi e freschissimi, gelo e carne, ma non  solo. Oltre a una linea di prodotti non alimentari per la ristorazione. L’azienda ha la sede operativa nella zona industriale di Sassari (Predda Niedda) in una struttura che copre un’area di dodicimila metri quadri, di cui seimila di superficie coperta e si avvale di dotazioni informatiche in grado di aggiornare il terminale via GSM e di avere sempre monitorata la situazione completa (commerciale, amministrativa e statistica) del cliente.

Il suo scopo primario?

“Il nostro lavoro – dice con orgoglio – è finalizzato soprattutto a promuovere la produzione locale. Paste, dolciumi, formaggi, salumi, vini che sono frutto dell’inventiva e dell’operosità di piccole aziende a gestione cooperativistica o familiare. Prodotti che conservano profumi e sapori tradizionali della Sardegna. Non tralasciando, ovviamente, quanto di meglio ci offre, in materia di ristorazione e catering, il panorama internazionale”.

Infine Vincenzo Murgia è anche presidente della Cooperativa Italiana Catering, centro nazionale coordinamento acquisti, sorta nel 1999 e di cui è uno dei fondatori. Vi fanno capo numerose aziende consimili sparse nella Penisola.

Il successo di Murgia inorgoglisce non poco i suoi compaesani. A conferma che i chiaramontesi, messi alla prova in ambienti estranei, non si ritraggono. Anzi, sono capaci di dare il meglio di sé.

In sintesi, questa è la bella storia di un giovane anglonese che, nemmeno ventenne, si forma, lavorando accanto al padre, nel duro tirocinio della conduzione aziendale. Il che non manca di trasferire ai figli Giovannino e Manuel, oggi i suoi più preziosi collaboratori.

A Vincenzo e ai suoi validi coadiuvanti le nostre felicitazioni e i migliori auguri per l’attività futura dell’azienda.

 

Le foto sono di Manuel Murgia, che ringraziamo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Febbraio 2019 20:19
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):