Home » La Tribuna » La Tribuna » Una replica doverosa a Nessuno

Immagini del paese

giardini.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5259020

Notizie del giorno

 
Una replica doverosa a Nessuno PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 
Domenica 16 Ottobre 2016 16:18

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio; per ora, ci scrive il nostro lettore amante dell’anonimato

di Carlo Patatu

 

Il lettore Nessuno ha replicato privatamente al mio appello.  (v. Un appello al lettore Nessuno)

Lo ha fatto con un nuovo messaggio, molto cortese. Nel quale, fra l’altro, non manca di esprimere considerazione nei miei confronti. Ma, come ben si rileva dalla frase con la quale titola il proprio scritto (fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Per ora, dice lui), se ne sta sulle sue.

Per dirla in soldoni, non si fida di me, ancorché io gli sia ben noto, oltre che responsabile di questo blog. Ma gli piacerebbe che io mi fidassi di lui, che si presenta a me (ma pure ai lettori) col volto coperto di un Nessuno qualunque. Vi pare ragionevole? A me no.

Ebbene, caro amico lettore, neppure io mi fido di te, come già ho avuto modo di ribadire in passato. Il perché l’ho ripetuto fino alla nausea.

Tuttavia un paio di cose mi preme chiarirle, se già non ci sono riuscito in precedenza. La mia condizione anagrafica (veleggio verso le 81 primavere) dovrebbe indurmi ormai alla rassegnazione su quanto mi accade intorno, compresa la gestione non entusiasmante del nostro Comune. Come pure di quelle a livello regionale e nazionale.

Eppure non mi sono ancora rassegnato. Anche se, di tanto in tanto, la tentazione mi assale. Sovente mi prende la voglia di gridare: fermate il mondo! Voglio scendere. Ma poi mi passa. D’altra parte, potrei vivere senza indignarmi e, all’occorrenza, dire la mia? No, non potrei. Ecco perché, a breve, dirò apertamente quello che penso, ancora una volta e per quel che vale, sulla vicenda vergognosa della ex caserma dei Carabinieri e su altre incompiute chiaramontesi.

Invece tu, caro Nessuno, ti concedi il lusso di prendere tempo. In attesa di non so che cosa. Probabilmente sei giovane e di primavere ne hai ancora tante, davanti a te. Come si legge nella Bibbia (l’Ecclesiaste, mi pare), c’è un tempo per vivere e un tempo per morire. Insomma, c’è un tempo per ogni cosa. Ma, attento! Il vecchio adagio ammonisce: chi ha tempo non aspetti tempo…

Come ben sai, queste pagine sono anche a tua disposizione. Approfittane! Ti si richiede una sola cosa: presentarti a me col volto scoperto. E, se tu lo vorrai, ai lettori sarai presentato con uno pseudonimo da te scelto. In breve, l’atto di fiducia deve essere non unilaterale, ma reciproco.

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):