Home » Cronache del passato » 1917, Chiaramonti - Gravi irregolarità verificatesi nella vendita del grano fatta ai comunisti[1] e nei sussidi assegnati, liquidati e distribuiti alle famiglie dei richiamati al militare servizio

Immagini del paese

Immagine 004.jpg

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5768361

Notizie del giorno

 
1917, Chiaramonti - Gravi irregolarità verificatesi nella vendita del grano fatta ai comunisti[1] e nei sussidi assegnati, liquidati e distribuiti alle famiglie dei richiamati al militare servizio PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Martedì 03 Gennaio 2017 00:00

di Giorgio Falchi


La Commissione incaricata di provvedere il grano a questa popolazione, dopo di aver ottenuto dal Governo parte di quello stato requisito ai proprietari, facevasi lecita di alienare alle famiglie dalla stessa favorite il grano duro, ed alla povera gente il tenero allo stesso prezzo del primo; per quanto da tutti ritenuto di minor resa di pane e frammisto a polvere e sabbia.

Acciò aggiungasi che, mentre le menzionate qualità di cereale dalla Commissione venivano acquistate a peso, invece ai consumatori venivano vendute a misura; onde ai compratori toccava di sopportare la perdita di circa quattro litri di grano per ogni starello della capacità di litri ventisette: nonostante nel prezzo fissato in vendita fossero state messe a carico degli acquirenti le spese riferentesi all’acquisto dei sacchi: della misurazione e del trasporto da Sassari a questo comune.

Che si dirà poi delle gravissime irregolarità colposamente state commesse nell’assegnazione dei sussidi alle famiglie dei militari richiamati ed in danno delle vedove e degli orfani dei rimasti uccisi sul campo della gloria?

Anche un tal ramo di pubblico e delicato servizio fu inquinato dal più spudorato favoritismo; perocchè le concessioni e i rifiuti ebbero loro fondamento nella simpatia od antipatia, anziché giusta le norme dell’imparzialità, del giusto e dell’onestà.

Altronde, per maggior danno, il sindaco (...), assenziente il suo (...) satellizio, commetteva la distribuzone dei sussidi ad un individuo, che lasciò sempre a desiderare per onestà, per prudenza e per serietà di giudizio; e tal predilezione andò dovuta a motivi dei quali è bello tacere (...). Per cui non tardarono a verificarsi rimostranze e clamori da parte dei sussidiati; ritenendosi lesi nei loro legittimi diritti: senzachè la Commissione siasi presa la minima cura di appurare i fatti addotti dai reclamanti; onde prendere solleciti ed opportuni provvedimenti.

 

Cfr. CARLO PATATU, Chiaramonti, - Le cronache di Giorgio Falchi, ed. Studium adp, Sassari 2004, pagg. 219-220.

 


[1] Ossia agli abitanti di questo Comune.

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Gennaio 2017 11:05
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):