Home » Commenti agli articoli » Lista » Sos sòtzios de su sabone

Immagini del paese

Castello 25.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 4832733

Notizie del giorno

 
Sos sòtzios de su sabone
Scritto da Tore Patatu   
Lunedì 06 Marzo 2017 17:21

"Sos sotzieddos" venivano chiamati "sòtzios de su sabone" perché, solitamente, avevano il pavimento a "ismaldu".

Questo pavimento era costituito da un impasto di fanghiglia, spesso prelevata da una cava di su Giumperi. Da bambini, con lo stesso materiale, ci divertivamo a costruire aeroplanini e figure stilizzate di animali, che chiamavamo appunto "freguras de sabone".

L'impasto di fanghiglia, "su ludu", veniva sistemato nel pavimento della stanza, livellato alla meno peggio, e lasciato ad asciugare. Dopo un paio di giorni, aveva bisogno di essere ulteriormente rassodato. Operazione che veniva eseguita con metodi assolutamente empirici e con manod'opera a basso costo. Solitamente si invitavano dei ragazzotti scalzi a correre per ore sul pavimento di fango, per farlo "ammaldare". Cioè, per farlo diventare "ismaldu", il cemento dei poveri.

Durante i balli, con l'umidità che veniva a crearsi nella stanza, arricchita anche da qualche bicchiere di acqua o di vino maldestramente versati per terra, il pavimento diventava scivoloso a tal punto che sembrava di ballare su una superficie di sapone.

Da cui, "su sòtziu de su sabone".

 
Questo è un commento di "Carrasciale e su soziu ‘e su sabone"