Home » La Tribuna » La Tribuna » Un allevamento di bufali a Chiaramonti

Immagini del paese

Chiara parr.negativo.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5259053

Notizie del giorno

 
Un allevamento di bufali a Chiaramonti PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Lunedì 03 Luglio 2017 20:48

Il giovane Claudio Truddaiu si è lanciato in una impresa tutta nuova, per questo paese e non solo

di Carlo Patatu

E bravo Claudio Truddaiu. Leggo la notizia sulla Nuova Sardegna di ieri: a Chiaramonti ora abbiamo le bufale. In senso faunistico, ovviamente.

Pur continuando a svolgere il proprio mestiere, che esercita con passione e competenza (addetto al controllo della qualità del prodotto presso la Sella&Mosca), si è lanciato in un’impresa che non ha precedenti, da queste parti: l’allevamento di bufale. Che forniscono latte e carni di qualità ottima. Ma pure la mozzarella, ingrediente gustoso anche per le pizze, apprezzata e richiesta dai mercati di tutto il mondo.

Il giovane imprenditore è figlio d’arte.

I suoi genitori, allevatori da sempre con una bella azienda in regione Pentuma, a Sassu Altu, non praticano più l’allevamento del bestiame e l’agricoltura secondo i canoni classici. Infatti hanno messo su da tempo un agriturismo che, oltre a garantire un’ospitalità cordiale e cibi genuini, offre agli ospiti vedute mozzafiato, trovandosi il centro aziendale su un’altura con vista panoramica a 360 gradi.

Ma non basta. Essi hanno pure organizzato la cosiddetta fattoria didattica, per la gioia di scolari e studenti delle scuole dell’infanzia e dell’obbligo. Ai quali è data la possibilità di assistere e partecipare di persona a tutte le fasi della produzione del latte, formaggi, ricotta, pane, dolci e così via.

Ecco, il giovane Claudio è cresciuto in questo clima. Non ha destato meraviglia, pertanto, la notizia dell’intrapresa, che vede ora pascolare una mandria di otto bufale in un territorio del tutto nuovo per quel genere di animali. Il ragazzo aveva manifestato, anche in altre occasioni, idee e progetti innovativi e persino rivoluzionari per questo paese sonnacchioso.

Tuttavia, sottolinea l’interessato, prima di avventurarsi nell’impresa, ha acquistato libri sulla materia e ha studiato per capire. Ha fatto qualche giro per visitare allevamenti di bufali oltre mare, ha gustato le carni che vi si producono e si è così convinto che anche in Sardegna c’è spazio per un’attività di tal genere.

E qui c’è da sottolineare un’altra novità: l’allevatore che studia sui libri, si aggiorna, si documenta e va a constatare di persona cosa fanno gli altri. Da sempre siamo abituati a registrare certa prudenza, certa ritrosia da parte degli allevatori nostrani (ma non solo) quando si tratta di percorrere strade nuove nel comparto agropastorale.

Gli auguri di buon lavoro e di buona riuscita dell’impresa sono d’obbligo. Anche perché l’iniziativa di Claudio Truddaiu sta a testimoniare che questo paese è ancora vivo e possiede risorse umane che lasciano bene sperare per il futuro.

In bocca al lupo!

 
Commenti (2)
Chiaramontese emigrato
2 Martedì 04 Luglio 2017 15:25
Eliseo

Non conosco personalmente Claudio, ma voglio Augurargli una vita di successi nella nuova impresa, che lo vede protagonista. BRAVO!

Artigiano
1 Lunedì 03 Luglio 2017 23:42
Alessandro Chirigoni

Da mezzosangue Chiaramontese ne sono fiero. COMPLIMENTI

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):