Home » Commenti agli articoli » Lista » Onoranze funebri ad Antonio Brunu

Immagini del paese

Chiaramonti panorama 26.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5765693

Notizie del giorno

 
Onoranze funebri ad Antonio Brunu
Scritto da c.coda   
Giovedì 03 Agosto 2017 18:06

Chi si espone a raccontare storie del passato, come in argomento, lo fa con il prezioso sostegno di documentazioni sotto mano. In alcun modo aggiungendo elementi non attestabili. Ancor meno ricordi o per sentito dire. Nomi, fatti e date, sono sempre raccolti da fascicoli ufficiali, o pubblicazioni del periodo, così come in questa circostanza.

La fonte è il quotidiano l' ISOLA del 23 febbraio 1941 - seconda pagina- rubrica “Notiziario dell'isola”: [Chiaramonti, 22 - ANTONIO BRUNU -L'albo della gloria ….... Imponenti sono stati i funerali, ai quali hanno preso parte tutte le Autorità e Organizzazioni fasciste col gagliardetto del Fascio, la sezione dei Combattenti e Mutilati con bandiera, le scolaresche con gagliardetto e l'intera popolazione.....]. Sottolineo l'ultimo passaggio: ".... e l'intera popolazione...".

A questa mi sono attenuto.

L'onoranza funebre, di cui in articolo, come avveniva spesso in tempo di guerra, potrebbe (uso il condizionale) essere stata officiata non "con corpore praesenti". Ecco perché, in alcuni casi, ancor oggi, lo si mette in rilievo alla pubblicazione degli annunci funebri. Siamo certi, comunque, che Chiaramonti, in quei giorni del febbraio 1941, ha ossequiato, con tutti i dovuti onori, un suo Figlio e la popolazione ha contestualmente espresso, durante la funzione religiosa, "alla consorte, alla madre, ai fratelli e ai parenti tutti, le più sentite condoglianze".

Nota.

Aggiungo una precisazione al commento “Ricordi”: Gavino Brunu non era il fratello maggiore di Antonio (nato 3 febbraio 1904), bensì minore, essendo nato il 26 ottobre 1906. Lo era piuttosto nei confronti dell'altro fratello, Eugenio (nato 1 febbraio 1911). I dati citati sono sottoscritti dal parroco della San Matteo -Giuseppe Calvia- e sono recuperati da “quinque libri”, liberamente consultabili presso l'Archivio Storico dell'Arcidiocesi di Sassari.

Da intendersi che, talvolta, le date annotate nei registri parrocchiali non coincidono con quelle presenti all'Anagrafe del Comune, ma discostandosi di qualche giorno. È accaduto.

 
Questo è un commento di "Antonio Brunu nell'Albo della Gloria"