Home » Limba Sarda » Varie » Luigi Cattaneo e le cere anatomiche di Clemente Susini

Immagini del paese

ch.s.giovanni4.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5768380

Notizie del giorno

 
Luigi Cattaneo e le cere anatomiche di Clemente Susini PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Giovedì 17 Agosto 2017 13:01

di Paolo Pulina


Nei miei scritti sulle personalità scientifiche e letterarie che uniscono Pavia con la Sardegna mi è già capitato di soffermarmi sulla figura di Bruno Zanobio  (Milano,1926 - 2015), medico, docente e storico della medicina. Alunno del Collegio Ghislieri, si laureò in Medicina presso l’Università di Pavia nel 1950.

Nell'ateneo pavese iniziò la sua carriera accademica e di ricerca. A poco a poco, i suoi interessi si orientarono sempre più verso la Storia della medicina, ambito in cui ottenne la libera docenza nel 1968. Diresse dal 1970 al 1985 il Museo per la storia dell'Università di Pavia, occupandosi della sua riorganizzazione e valorizzandone il prezioso patrimonio storico.

Nel 1970 collaborò con l'anatomista Luigi Cattaneo allo studio e alla prima catalogazione della straordinaria collezione di Cere anatomiche di Clemente Susini conservate presso l’Università degli Studi di Cagliari.

Ebbene, approfondendo ultimamente la storia di questa eccezionale collezione di Cere anatomiche, ho scoperto che anche Luigi Cattaneo deve essere inserito a pieno titolo nel novero delle personalità scientifiche che collegano la provincia di Pavia e la Sardegna.

Luigi Cattaneo nacque infatti  a Cura Carpignano (Pavia, poco meno di 5.000 abitanti), il 10 febbraio 1925. Si laureò con lode nel 1950 in Medicina e Chirurgia nell'Università di Pavia e qui svolse i suoi primi insegnamenti accademici.

Il 1 gennaio 1963  Cattaneo ricevette l'incarico di insegnamento di Anatomia umana normale nella Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Cagliari. Nello stesso anno fu vincitore del concorso a Cattedra di Anatomia umana normale per cui fu chiamato il 16 gennaio del 1964 dalla facoltà medica cagliaritana a ricoprirne il ruolo. Il periodo cagliaritano fu coronato da grandi successi personali che fecero del Cattaneo uno fra i più amati e stimati docenti nazionali.

L'Istituto anatomico divenne un fiore all'occhiello della Facoltà medica cagliaritana anche per la raccolta delle Cere anatomiche del Susini riparate personalmente dal Cattaneo e riportate all'antico splendore. Prima di lasciare Cagliari per Bologna, dove fu chiamato nel 1966-67, Luigi Cattaneo curò la preparazione della prima edizione del catalogo delle Cere anatomiche cagliaritane.

Anche presso l'Università di Bologna Cattaneo realizzò un Museo delle Cere anatomiche  di grande valore storico e artistico, che oggi porta il suo nome. La Facoltà medica dell’Università della sua formazione e della sua iniziale attività accademica  nel 1977 richiamò Cattaneo a Pavia, dove visse fino  al 1 aprile 1992.

Due osservazioni finali. La scheda del Museo di Cere anatomiche dell'ateneo bolognese non riporta neanche una riga  relativa alla biografia della figura alla quale è intitolato.  Non vedo inoltre in Internet nessuna intestazione a Cura Carpignano di una scuola o di una via in memoria del cittadino illustre Luigi Cattaneo.

Per questo mi è sembrato giusto proporre questo ricordo fuori della Sardegna, informando contestualmente che la scheda del Museo delle Cere anatomiche di Cagliari dedica un'ampia nota biografica a Luigi Cattaneo (e naturalmente anche a Susini e Zanobio)  e che Cattaneo e Zanobio sono stati insigniti della cittadinanza onoraria da parte del Comune di Olzai (Nuoro) in  memoria del medico nativo del luogo, Francesco Antonio Boi (Olzai 1767 - Cagliari 1850), che aveva collaborato con il ceroplasta Clemente Susini (Firenze 1757-1814).

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Agosto 2017 13:05
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):