Home » Limba Sarda » Varie » Cantigos de coros 2017, una serata splendida

Immagini del paese

restauro3.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5930270

Notizie del giorno

 
Cantigos de coros 2017, una serata splendida PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Domenica 10 Dicembre 2017 23:16

Su Coro de Tzramonte ha portato a compimento con successo la XIII edizione del tradizionale spettacolo prenatalizio

di Carlo Patatu

A nos bidere sanos e a un’ater’annu mezus. Bonas festas a tottu. Così, Sabato sera, attori e spettatori, ci siamo salutati al termine della XIII edizione di Cantigos de coros, lo spettacolo prenatalizio che Su Coro de Tzaramonte, presieduto da Vanni Manchia e diretto dal maestro Salvatore Moraccini, offre tradizionalmente a Chiaramonti e ospiti.

La manifestazione, svoltasi nella struttura polivalente di Funtana Noa e presentata da Tore Patatu, aveva in cartellone quattro cori: due locali e due esterni. Fra quest’ultimi, il Coro Confraternite Santa Margherita di Bultei, diretto dal maestro Gianluca Fadda, e il Coro Santu Jorgi di Bitti, diretto dal maestro Giorgio Rusta. Al quale sono andati gli auguri calorosi del pubblico per l’imminente nascita del primo figlio. Dei locali, oltre agli organizzatori, si è esibito pure il Coro Doria, ugualmente diretto da Moraccini e composto di sole donne.

I quattro complessi hanno deliziato gli astanti con canzoni intonate prevalentemente al natale e rigorosamente in lingua sarda. Il che non ha mancato di creare un’atmosfera di attesa, carica di ricordi nostalgici e quant’altro l’imminenza delle feste natalizie è capace di suscitare. Gli applausi, calorosi e prolungati, hanno sottolineato le singole esecuzioni. In conclusione, tutti i coristi, insieme agli spettatori, hanno eseguito Deus ti salvet Maria. Una bella emozione.

E così come i salmi finiscono solitamente in gloria, il concerto dei quattro cori si è concluso col consueto incontro conviviale, con un ricco menu a base di prodotti tipici locali. L’invito a parteciparvi è stato rivolto dal presidente Manchia non soltanto ai protagonisti della serata, ma a tutti i presenti in sala.

Onore al merito, dunque. Complimenti ai membri de Su Coro ‘e Tzaramonte e al loro impegno costante nel proseguire su una strada non facile che, avviata una dozzina di anni fa, continua a portarli in giro per l’Europa quali ambasciatori delle nostre tradizioni, delle nostre consuetudini e, segnatamente, del nostro ricco patrimonio nel campo etno-musicale e della poesia in limba.

Alla prossima, dunque e, come è solito ripetere Piero Marras, a nos bidere sanos, a nos bidere sardos.

 

Le foto sono di Tinuccio Pinna, che ringraziamo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Dicembre 2017 01:03
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):