Home » La Tribuna » La Tribuna » Il popolo anglonese delle slot machines

Immagini del paese

IMG_2875.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7003085

Notizie del giorno

 
Il popolo anglonese delle slot machines PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Domenica 31 Dicembre 2017 00:00

Nei 13 Comuni dell’Anglona le giocate del 2016 ammontano a quasi 20 milioni di euro, pari al 6,38% del reddito annuo della popolazione

di Carlo Patatu

Oltre che di santi, navigatori ed eroi, siamo pure un popolo di giocatori. Accaniti e stregati dalle slot machines, o macchinette, dislocate nei punti più riservati dei nostri caffè. Mi riferisco a quelle macchine che ingoiano con voracità le monete che vi s’introducono e che, di tanto in tanto, ne restituiscono un bel mucchietto ai più fortunati. Che non sono i più.

I dati forniti dalla GEDI-Quotidiani locali[1] sono impietosi e ci delineano un’immagine poco confortante circa talune passioni inconfessate dei nostri amici, compaesani o conoscenti. I numeri messi in fila non hanno mancato di destare, almeno in me, un po’ di meraviglia.

Si, mi sono stupito leggendo che in Italia, nel solo 2016, 400mila di quelle macchinette infernali hanno trangugiato 49 miliardi e passa di euro. L’equivalente di più manovre del nostro striminzito bilancio nazionale, pari al 6 per cento del reddito annuo medio individuale.

Nella nostra regione, ci fa sapere La Nuova Sardegna[2], le giocate hanno superato il miliardo di euro. Ciascun sardo, mediamente, ha speso in quel gioco 662 euro, il che ci colloca al 16° posto nella graduatoria nazionale.

Mi sono divertito a estrapolare alcuni dati inerenti alla nostra Anglona e ai singoli comuni che ne fanno parte. I quasi 25mila anglonesi, durante l’anno 2016, hanno dato in pasto alle slot machines poco meno di 20 milioni di euro (oltre 38 miliardi delle vecchie lire). Sono fuori dal mondo, se dico che mi pare un po’ troppo? Eppure i numeri forniti dalla GEDI- Quotidiani locali fanno riferimento a quanto ha rilevato l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Pertanto siamo in presenza di dati ufficiali.

Restando ancora sul terreno anglonese, la tabella riportata qui sotto ci dice che i comuni più virtuosi, ove le giocate sono al di sotto della media nazionale (6% del reddito individuale) sono Chiaramonti, Laerru, Martis, Tergu e Viddalba: 5 su un totale di 13. Tre di questi (Bulzi, Erula e Sedini sono in linea col dato nazionale; gli altri (Castelsardo, Nulvi, Perfugas, Santa Maria Coghinas e Valledoria) vanno oltre quel dato.

C’è da dire, tuttavia, che i soldi divorati dalle macchinette non vanno interamente in fumo. Il sistema informatico ne restituisce una parte anche ai giocatori. Non in relazione alle somme investite ovviamente. Ma a caso. A chi tocca tocca. Il resto prende altre strade. Delle giocate complessive registrate nel 2016, l’algoritmo che governa quei giochi ha assegnato alle vincite il 71,6%; allo Stato il 17,5%; agli esercenti il 6%; ai gestori il 4,35 e ai concessionari lo 0,5%.

Una bella torta che, a ben vedere, accontenta molti. Soprattutto l’Erario, che fa affari d’oro sulla pelle di chi soffre di ludopatia e, assatanato dal gioco, si lascia prendere la mano da quelle macchine, finendo col restare, talvolta, persino in mutande.

Buon anno a tutti.

Comune

Popola

Reddito

Apparecchi

Spesa anno

% su

Tot. spesa anno

zione

pro capite

nel Comune

pro capite

reddito

nel Comune

Bulzi

512

12.875,00

8

727,00

6,00

372.224,00

Castelsardo

5.946

12.856,00

77

1.252,00

10,00

7.444.392,00

Chiaramonti

1.640

12.769,00

8

329,00

3,00

539.560,00

Erula

742

11.813,00

28

652,00

6,00

483.784,00

Laerru

903

12.033,00

9

554,00

5,00

500.262,00

Martis

517

13.062,00

8

598,00

5,00

309.166,00

Nulvi

2.732

12.823,00

36

848,00

7,00

2.316.736,00

Perfugas

2.376

13.080,00

38

978,00

7,00

2.323.728,00

S. M. Coghinas

1.390

13.430,00

23

876,00

7,00

1.217.640,00

Sedini

1.338

13.306,00

13

764,00

6,00

1.022.232,00

Tergu

596

13.549,00

3

244,00

2,00

145.424,00

Valledoria

4.332

13.742,00

113

2.181,00

16,00

9.448.092,00

Viddalba

1.717

12.632,00

11

336,00

3,00

576.912,00

Tot. Anglona

24.741

12.920,77

375

795,31

6,38

19.677.502,92

Nota: elaborazione di Carlo Patatu su dati desunti dal sito internet di cui alla nota n.1.


[2] Cfr. 18 dicembre 2017.

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):