Home » Istituzioni » La Chiesa e le chiese » A trent’anni dal Centenario

Immagini del paese

Castello 34.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7158484

Notizie del giorno

 
A trent’anni dal Centenario PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Mercoledì 31 Ottobre 2018 14:53

Fauste ricorrenze: la edificazione della nuova chiesa parrocchiale, consacrata il 16 Settembre 1888

di Claudio Coda

A Settembre è trascorso il 130° genetliaco della consacrazione (16.09.1888) della parrocchiale San Matteo. L'ultimo, per grandezza rituale, religiosa e civile, si tenne nel 1988, in occasione del Centenario.

Vasto ed efficace il ricordo di quella ricorrenza che fu, sotto ogni profilo, vissuta ed interpretata da tutte le realtà locali. A coordinare le celebrazioni la Pro Loco -di cui io ero presidente- con la collaborazione della Parrocchia, rappresentata da don Giovanni Antonio Tilocca; il Comune, sindaco prof. Gavino Scanu; la Direzione Didattica, prof. Carlo Patatu.

Il Comune assegnò alla Pro Loco, quale capofila organizzativa, un contributo di 20.500.000 lire, al termine rendicontate. Le attività collaterali, tra patrocinanti, questua e privati, giovarono altri 5.312.000 lire. Si gestirono, in totale, 25.812.000 lire.

Il Gruppo Giovanile Parrocchiale aveva predisposto un testo, su contributo della Biblioteca Comunale, “CHIARAMONTI – il territorio e la sua Storia”. Sostenuti, nella stesura, dal dott. Carlo Patatu, dal prof. Angelino Tedde e da mons. Zichi della Curia Vescovile. Diversi i temi trattati: Cenni storici riferibili dall'epoca pre-nuragica alla contemporanea. Ovviamente non poteva mancare la cronistoria della Parrocchia sin dalla sua edificazione. In copertina, un disegno realizzato dalla prof.ssa Rina Pitzolu; il testo corredato da foto realizzate dal giovane Gianni Porru e per la stesura dattiloscritta si è avvalsi della disponibilità dell'impiegata comunale rag. Tonina Stincheddu.

Si tennero festeggiamenti laici e, per vivacizzare la Comunità, serate musicali: Piero Marras, cantautore e polistrumentista, allora 39enne; cantadòres a chitèrra (Franco e Gianni Denanni, se non vado giù con la memoria) e serata de poètes, cùn tìu Juànne Seu. Altra serata con un complessino rimediato all'ultimo momento, tanto per far festa. Anche la Scuola partecipò con letture di brani durante le funzioni religiose.

Inoltre, la Scuola Elementare provvide ad organizzare un incontro culturale, nell'ambito della programmazione scolastica: ma retrodatato rispetto al calendario, ovvero all'inizio dell'a.s. 1988/89. Era il 15 novembre del 1988 e gli alunni della 5^ proposero una serata, nelle navate della San Matteo. Erano stati preparati e accompagnati dalle insegnanti di classe: Assunta Casu, Piera Dessole, Maria Angela Pitzolu, Luisella Porcu e Tonina Ruzzu.

Questo il testo, in apertura dell'incontro:

Siamo i bambini di Chiaramonti e l'anno scolastico scorso, in occasione del 1° Centenario della consacrazione della Parrocchia di San Matteo abbiamo recitato alcune preghiere tratte da “Sa Dottrinetta” scritta da Bainzu Cossiga e nostro concittadino”. A seguire una conferenza, SPIRITUALITÀ e RELIGIOSITÀ nelle RAPPRESENTAZIONI SACRE in SARDEGNA”, il cui prestigioso relatore era un monsignore: Pietro Meloni, allora vescovo di Ampurias-Tempio.

Alla serata anche il Coro della Confraternita di Santa Croce di Castelsardo, con l'esecuzione dei brani “Stabat Mater[1] e “Miserere[2].

Gli alunni proposero letture de “S'iscravamèntu de nostru Segnòre Gesù Cristu: sa passiòne e sa morte”, testo di Nicola Migaleddu-Mundula, di Martis.

 

 

 

 

Personaggi ed interpreti de S'iscravamèntu:

  • PROLOGO: Ernesta Burrai

· LETTORI: Simona Tedde e Alberto Mario Coda

· CRISTO: Marco Pischedda

· MARIA: Valentina Pinna

· MADDALENA: Vittoria Pinna

· GIOVANNI: Francesco Stincheddu

· GIUSEPPE D'ARIMATEA: Gian Luigi Marras

· NICODEMO: Ronny Mureddu

· Angelo 1: Daniele Soddu

· Angelo 2: Danilo Schintu

· Pie donne: Ilaria Biddau, Sara Puggioni, Oriana Ruiu e Anna Serra

CORO:

  • Marco Borrielli

· Gianfranco Cappai

· Marco Meloni

· Simone Ledda

· Giovannino Murgia

· Massimo Murru

· Giuseppe Sanciu

· Massimo Sarobba

· Gianfederico Schintu

· Carlo Spanu

· Dario Truddaiu

Così sono trascorsi trent'anni, sembra ieri. Sembra !

In questi ultimi trent'anni, sono tanti i parroci succedutisi nel tempo, quasi quanto nei precedenti cento anni: otto fino al 1988, mentre nel periodo successivo ben cinque: Giovanni Antonio Tilocca, Costantino Poddighe, Virgilio Bosinco, Paolo Sini e Paolo Tirotto. Ma anche amministratori parrocchiali: Bastianino Pirino e Gavino Sanna. Proprio in questi giorni è arrivato altro amministratore parrocchiale: don Gabriel Mpolo di origine congolese. Da cittadino, gli auguro buona missione e permanenza.


Le immagini sono dell'autore, che ringraziamo.



[1] Melodia di Giovanni Battista Pergolesi.

[2] Salmo penitenziale.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Novembre 2018 10:37
 
Commenti (2)
Iniziative culturali Centenario.
2 Venerdì 02 Novembre 2018 00:21
c.coda

Caro Tore,


purtroppo, non mi ritrovo altra documentazione, in merito, altrimenti l'avrei senza dubbio presentata. E dire che ho avuto, sempre, la "mania" di conservare. Sarebbe giusto, a futura memoria, integrare quanto già esposto e che tu ricordi. Ma serve materiale informativo per una narrazione completa ed esaustiva. Ma non demordo, Santu Matèu nos agiùet.


Per quanto riguarda la fausta ricorrenza del Centenario, a mia memoria e fondata su documentazione, salvo altre, fu presa nel febbraio del 1988 – dalla Pro Loco- quando propose al parroco don Tilocca, di riportare in "auge" la cerimonia de “s'Iscravamèntu”, abbandonata da qualche lustro dal precedente parroco e mai più sollecitata dai fedeli.


Ricordo pure la titubanza che ebbe il parroco quando gli feci la proposta, che rispose negativamente, aggiungendo: sono riti pagani ! Poiché aveva davanti uno che non molla, rispose: se per questo, la Chiesa, ne sfrutta parecchio, di questi riti. Insomma, forse commettendo un sacrilegio e per di più in sacrestia. Però devo dire che, subito dopo, acconsentì e alzando gli occhi al cielo:... speriamo che i parrocchiani partecipino !


Un successo, da Prima alla Scala (e qui c'è altra cronaca nella cronaca, soprattutto in riferimento ai preparativi). Evidentemente ai fedeli, e ci metto dentro anche gli infedeli amanti delle rappresentazioni scenografiche, era stata tolta una tradizione, pagana o non pagana che fosse. Da qui nacque l'idea di portare avanti l'eccezionale anniversario, quello del Centenario, coinvolgendo l'Amministrazione Comunale, le Scuole in tutte le sue componenti, le realtà industriali, allora presenti e le società sportive. E la nave partì alla grande.


Ps - Quel 1988 fu un anno intenso di iniziative, in paese: il 20 marzo si tenne la 1^ Giornata dell'Anziano e, nella prima decade di settembre, la 1^ Gita degli Anziani (e diversi giovanotti/e per rallegrare il viaggio) in Valle d'Aosta e Svizzera.

Iniziative culturali in occasione del centenario della costruzione della chiesa di San Matteo
1 Giovedì 01 Novembre 2018 11:26
Tore Patatu

Se non ricordo male, in quella occasione furono tenute una decina di conferenze, una delle quali la tenni io nella sala consiliare. Ricordo di aver parlato in sardo, ma, purtroppo, (son passati 30 anni) non ricordo l'argomento. Sarebbe il caso di ricordare i titoli di tutte le conferenze e i nomi dei relatori. È microstoria importante del nostro paese.


---


Le manifestazioni a carattere culturale, promosse dal Comitato e svoltesi a cura della Scuola, furono tante. Hai ragione tu: sarebbe il caso di riprendere in mano il faldone con tutti di documenti inerenti a quell'evento, il Centenario, e dar conto di tutto con altri particolari. Mi riprometto di farlo quanto prima.


Ricordo che l'idea di celebrare quella ricorrenza andando anche a riflettere un po' sulla nostro passato recente e remoto venne al parroco don Tilocca e subito sposata dalle istituzioni e dalle associazioni operanti sul territorio chiaramontese. Con grande successo di pubblico e soddisfazione di chi vi partecipò. Sia come spettatore che in veste di organizzatore. (c.p.)

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):