Home » La Tribuna » La Tribuna » I pini monumentali dei giardini sono stati abbattuti: e poi?

Immagini del paese

MVC-004F.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7715364

Notizie del giorno

 
I pini monumentali dei giardini sono stati abbattuti: e poi? PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Sabato 12 Gennaio 2019 18:52

La risistemazione dell’area interessata ai lavori tarda a venire – Né si sa come e quando saranno eseguite le opere necessarie, peraltro di entià modesta

di Carlo Patatu

E poi niente. Finora. Fatte le debite pulizie e recintata l’area di cantiere, nulla più.

Sono stati abbattuti in breve tempo i due pini storici residui dei giardini pubblici, in ottemperanza a una relazione tecnica che ne segnalava la pericolosità, stante il loro equilibrio precario. Anche per tacitare le immancabili voci di disaccordo, alcuni amministratori comunali hanno fornito, verbalmente, ampie assicurazioni circa la sollecita rimessa in pristino dell’area, che accoglieva anche il mini parco giochi.

Due mesi sono ormai trascorsi; ma tutto tace. Quell’area, ripulita dei materiali di risulta, si presenta malinconicamente transennata e con la scritta “Lavori in corso”. Si fa per dire, naturalmente. Il parco giochi, smontato e ammucchiato alla buona all’interno dell’aiuola posta a Nord del Monumento ai Caduti. Così pure durante le trascorse festività natalizie, con grande delusione dei bambini. Che, in quel periodo di vacanza scolastica, avrebbero potuto giocarci allegramente. Come d’uso.

In che modo verrà risistemato quello spazio? E, soprattutto, quando? Siamo in tanti a chiedercelo. Trattandosi di lavori di entità molto modesta, ero certo che agli stessi sarebbe stato dato l’avvio con la celerità dovuta. Mi piaceva credere che, ancor prima dell’abbattimento dei due alberi monumentali, chi di dovere avesse già in mente una soluzione adeguata, oltre che condivisa. Così non è stato, a quanto pare.

Posto che il parco giochi sarà rimesso là dov’era, e magari arricchito, l’area di cui trattiamo sarà nuovamente alberata oppure no? La pavimentazione sarà rifatta così com’era o in altro modo? Sono domande legittime che non manca di porsi ogni cittadino che ha a cuore la buona conservazione di quel fazzoletto di verde che molti c’invidiano.

Ecco perché vado a controllare sull’albo pretorio del Comune, quotidianamente ma invano, se ci sono novità al riguardo. Non ce ne sono, finora. E non so con chi prendermela: col Sindaco? Con l’Assessore competente? Col Consigliere delegato ai lavori pubblici? Col Tecnico comunale? Non so che pesci prendere. Fate un po' voi.

Ma continuo a non disperare. In previsione dell’arrivo della Primavera sono sicuro che tutto potrà accomodarsi. Resterà, tuttavia, il rammarico di avere perso tanto (troppo) tempo per la soluzione di un problema di complessità molto, molto esigua.

 

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):