Home » Cronache del passato » 1938: premi alle famiglie numerose

Immagini del paese

Castello 28.jpg

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7934561

Notizie del giorno

 
1938: premi alle famiglie numerose PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Mercoledì 16 Gennaio 2019 13:10

A Chiaramonti, Festa della Madre e del Fanciullo in era fascista

Brevemente, una datata cronaca di ottant'anni fa. Erano gli ultimi giorni del 1938 e nei locali del Fascio si festeggiava la 6a Giornata della Madre e del Fanciullo. Venne istituita nel 1933 come simbolismo in favore della maternità.

Il dott. Antonio Marcellino, a nome del Duce e di tutte le Organizzazioni fasciste del paese, tenne un applaudito discorso. Subito dopo, il Commissario Prefettizio, insegnante Pasquale Brau, e la Delegata del Fascio Femminile, maestra 
Vittorina Merella, distribuirono trenta premi consistenti in capi di vestiario per i bambini più bisognosi.

Inoltre, quattro premi di allevamento, di 50 lire ciascuno, ad altrettante mamme. Un premio speciale di lire 500 offerto al sig. Spanu Gavino fu Pietro, padre di 15 figli, di cui 12 viventi e... il 16°, forse, in viaggio.

Qualche settimana dopo, su disposizione del Duce, venne assegnato un premio speciale di 400 lire a un legionario per la nascita del figlio, mentre si trovava a far servizio fuori dall'Isola. Questa la motivazione: “come si vede, il Duce, non dimentica le famiglie dei suoi soldati che hanno partecipato alla creazione dell'Impero”.

E che impero!

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Gennaio 2019 13:17
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):