Home » Personaggi » Il chiaramontese Vincenzo Murgia, imprenditore di successo

Immagini del paese

Ch neve 2005.4.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 8210012

Notizie del giorno

 
Il chiaramontese Vincenzo Murgia, imprenditore di successo PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Lunedì 18 Febbraio 2019 20:02

Chiusa con risultati lusinghieri la 4a edizione di Saporum, l’annuale esposizione di prodotti alimentari, bevande e attrezzature per la ristorazione promossa a Sassari dal G.A.S.

di Carlo Patatu

Si è appena conclusa la quarta edizione di Saporum, esposizione di prodotti alimentari, bevande e non solo, che il Gruppo Alimentare Sardo (G.A.S.) organizza annualmente a Sassari nella propria sede, a Predda Niedda.

Decine e decine di stand mostravano prodotti tipici della tradizione isolana, del catering nazionale e internazionale, con l’invito pressante e cortese, fatto ai numerosi visitatori che affollavano i locali, ad assaggiare quanto faceva bella mostra di sé lungo il percorso espositivo. Gli ospiti, in verità, non stavano lì a farsi pregare: accettavano di buon grado la sollecitazione all’assaggio sia delle svariate bevande che dei salumi, prosciutti, formaggi e dolciumi di provenienza sarda, della Penisola e straniera.

Due giornate d’impegno intenso, ieri e oggi, nel corso delle quali a fare gli onori di casa erano i titolari dell’azienda, Vincenzo e Rita Murgia unitamente ai figli Giovannino, Manuel ed Eleonora, attorniati da una folta schiera di collaboratori, sempre attenti a far sì che gli invitati fossero serviti a dovere, trovassero ogni cosa al proprio posto. Com’è d’uso in azienda.

La nostra attenzione per questo evento discende dal fatto che l’ideatore e il realizzatore del G.A.S., Vincenzo Murgia, è di Chiaramonti. Qui si è fatto le ossa lavorando fin da ragazzo accanto al padre Giovannino. Qui ha mosso i primi passi sul terreno insidioso e sovente accidentato dell’imprenditoria. Qui ha fissato la prima sede di un’azienda che si occupava inizialmente della vendita all’ingrosso di formaggi, per allargare via via il listino delle offerte da presentare alla numerosa e qualificata clientela.

Ma la sede in un paese piccolo e decentrato stava stretta al giovane e volitivo imprenditore. Che, con un atto di fede e di coraggio, una ventina di anni fa decise di trasferirsi a Sassari e di ampliare ulteriormente il listino, che oggi comprende migliaia di referenze e offre alla clientela (market e negozi di alimentari, alberghi, ristoranti e via dicendo) quanto occorre per ben figurare con i rispettivi clienti, le cui esigenze si fanno di giorno in giorno più raffinate e puntuali. Prodotti alimentari e bevande di ottima qualità, attrezzature di vario genere per la ristorazione. Che vi può trovare di tutto: dalle pentole ai bicchieri, tovaglie e quant’altro occorre per far funzionale al meglio cucine e sale di ristoro.

A buon diritto, i nostri compaesani Murgia possono vantare un percorso prestigioso, fatto in un così breve lasso di tempo, e il conseguimento di ambiti traguardi.

Una settimana fa, La Nuova Sardegna ha pubblicato un corposo inserto dedicato alle prime mille aziende isolane elencate in ordine d’importanza per quanto attiene al fatturato, al numero dei dipendenti e ad altri parametri valutativi dello sviluppo conseguito nel tempo. In quelle pagine si tratta delle principali attività produttive della Sardegna, dei diversi settori economici e di alcune ricette per lo sviluppo futuro.

Ebbene, in quella graduatoria che mette in fila mille ditte[1], il G.A.S. s.p.a., costituito nel 2001, figura all’89° posto, con un fatturato che sfiora i 24 milioni di euro registrato nel 2017, 37 dipendenti e trend in crescita. In breve, davanti a loro stanno colossi come Saras, Air Italy, Eurallumina, tanto per fare qualche esempio. Ma, per quanto attiene al commercio all’ingrosso di prodotti alimentari e bevande, il Gruppo Alimentare Sardo figura al 1° posto.

Non c’è che dire!

Onore al merito, complimenti a Vincenzo, Rita, Giovannino, Manuel ed Eleonora. Noi ci rallegriamo e siamo fieri di loro. Ad maiora!



[1] V. La Nuova Sardegna, supplemento, 16.02.2019, pagg. 32-33.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Febbraio 2019 01:10
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):