Home » Limba Sarda » Sale Maria » S’isgramu ‘e su tempus

Immagini del paese

Chiaramonti panorama 8.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 9447644

Notizie del giorno

 
S’isgramu ‘e su tempus PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Lunedì 16 Novembre 2020 18:13

di Maria Sale

T

’han pintadu sos annos

totta trina e rujastra

in sa contonada nuda

e contas cun sos bentos

assentos de solidade.

Arrancos de ischertios mudos

bramosos de veridade.


Una pedra

islorumat sos passos medìdos

e una gianna iscarrìda

bi muilat subra,

bantzighende càncaros ruinzòsos,

mentres s’abratzan

sas teulas gobbosas,

iscrapiende in su muru,

sutta una nue andantàna.


B’est s’isgramu ‘e su tempus

chi limat, cunsumit e appianat

sas pedras nostras

illutzigadas.


Una raighina asprina

chinghet

e infiorat sa runda

bestendesi de vida

sighende cudd’isettu

de tramudaresi in rosa.


Traduzione a cura dell’autrice


L’urlo del tempo

Ti hanno dipinto gli anni

di grigio e di rossastro

sullo stipite nudo

e conti assieme al vento

appunti di solitudine,

sentori di giochi muti

bramosi di verità.


Una pietra

sgomitola passi segnati

ed una porta scarnita

vi mugghia sopra,

cullando cardini arrugginiti,

mentre s’abbracciano

le tegole aggobbiate,

scivolando sul muro

sotto una nube girovaga.


C’è l’urlo del tempo

che lima, consuma e livella

le nostre pietre

lucenti.


Una radice aspra

cinge ed avvolge il tetto,

si veste a nuova vita

stando fedele in attesa

del tramutarsi in rosa.


Cfr. MARIA SALE, Carignos de ‘entu, Edes, Sassari 2015, pagg. 118-119.

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Novembre 2020 21:01
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):