Home » La Tribuna » La Tribuna » Vaccinato!

Immagini del paese

ch13.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 9613030

Notizie del giorno

 
Vaccinato! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Mercoledì 17 Marzo 2021 14:12

L’intervento, rivolto agli ultraottantenni del Comune di Chiaramonti, ha avuto inizio con oltre due ore di ritardo per difficoltà dell’azienda sanitaria nell’approvvigionamento delle dosi

di Carlo Patatu

U

n’ora e mezza fa mi è stato praticato il vaccino anticovid. Al momento, tutto bene. Una puntura d’ago quasi impercettibile sul braccio sinistro e niente più. Appuntamento al 12 Aprile per il richiamo.

E un’atera cosa fatta, direbbe, mia madre, se fosse ancora fra noi.

Nella tarda serata di ieri, mi ha fatto visita una simpatica signora, volontaria del 118, per fornirmi un questionario da compilare e per dirmi che stamattina alle dieci e trenta mi sarei dovuto recare al centro sociale del Comune per assumere il vaccino Pfizer.

Ma oggi, di buonora, ho ricevuto un messaggio dal vice sindaco Luigi Pinna, il quale mi comunicava che la vaccinazione sarebbe stata rinviata a data da stabilire, stante la difficoltà di approvvigionamento delle previste dosi di vaccino programmate dall’ATS (Azienda Tutela Salute). Successivamente, con un'altra chiamata, mi si comunicava che, risolto il problema, l’operazione avrebbe avuto corso normalmente.

Morale della favola: invece che alle nove, le punture hanno avuto inizio abbondantemente dopo le undici. Il che ha provocato un po’ di confusione. Che il personale dell’azienda sanitaria, coadiuvato dai volontari del 118 locale e da alcuni amministratori comunali, è riuscito ugualmente a governare, sia pure con fatica.

Nell’attesa del mio turno, ho potuto constatare che ultraottantenni, in paese, siamo un bel gruppo (pare che il Comune ne abbia convocato addirittura 180). Tutti appesantiti, dai movimenti incerti e la vista corta, ma decisamente intenzionati ad andare avanti e fiduciosi nell’efficacia del vaccino. Il che, date le circostanze, non è cosa da poco. L’occasione mi ha consentito di rincontrare tante persone che non vedevo da tempo. È stata un po’ una rimpatriata.

Ora non resta che attendere, per valutare eventuali effetti collaterali che dovessero manifestarsi e per concludere l’operazione col richiamo. Fra ventisei giorni. Dopo Pasqua.

Facciamoci gli auguri.

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):