Home » La Tribuna » La Tribuna » Covid in Sardegna: in Ottobre contagi ancora in calo

Immagini del paese

Chiaramonti panorama 11.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 10183476

Notizie del giorno

 
Covid in Sardegna: in Ottobre contagi ancora in calo PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Domenica 31 Ottobre 2021 20:51

Grazie al vaccino e ai comportamenti  improntati alla prudenza, la Sardegna si colloca al primo posto in Italia per la bassa percentuale dei contagi e dei ricoveri, sia in reparti ordinari che in terapia intensiva

di Carlo Patatu

C

ontinua in Sardegna la fase calante della curva dei contagi da Covid-19 e varianti successive. Anche in Ottobre, nella nostra isola, si registrano al riguardo i dati più confortanti su base nazionale.

Frattanto la campagna vaccinale prosegue come da programma. Che prevede la somministrazione della terza dose al personale sanitario e alle persone fragili, compresi gli ultraottantenni.

Il mese di Ottobre che si è appena chiuso ha registrato i dati seguenti (tra parentesi i corrispettivi risultanti nel mese di Settembre):

· Nel complesso, sono stati processati 205.346 tamponi (193.277), con una media giornaliera di 6.624 Unità (6.443). Il numero più alto lo si è rilevato il giorno 20, e cioè 29.705.

· Sono stati accertati, nei 31 giorni dello scorso mese, 931 contagi (3.273 in Settembre) con una media giornaliera pari a 30 unità (109) e una punta massima di 77 il 1. Ottobre.

· La percentuale media mensile dei contagi sui tamponi processati è stata dello 0,62% (2,34%), con punte massime del 4% nei giorni 7 e 18 Ottobre.

· Infine, i decessi sono stati complessivamente 31 (62), con una media di 1 al giorno (2,34).

Detto ciò, nel prendere atto di questo risultato, che premia la disponibilità ampia dei sardi a farsi vaccinare e la nostra cautela nel mantenere le distanze e fare uso della mascherina, resta da dire che il virus, come sentiamo ripetere in tutte le ore del giorno e della notte, circola ancora. Non solo in Italia, ma in tutto il mondo.

Pertanto la prudenza continua a essere d’obbligo. Non siamo ancora usciti dal tunnel. Anche se, grazie soprattutto al vaccino, ci siamo ripresi tante libertà come quelle di operare in sicurezza nei posti di lavoro, frequentare la Scuola in presenza, andare a cinema e a teatro e frequentare ristoranti, agriturismo e pizzerie.

E non ditemi che è poco.

 

 

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):