Home » Limba Sarda » Sale Maria » M’hap’a frimmare

Immagini del paese

Castello 28.jpg

Statistiche

Tot. visite contenuti : 9981744

Notizie del giorno

 
M’hap’a frimmare PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Sabato 20 Novembre 2021 17:27

di Maria Sale

 

M’hap’a frimmare cuada,

chieta e muda

intro sa pija murina sinzada

mustrat carr’iscarrida a sol’e bentu,

ma inue coro appedradu bi tocchedat.

 

Tra arrodios de umbras

s’ han’a istrejire

sos appalpidos de timorias

ch’isfrijan e fuen.

 

S’ojada chibbera hat’a giomper

pro che ‘ider s’ater’oru ‘e sos montijos,

inue s’incaminada prosighit.

 

B’hat haer lughe de luna

giara,

cun sinnu imprateadu

a testimonzu.

 

Traduzione in italiano a cura dell’autrice

 

 

Mi fermerò

 

Rimarrò nascosta,

silenziosa e quieta

dentro la piega profonda e oscura

fenditura che l’anima segreta

mostra scarnita a sole e vento,

ma dove un cuore impietrito vi batte.

 

Col vagare di ombre

si allontaneranno

quei palpeggiare di timori

che sfiorano e fuggono.

 

Lo sguardo fiero giungerà lontano

per vedere oltre il limite dei colli,

là dove il cammino prosegue.

 

Vi sarà chiarore di luna

lucente

e traccia d’argento

che testimone rimanga.

 

 

Cfr. MARIA SALE, Carignos de ‘entu, Edes, Sassari 2015, pagg.  146-147.

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Novembre 2021 19:20
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):