Home » Limba Sarda » Coro "Tzaramonte" » Coro "Sos Apostulos" - presentazione

Immagini del paese

Chiaramonti 1899.jpg

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6063862

Notizie del giorno

 
Coro "Sos Apostulos" - presentazione PDF Stampa E-mail
Lunedì 06 Agosto 2007 13:32

Non ha ancora due anni di vita e si è già conquistato un posto dignitoso nell'universo variegato del canto corale in Sardegna. Il Coro degli Apostoli di Chiaramonti si era costituito nel 2005 con l'intento di solennizzare le funzioni religiose; così come avveniva in passato. Quando cioè i soci della confraternita di Santa Croce si facevano carico anche di esprimere i cantori che dovevano accompagnare i riti della settimana santa.


La recente ricostituzione della confraternita maschile, dopo decenni di silenzio, aveva suggerito ai confratelli d'impegnarsi anche nel canto corale. Il proponimento iniziale era, per l'appunto, quello di accompagnare le funzioni liturgiche più solenni e significative. E così i nostri cantori, una ventina all'incirca, si sono dati da fare e, dopo avere constatato che da soli non sarebbero andati molto lontano, hanno chiesto e ottenuto la collaborazione del maestro Salvatore Moraccini, trombone dell'orchestra sinfonica sassarese. Questi li ha impegnati, e li impegna ancora, in un duro apprendistato; che va avanti, come si diceva, da poco meno di due anni.


Un paio di volte la settimana, gli Apostoli si riuniscono nella chiesa del Rosario e, a dispetto del freddo invernale e della stanchezza accumulata durante la giornata lavorativa, vi si trattengono ore e ore per imparare, provare, ripetere. E poi ancora ripetere, imparare e provare. Il maestro Moraccini, con pazienza e metodo, li guida per i sentieri impervi del canto corale a più voci. Sono stati individuati anche i solisti, un paio di tenori e un baritono. Che già si fanno coraggio e, sia pure con qualche emozione, si esibiscono nei loro primi assoli e s'impegnano insieme agli altri per arricchire il repertorio. Che, accanto a pezzi classici del canto corale tradizionale sardo, ne schiera taluni di assoluta novità. Non mancando di privilegiare testi prodotti da poeti locali.

Con questo bagaglio, gli Apostoli hanno varcato la cinta daziaria di Chiaramonti per esibirsi in altri centri vicini e lontani. Accogliendo con qualche trepidazione i primi inviti, hanno cantato in numerosi paesi della nostra Provincia e non solo.

Gli apprezzamenti, che non hanno tardato ad arrivare da più parti, sono lo stimolo che li incoraggia a proseguire nel cammino impervio che essi hanno scelto di percorrere. Il maestro Moraccini fa il resto. In paese, la gente li segue con interesse e va ad ascoltarli con piacere. Eppure di tutto ciò non sembrano essersi accorti gli amministratori comunali. Che, finora, non li ha degnati di alcuna attenzione. Non ha disposto a loro favore nemmeno un intervento finanziario. Che, pur modesto, contribuirebbe ad alleggerire almeno le spese che i nostri coristi devono affrontare. Soprattutto quando ospitano formazioni di altri centri per offrirne, gratuitamente, le esibizioni alla comunità.

Con decisione adottata nell'autunno 2009, il coro ha cambiato nome: ora si chiama "Coro de Tzaramonte".

Le foto mostrano il coro ritratto durante un concerto tenuto al Castello dei Doria, in occasione della manifestazione "Ajò a Chiaramonti", organizzata a cura della Pro Loco, Giugno 2007

Clicca qui per vedere altre foto della nostra galleria

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Dicembre 2009 01:09
 
Commenti (1)
Partecipazione vostro coro alla Messa di Domodossola del 8-11-2009
1 Domenica 08 Novembre 2009 19:18
Caffone Franco Pierluigi

Ho partecipato con tanta emozione alla Santa Messa ed ascoltato il vostro canto. Già conoscevo alcuni di questi brani, non tutti, e gradirei conoscere i titoli del programma da voi eseguito. Sono innamorato della Sardegna e dei suoi canti; sono organista in una piccola parrocchia limitrofa a Domodossola e canto come basso in un coro polifonico della zona. Come organista ho promossa l'esecuzione dei "goccius" di Santu Roccu, pervenutici da Collinas, da parte della nostra piccola corale parrocchiale (che ora è fallita), in lingua sarda, pur non essendovi alcun componente di tale origine, ed è stata una grande emozione. Ancora tanti complimenti e grazie!
---
Non appena saranno rientrati i nostri coristi, non mancheremo di procurarci il programma dei brani eseguiti e i relativi testi, che ci premureremo di farle pervenire. Cogliamo l'occasione per ringraziarla degli apprezzamenti, a nome del coro "Sos Apostulos", certi d'interpretare i loro sentimenti. c.p.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):