Home » Archivio - Chiaramonti Notizie » Comune » Caro ICI: Chiaramonti primo in Anglona

Immagini del paese

Casa Satta 4.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 11090181

Notizie del giorno

 
Caro ICI: Chiaramonti primo in Anglona PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 34
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Giovedì 10 Gennaio 2008 17:47

A Chiaramonti l'ICI è la più cara in Anglona. L'aliquota è del 6 per mille per tutti gli immobili. Anche se adibiti ad abitazione principale. Il provvedimento, adottato nel 1993 dall’amministrazione capeggiata da Nando Diana, non ha più subito modifiche nel tempo, nonostante qualche velata promessa di ritoccare l’imposta al ribasso.

Da una rapida ricerca su internet ci risulta che siamo in cima alla classifica del caro-ICI in Anglona. L’IFEL (Istituto per la Finanza e l’Economia Locale) fornisce i dati che riportiamo e dai quali appare chiaro che i chiaramontesi si trovano in una condizione di “privilegio”. Un privilegio che, è il caso di dirlo, costa caro; e al quale, crediamo, essi rinuncerebbero volentieri.

Ecco le aliquote applicate nei comuni anglonesi e della Bassa Valle. Il primo dato si riferisce alle seconde case; il secondo agli immobili adibiti ad abitazione principale:

Bulzi: 5,00 – 5,00
Castelsardo: 7,00 – 4,00
Chiaramonti: 6,00 – 6,00
Erula: 5,00 – 5,00
Laerru: 5,00 – 4,80
Martis: 6,00 – 4,00
Nulvi: 5,50 – 5,50
Perfugas: 7,00 – 5,50
Santa Maria Coghinas: 7,00 – 5,00
Sedini: 4,00 – 4,00
Tergu: 5,50 – 4,00
Valledoria: 7,00 – 4,00
Viddalba: 6,00 – 5,00.

A Sassari, la prima casa paga il 5,50 per mille; le rimanenti il 6.
Ad Alghero il 4 per mille per la prima casa e il 6,5 per le altre.
Ad Arzachena (Costa Smeralda) il 4 per mille per la prima casa e il 5,40 per le restanti; ma con una detrazione generosa per l’abitazione principale. Che è, addirittura, di € 250,00. Da noi (ma anche per gli altri comuni anglonesi) la detrazione applicata è quella prevista dalla legge: € 103,29.
Non ci conforta sapere che paghiamo quanto i cittadini dell’arcipelago della Maddalena (6 per mille), dove invece si applica il 7 per mille alle seconde case.

C’è, fra coloro che a Chiaramonti siedono in consiglio comunale, qualcuno disposto a guadagnarsi la riconoscenza dei concittadini proponendo e facendo approvare una riduzione sensibile dell’aliquota prevista per la prima casa? Magari riducendola di un paio di punti per allinearla alle tariffe già in vigore a Martis, Tergu, Sedini, Castelsardo e Valledoria (queste ultime due sono pure località turistiche!). La strada da percorrere potrebbe essere più facile di quanto si crede. Sarebbe sufficiente che gli amministratori (sindaco in testa) rinunciassero... alle indennità di carica che percepiscono. Altri, in passato, lo hanno fatto. Come l'ha fatto qualche tempo fa, dando il buon esempio, il sindaco di un comune sardo di cui, al momento, ci sfugge il nome.

La foto: piazza Repubblica (già S'Istradone) vista dalla via Monte Grappa

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Marzo 2008 23:12
 
Commenti (1)
ICI... imposta indiretta!
1 Sabato 29 Marzo 2008 00:42
Enza
"NON C'è NULLA DI CERTO IN QUESTO MONDO, TRANNE LA MORTE E LE TASSE" (Benjamin Franklin, statista americano, 1706-1790)

Sull'edificio del Fisco a Washington:"LE TASSE SONO IL PREZZO CHE PAGHIAMO PER LA NOSTRA CIVILIZZAZIONE".

Se vogliamo, infatti, servizi pubblici sempre più efficienti e se, più in generale, desideriamo mantenere ed, anzi, aumentare la qualità della nostra vita, dobbiamo pagare le varie tasse e tariffe per fare in modo che lo Stato, direttamente o tramite i suoi Enti, possa garantirci tutto questo. Se i cittadini, ritengono che alcune tasse siano esagerato o ingiuste possono appellarsi ai loro rappresentanti politici, democraticamente eletti, affinchè esamininò il problema nelle sedi opportune e prendano decisioni in merito. Molto spesso, purtroppo, le preteste servono a mascherare gli egoismi e gli opportunsmi personali o, peggio ancora, queste lamentele sono diffuse o uttilizate strumentalmente da qualche parte politica che sta all'opposizione contro la parte politica che governa.

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento (è consentito l'uso di codice HTML):