Home » Limba Sarda » Coro "Tzaramonte"

Immagini del paese

IMG_2875.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 5765651

Notizie del giorno

 
Coro "Tzaramonte"
Concerto natalizio: Cantigos de coros PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 40
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Sabato 11 Dicembre 2010 18:48

Cantigos de coros”, il tradizionale concerto natalizio promosso e organizzato dal “Coro Tzaramonte” si terrà Sabato 18 Dicembre prossimo con inizio alle ore 19,00. In parrocchia, stante la mancanza di una sala adeguata per svolgervi attività culturali di un certo tipo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Dicembre 2010 22:11
Leggi tutto...
 
Su Coro de Tzaramonte in val d’Ossola PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 62
ScarsoOttimo 
Mercoledì 08 Dicembre 2010 14:04

Sardi del Verbano Cusio Ossola in unità di spirito e d’identità

di Roberto Tuveri

Weekend di ospitalità, d’incontro e di condivisione per i Sardi del Verbano Cusio Ossola gli scorsi Sabato 4 e Domenica 5 Dicembre 2010. Due giorni di festa che, organizzati dalla locale associazione "Costantino Nivola" in collaborazione con il Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe di Biella, hanno avuto come luogo-base Domodossola ed il vicino abitato di Premosello Chiovenda.

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Dicembre 2010 14:56
Leggi tutto...
 
Cantigos de Coros, concerto vocale natalizio PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 14
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Mercoledì 06 Gennaio 2010 22:43

Archiviata la quinta edizione di “Cantigos de Coros”, la tradizionale manifestazione natalizia promossa e organizzata dal “Coro de Tzaramonte”, presieduto da Vanni Manchia e diretto da Salvatore Moraccini. Alla riuscita dell’iniziativa, svoltasi sabato sera nella chiesa parrocchiale, hanno contribuito la Pro Loco, l’Ente Musicale di Ozieri, la Confraternita di Santa Croce e il Coro Parrocchiale femminile.

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Gennaio 2011 10:18
Leggi tutto...
 
Alla vigilia dell'Epifania, "Cantigos de coros" PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Domenica 03 Gennaio 2010 15:28

 

Via alla rassegna "Cantigos de coros".

La manifestazione, giunta alla 5a edizione, si terrà nella chiesa parrocchiale Martedì 5 Gennaio con inizio alle ore 19,30.

L'iniziativa è frutto di un progetto del "Coro de Tzaramonte", che si avvale della collaborazione della Pro Loco, dell'Ente Musicale di Ozieri, del Coro Parrocchiale e della Confraternita Santa Croce.

Ultimo aggiornamento Domenica 12 Dicembre 2010 14:36
Leggi tutto...
 
Non più “Sos Apostulos” ma “Coro de Tzaramonte” PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Venerdì 04 Dicembre 2009 01:01

 

Il coro polifonico "Sos Apostulos" cambia nome: ora si chiama "Coro de Tzaramonte". La nuova denominazione, operata per decisione unanime dei componenti, risponde meglio alle esigenze del gruppo e alle finalità che questo si propone di conseguire.

Un tocco di laicità che, senza nulla togliere al marchio di origine, tutto religioso, vuole marcare visivamente l’operato dei due sodalizi: la confraternita e il coro.

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Dicembre 2009 01:14
Leggi tutto...
 
Su perdonu PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 13
ScarsoOttimo 
Martedì 17 Novembre 2009 00:25

Attu de cuntrissione

 

Perdonu Deus meu.

Cunfesso: hapo peccadu

Cuntritu e umiliadu

pedo piedade.

Eterna bonidade,

Soberana demenzia,

A sa' ostra presenzia,

Sa culpa aburro.

Umile a sos pes curro,

Miseru peccatore,

Cun sinzeru dolore

Est pianghende.

Ca so inculpadu nende:

Meda bos'hapo offesu;

Lu tenzo a grande pesu,

O Deus meu.

De milli culpas reu,

Connosco chi hapo erradu

Et tantu maltratadu

A su Segnore,

Ca sezis Salvadore

Misericordiosu.

Mi dades amorosu

Un'isperanzia

Et tenzo cunfidanzia

Chi senza m'appartare

Mi dezis perdonare

Interamente.

Protesto in su presente

Lassare s'antig'usu

De non peccare piùsu

Eo proponzo.

A bostros pes mi ponzo,

De Deus unicu fizu,

Finas chi su desizu

Hapo a lobrare.

Isetto a mi perdonare

Che-a sa Madalena,

Mi meritat sa pena

Et mi preparo.

Indignu mi declaro

De ottenner su perdonu

Et bois Deus bonu

Già mi lu dades.

Grazias chi mi lu nades,

Poi fatta e cumprìda

Sa pena giusta et devìda

A su peccadu.

Dêt esser' riscattadu

Da-e ogni operazione,

Da-e ogni occasione

Hapo a fuìre.

Devo sempre sighìre

In su caminu onu,

Chircare su perdonu

Et de continu.

Jesus fizu divinu,

So rutu, m'assistìde,

Dade sa manu, 'enide

A mi nde pesare.

Su samben' diat bastare

Chi azis derramadu,

Chi pro me azis dadu

In d'una Rughe.

Siedas, Maria, lughe

Piena de potenzia,

A sa 'ostra presenzia

A m'assistìre.

Pro chi 'enza ad bos godìre

Cun anghelos et santos,

Cun cantos regnant cantos in sa gloria.

Amen

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Novembre 2009 00:27
 
Babbu nostru PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 
Martedì 17 Novembre 2009 00:20

O babbu soberanu,

Ch'in sos chelos istades

E sempre nos mirades

Chin amore.

O supremu Sennore,

Su nomen bostru santu

Siat esaltadu tantu

In chelu e in terra.

Semus sempre in guerra,

Benzat su regnu 'ostru,

Chi est puru regnu nostru

'E santidade.

Sa 'ostra voluntade

Fachimus dolcemente

In sa terra, comente

Est fatta in chelu.

Como cun tantu zelu

Su pane cada die

Dimandamus a chie

Est Babbu 'onu.

Nois damus perdonu

A sos nemigos nostros,

Bois sos peccados nostros

Perdonade.

Tenidende piedade

De sos fizos tentados;

Contìnuos insidiados

Nos sentimus.

Da-e su male pedimus

De esser liberados,

E in su chelu jamados

A sa gloria.

Amen.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Novembre 2009 00:21
 
Deus ti salvet Maria PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Martedì 17 Novembre 2009 00:18

Deus ti salvet, Maria, chi ses de grascias piena;

De grascias ses sa vena et sa corrente.

Su Deus onnipotente cun tegus est istadu,

Pro chi t'hat preservadu immaculada.

Beneita et laudada, subra 'e totu gloriosa,

Mama, fiza e isposa de su Segnore.

Beneitu su fiore chi est frutu de su sinu,

Gesus, fiore divinu, Segnore nostru.

Pregade a fizu ‘ostru pro nois pecadores,

Chi totu sos errores nos perdonet.

Et sa grascia nos donet in vida et in sa morte

Et sa diciosa sorte in paradisu.

Amen

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Novembre 2009 00:18
 
O Babbu 'e ogni vida PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Martedì 17 Novembre 2009 00:14

Peraulas e musica de Giommaria Dettori

 

O Babbu 'e ogni vida, fundamentu e corona,

Regnes in d'ogni zona che-in su Chelu.

Cun filiale zelu d'ogni omine ti servet

Et s'imprenta cunservet intro su coro.

Su pane, ch'est tesoro, nos donas dogni die,

Hervas et gasie nutris et amas.

D'amore sas fîamas nos mustres in perdonu.

Pro chi, cun coro 'onu, amore dèmus.

Su tentatore inchemus de sa vida in sa rughe,

Donanos bolos lughes sas soberanas.

Sas fantasias vanas istuda, semus fizos;

Et cumpri sos disizos d'eternidade.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Novembre 2009 00:15
 
Su santu PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 
Martedì 17 Novembre 2009 00:11

Santu est su Segnore. Santu

Su Deus de su chelu et de sa terra.

Sos anghelos cantan' a sa gloria:

Osanna in sos altos chelos.

Cantan sos anghelos: gloria a su Segnore.

Santu est su chi 'enidi chin sa manu 'e Deus.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Novembre 2009 00:12
 
A s'altare PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Martedì 17 Novembre 2009 00:08

Peraulas de Caralu Moretti, musica de Sevadore Moraccini

 

Como aprontamus cust'altare

cun sos donos ch' hapo pro t'offrire

pane su Pastore hada 'innalzare

gai su Misteru non podet finire.

 

Su pane in Cristos est mudadu

Su 'inu est su momentu 'e trasformare,

sos peccados nostros hat perdonadu

altzende su calighe a elevare.

 

Poveros sos donos chi t'offrimus

fruttos de sa terra tribagliàda

s'importante est chi lu creimus

sa vida Tua pro tottu a nois donàda.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Novembre 2009 00:10
 
S'aneddu PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 44
ScarsoOttimo 
Martedì 17 Novembre 2009 00:04

Peraulas et musica de Sevadore Nuvoli


Oe est sa die pius bella

Ca su Segnore nos hat mutìdu,

Paris in sa capella

Pro su cumpridu ch’hamus pedìdu.


No hat ateru disizu

Sa mama ch’hat pregadu

Sos benes pro su fizu

Cando in sas mentes nos hat sinnadu.


Si solos nos cherimus

In dun’ateru chelu,

No est ch’immentigamus

Sas prendas bonas, bellas che anghèlu.


Ma cun amore santu

Nois semus pro chircare,

Pienos de ogni bantu

Ateras vidas de semenare.


Riccas de godimentos

Comente a nois hat onoradu,

Sos bonos sentimentos

Chi mama e babbu nos hana dadu.


Ite bella sa manu

Como chi jughet s’aneddu ‘e oro.

Des ch’est soberanu

Hat nadu a istimare custu tesoro.


Intro ‘e su coro meu

A lu bramare forte,

chirchendeli recreu

già in sa ‘ona e in sa mala sorte.


Cando si calat die

M’agoglit su confortu

D’essere accurzu a chie

Da-e custu affettu mai siat isortu.


Toccat s’Ave Maria,

Sa gloria ‘ su Segnore;

No est inogh ebbia

Ch’amus s’aggiudu de su pastore.


Ne cun sa domo ‘e oro

E sos disizos de ogni cosa,

Ma pagu e cun decoro

Cun sa salude e s’aneddu ‘e isposa.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Novembre 2009 00:07
 
« InizioPrec.12Succ.Fine »

Pagina 1 di 2