Home » Limba Sarda

Immagini del paese

campanile1.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 6869300

Notizie del giorno

 
Limba e cultura sarde
Franco Sechi, note biografiche PDF Stampa E-mail
Scritto da Carlo Patatu   
Domenica 13 Aprile 2008 18:02

Franco Sechi, chiaramontese doc, è originario di un'altra isola, essendo nato in Corsica, dove i suoi genitori erano emigrati negli anni Sessanta in cerca di fortuna. Ma la nostalgia per la Sardegna aveva fatto premio sulle pur favorevoli condizioni di lavoro che essi avevano trovato in terra di Francia. Ecco perché Franco, corso per nascita, vive interamente a Chiaramonti gli anni dell'infanzia e della propria formazione.

Ultimo aggiornamento Domenica 26 Dicembre 2010 20:09
Leggi tutto...
 
Renzo Brozzu: Adiu, 'idda mia PDF Stampa E-mail
Domenica 06 Aprile 2008 16:45

Pubblichiamo un'altra poesia di Renzo Brozzu, emigrato appena diciassettenne in Belgio, dove ha lavorato in una miniera di carbone per poco meno di dieci anni. Ammalatosi di silicosi è stato collocato a riposo a soli 25 anni. Con questi versi dà sfogo a un sentimento profondo che non lo ha mai abbandonato: la nostalgia per il paese natio. Tant'è che, appena ne ha avuto la possibilità, ha messo su casa qui ed è tornato a vivere a Chiaramonti, dov'è scomparso nel 2000. A 66 anni.

------

Ti lasso, 'idda mia...
mi nd'istrazzo su coro
e ti lu lasso in prenda
e in pettorras bi ponzo
unu bicculu de s'aera tua,
pro chi mi rian sos ojos
in dies de tristura.

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Maggio 2009 16:26
Leggi tutto...
 
Giovanni Soro: Orgosolo PDF Stampa E-mail
Venerdì 28 Marzo 2008 00:36

Per questa poesia in sardo logudorese-barbaricino, a Giovanni Soro è stata assegnata la menzione d'onore al X Premio Città di Ozieri - 1965. Cliccando sul trangolino nero dell'icona qui sotto, è possibile ascoltare la poesia recitata dall'autore.

{mgmediabot2}path=images/stories/media/sorogiovanni/sorogiovanni-orgosolo_small.mp3|type=mp3|buffer=8|displayheight=0|autoplay=false|width=250|height=18{/mgmediabot2}

 

Cun antiga 'oghe
de piantu, Orgosolo, pregas:
"Signore de s'àghera
frisca,
dannos sa pache,
s'amore bramau".

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Luglio 2008 10:52
Leggi tutto...
 
Salvatore Patatu: Sa poesia non est ne trota e ne zerrette PDF Stampa E-mail
Sabato 15 Marzo 2008 17:55

Tiu Cischeddu 'endiat pische e aiat sa mania de sa poesia. In bidda non lu paraiat nisciunu. Non b'aiat remèdiu de lu ponner a terra. Appena ti attrivisti a narrer una peràula, issu ti l'accoppiaiat prontu che sorigarzu. E non li podisti dare sa risposta, ca, innanti de ti la pensare e de aberrer bucca, ti nd'iscudiat a barras àtteras tres o battor chi ti che drommiant. 

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Giugno 2008 21:58
Leggi tutto...
 
Bainzu Truddaju: Disamistade - 2a e ultima parte PDF Stampa E-mail

Partidu Chiccu, in Barrastone discutini animadamente sa situazione. Marianzela no cheriat torrare insegus sa prommissa fatta a Nigola; fît bellu giovanu, forte, coraggiosu e li piaghiat meda; ma tottu sos suos si sunu appostos energicamente, l'isvoltana e li faghen leare a Chiccu, ca custu teniat tancas meda assoliende, cun d'unu 'acchile mannu de 'accas e teraccos e giuarzos in abbundanzia.

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Agosto 2011 12:50
Leggi tutto...
 
Bainzu Truddaju: Disamistade - 1a parte PDF Stampa E-mail
Mercoledì 05 Marzo 2008 16:21

In su milli e ottighentos ottantabattoro, cando pariat chi Su Sassu de Zaramonte fît già in meritadu arresettu, poi de tantu triulu causadu da-e sa delinquenzia de sos bandidos locales e furisteris, un’atteru malannu improvvisu, che lampu faladu a chelu serenu, hat postu in perigulu mannu de vida tres onestas familias des pastores, ispraminadas in atteros e tantos istazzos de su territoriu de cussa 'idda.

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Agosto 2011 12:48
Leggi tutto...
 
Giuanne Seu: gara poetica in su treatu de Roma PDF Stampa E-mail
Sabato 01 Marzo 2008 00:20

di Salvatore Patatu

Una die tiu Giuanne Seu est andadu cun Peppe Sotgiu a cantare a Roma a su Teatro Tenda, accurtzu a sa Zecca di Stato, inue frabbicaian su 'inari. Sa gara duraiat duas dies e l'aiat organizada unu marisciallu in pintzione, chi si naraiat Antoni Pisu e fit campidanesu.

Leggi tutto...
 
Giovanni Soro, poeta, cantore e contadino PDF Stampa E-mail
Scritto da Carlo Patatu   
Venerdì 15 Febbraio 2008 14:43
Nasce nel 1942 a Chiaramonti e qui vive. I primi versi li compone fin da adolescente. Gli piace “poetare”, cimentandosi talvolta col padre, che si diletta a improvvisare ottave in sardo, in occasione di “tusorzos” e “porchinados”.
Ultimo aggiornamento Sabato 24 Maggio 2008 19:36
Leggi tutto...
 
Giovanni Soro: Notte incantada PDF Stampa E-mail
Venerdì 15 Febbraio 2008 14:00

Sonat solitariu, istanotte,
un organittu in sa cantonata;
notas de amore ismentigadu,
torrana in su coro meu in pena.
In s'altu chelu, sa luna serena
est torrada a risplender ista notte.

Ultimo aggiornamento Sabato 24 Maggio 2008 19:36
Leggi tutto...
 
Tore Patatu: a un'ispuntinu cun Giuanne Seu PDF Stampa E-mail
Giovedì 14 Febbraio 2008 04:56

Tore Patatu at iscrittu:

Deo cun tiu Giuanne Seu apo àpidu sempre un'amistade manna; e rara fit sa chida chi non nos bidiaimus. Mi cunsideraiat e mi cheriat bene, siat ca fia amante de sa poesia e de su càntigu a chiterra, siat pro sas bideas pulìticas chi aimus tottos duos in cumone. E, ogni tantu, cantaimus umpare in poesia. Si fimus solos, mi aggiuaiat e mi cunsizaiat; si b'aiat àttere, o cantende o aiscultende, mi attaccaiat malamente e mi nde naraiat de ogni colore, sempre, però, cun ironia manna e cun mannu rispettu: si la leaiat cun su patatu, deo mi la leaio cun s'ozu seu e gai nos appentaimus.

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Marzo 2008 23:27
Leggi tutto...
 
Lucio Cossu: Terra mia PDF Stampa E-mail
Domenica 10 Febbraio 2008 23:51

Questa poesia, che Lucio Cossu ha dedicato alla sua e nostra terra, la Sardegna, ha ottenuto una segnalazione al 5. by Deal Top" style="border: none !important; display: inline-block !important; text-indent: 0px !important; float: none !important; font-weight: bold !important; height: auto !important; margin: 0px !important; min-height: 0px !important; min-width: 0px !important; padding: 0px !important; text-transform: uppercase !important; text-decoration: underline !important; vertical-align: baseline !important; width: auto !important; background: transparent !important;">Premio Città di Ozieri nel 1960. Cliccando sul trangolino nero dell'icona qui sotto, è possibile ascoltare la poesia recitata dall'autore.

{mgmediabot2}path=images/stories/media/cossulucio/cossulucio-terramia_small.mp3|type=mp3|buffer=8|displayheight=0|autoplay=false|width=250|height=18{/mgmediabot2}

De sa forte Barbagia in sos alzios
paret piantu, avreschende, ogni lentore;
paren lagrimas veras sos buttios
chi rùen murmuttendhe da 'ogni fiore.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Giugno 2018 13:06
Leggi tutto...
 
Giuanne Seu: Risposta a Mario Masala e Antoni Piredda PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Gennaio 2008 18:47

de Sevadore Patatu

Fit cantende cun Antoni Piredda e Mario Masala in Thiesi e custos duos leaian in giru a Giuanne Seu chi Zaramonte fit una 'idda de pagu preju, ue b'aiat solu pastoratzos ignorantes, chi no ischian andare mancu a caddu, ca fin abetuados a andare a caddu a s'àinu. Non bi coltivaian nudda e bi produian solu casu fràzigu. E, sigomente sos zaramontesos no ischian andare a caddu, l'ana nadu: "...ista attentu chi istanotte ti ndi 'ettamus da-e caddu".

Ultimo aggiornamento Sabato 07 Settembre 2013 11:19
Leggi tutto...
 
« InizioPrec.515253545556575859Succ.Fine »

Pagina 57 di 59