Home » Limba Sarda

Immagini del paese

Castello 44.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 7569057

Notizie del giorno

 
Limba e cultura sarde
Renzo Brozzu: Adiu, 'idda mia PDF Stampa E-mail
Domenica 06 Aprile 2008 16:45

Pubblichiamo un'altra poesia di Renzo Brozzu, emigrato appena diciassettenne in Belgio, dove ha lavorato in una miniera di carbone per poco meno di dieci anni. Ammalatosi di silicosi è stato collocato a riposo a soli 25 anni. Con questi versi dà sfogo a un sentimento profondo che non lo ha mai abbandonato: la nostalgia per il paese natio. Tant'è che, appena ne ha avuto la possibilità, ha messo su casa qui ed è tornato a vivere a Chiaramonti, dov'è scomparso nel 2000. A 66 anni.

------

Ti lasso, 'idda mia...
mi nd'istrazzo su coro
e ti lu lasso in prenda
e in pettorras bi ponzo
unu bicculu de s'aera tua,
pro chi mi rian sos ojos
in dies de tristura.

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Maggio 2009 16:26
Leggi tutto...
 
Giovanni Soro: Orgosolo PDF Stampa E-mail
Venerdì 28 Marzo 2008 00:36

Per questa poesia in sardo logudorese-barbaricino, a Giovanni Soro è stata assegnata la menzione d'onore al X Premio Città di Ozieri - 1965. Cliccando sul trangolino nero dell'icona qui sotto, è possibile ascoltare la poesia recitata dall'autore.

{mgmediabot2}path=images/stories/media/sorogiovanni/sorogiovanni-orgosolo_small.mp3|type=mp3|buffer=8|displayheight=0|autoplay=false|width=250|height=18{/mgmediabot2}

 

Cun antiga 'oghe
de piantu, Orgosolo, pregas:
"Signore de s'àghera
frisca,
dannos sa pache,
s'amore bramau".

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Luglio 2008 10:52
Leggi tutto...
 
Salvatore Patatu: Sa poesia non est ne trota e ne zerrette PDF Stampa E-mail
Sabato 15 Marzo 2008 17:55

Tiu Cischeddu 'endiat pische e aiat sa mania de sa poesia. In bidda non lu paraiat nisciunu. Non b'aiat remèdiu de lu ponner a terra. Appena ti attrivisti a narrer una peràula, issu ti l'accoppiaiat prontu che sorigarzu. E non li podisti dare sa risposta, ca, innanti de ti la pensare e de aberrer bucca, ti nd'iscudiat a barras àtteras tres o battor chi ti che drommiant. 

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Giugno 2008 21:58
Leggi tutto...
 
Bainzu Truddaju: Disamistade - 2a e ultima parte PDF Stampa E-mail

Partidu Chiccu, in Barrastone discutini animadamente sa situazione. Marianzela no cheriat torrare insegus sa prommissa fatta a Nigola; fît bellu giovanu, forte, coraggiosu e li piaghiat meda; ma tottu sos suos si sunu appostos energicamente, l'isvoltana e li faghen leare a Chiccu, ca custu teniat tancas meda assoliende, cun d'unu 'acchile mannu de 'accas e teraccos e giuarzos in abbundanzia.

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Agosto 2011 12:50
Leggi tutto...
 
Bainzu Truddaju: Disamistade - 1a parte PDF Stampa E-mail
Mercoledì 05 Marzo 2008 16:21

In su milli e ottighentos ottantabattoro, cando pariat chi Su Sassu de Zaramonte fît già in meritadu arresettu, poi de tantu triulu causadu da-e sa delinquenzia de sos bandidos locales e furisteris, un’atteru malannu improvvisu, che lampu faladu a chelu serenu, hat postu in perigulu mannu de vida tres onestas familias des pastores, ispraminadas in atteros e tantos istazzos de su territoriu de cussa 'idda.

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Agosto 2011 12:48
Leggi tutto...
 
Giuanne Seu: gara poetica in su treatu de Roma PDF Stampa E-mail
Sabato 01 Marzo 2008 00:20

di Salvatore Patatu

Una die tiu Giuanne Seu est andadu cun Peppe Sotgiu a cantare a Roma a su Teatro Tenda, accurtzu a sa Zecca di Stato, inue frabbicaian su 'inari. Sa gara duraiat duas dies e l'aiat organizada unu marisciallu in pintzione, chi si naraiat Antoni Pisu e fit campidanesu.

Leggi tutto...
 
Giovanni Soro, poeta, cantore e contadino PDF Stampa E-mail
Scritto da Carlo Patatu   
Venerdì 15 Febbraio 2008 14:43
Nasce nel 1942 a Chiaramonti e qui vive. I primi versi li compone fin da adolescente. Gli piace “poetare”, cimentandosi talvolta col padre, che si diletta a improvvisare ottave in sardo, in occasione di “tusorzos” e “porchinados”.
Ultimo aggiornamento Sabato 24 Maggio 2008 19:36
Leggi tutto...
 
Giovanni Soro: Notte incantada PDF Stampa E-mail
Venerdì 15 Febbraio 2008 14:00

Sonat solitariu, istanotte,
un organittu in sa cantonata;
notas de amore ismentigadu,
torrana in su coro meu in pena.
In s'altu chelu, sa luna serena
est torrada a risplender ista notte.

Ultimo aggiornamento Sabato 24 Maggio 2008 19:36
Leggi tutto...
 
Tore Patatu: a un'ispuntinu cun Giuanne Seu PDF Stampa E-mail
Giovedì 14 Febbraio 2008 04:56

Tore Patatu at iscrittu:

Deo cun tiu Giuanne Seu apo àpidu sempre un'amistade manna; e rara fit sa chida chi non nos bidiaimus. Mi cunsideraiat e mi cheriat bene, siat ca fia amante de sa poesia e de su càntigu a chiterra, siat pro sas bideas pulìticas chi aimus tottos duos in cumone. E, ogni tantu, cantaimus umpare in poesia. Si fimus solos, mi aggiuaiat e mi cunsizaiat; si b'aiat àttere, o cantende o aiscultende, mi attaccaiat malamente e mi nde naraiat de ogni colore, sempre, però, cun ironia manna e cun mannu rispettu: si la leaiat cun su patatu, deo mi la leaio cun s'ozu seu e gai nos appentaimus.

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Marzo 2008 23:27
Leggi tutto...
 
Lucio Cossu: Terra mia PDF Stampa E-mail
Domenica 10 Febbraio 2008 23:51

Questa poesia, che Lucio Cossu ha dedicato alla sua e nostra terra, la Sardegna, ha ottenuto una segnalazione al 5. by Deal Top" style="border: none !important; display: inline-block !important; text-indent: 0px !important; float: none !important; font-weight: bold !important; height: auto !important; margin: 0px !important; min-height: 0px !important; min-width: 0px !important; padding: 0px !important; text-transform: uppercase !important; text-decoration: underline !important; vertical-align: baseline !important; width: auto !important; background: transparent !important;">Premio Città di Ozieri nel 1960. Cliccando sul trangolino nero dell'icona qui sotto, è possibile ascoltare la poesia recitata dall'autore.

{mgmediabot2}path=images/stories/media/cossulucio/cossulucio-terramia_small.mp3|type=mp3|buffer=8|displayheight=0|autoplay=false|width=250|height=18{/mgmediabot2}

De sa forte Barbagia in sos alzios
paret piantu, avreschende, ogni lentore;
paren lagrimas veras sos buttios
chi rùen murmuttendhe da 'ogni fiore.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Giugno 2018 13:06
Leggi tutto...
 
Giuanne Seu: Risposta a Mario Masala e Antoni Piredda PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Gennaio 2008 18:47

de Sevadore Patatu

Fit cantende cun Antoni Piredda e Mario Masala in Thiesi e custos duos leaian in giru a Giuanne Seu chi Zaramonte fit una 'idda de pagu preju, ue b'aiat solu pastoratzos ignorantes, chi no ischian andare mancu a caddu, ca fin abetuados a andare a caddu a s'àinu. Non bi coltivaian nudda e bi produian solu casu fràzigu. E, sigomente sos zaramontesos no ischian andare a caddu, l'ana nadu: "...ista attentu chi istanotte ti ndi 'ettamus da-e caddu".

Ultimo aggiornamento Lunedì 15 Ottobre 2018 00:23
Leggi tutto...
 
Bainzu Truddaju: Su rellozu de Babbu PDF Stampa E-mail
Domenica 20 Gennaio 2008 16:22

Ancora ses fattende ticchi-tacca,
istimadu rellozu ‘e babbu meu,
sempre prezisu caminende arreu
che cando issu t’haiat in busciacca.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Febbraio 2009 15:22
Leggi tutto...
 
« InizioPrec.51525354555657585960Succ.Fine »

Pagina 59 di 61