Home » Famiglia Patatu

Immagini del paese

Castello 4.JPG

Statistiche

Tot. visite contenuti : 4832695

Notizie del giorno

 
Carlo e Tonina
In trenino intorno all’Etna PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 13
ScarsoOttimo 
Mercoledì 23 Luglio 2014 18:09

Un viaggio d’altri tempi. Campagne assolate e aride si succedono a colate laviche, per lasciare poi il posto a una vegetazione rigogliosa, quasi un paradiso in terra

di Carlo Patatu

 

Il trenino della Circumetnea parte da Catania-Borgo e, tenendo costantemente “A Muntagna” sulla destra, vi s’inerpica per i costoni. Con una serie infinita di curve e controcurve, le gira intorno per 110 chilometri. Ridiscende a mare dalla parte opposta e conclude il viaggio a Riposto. Dopo tre ore.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Luglio 2014 18:42
Leggi tutto...
 
Bologna la Dotta, la Grassa, la Rossa PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Giovedì 24 Aprile 2014 16:24

di Carlo Patatu

 

Di certo, Bologna è sempre la Dotta. Rossa lo è un po’ meno. Grassa... beh!, un tantino di dieta l’ha fatta; ma, crisi o non crisi, diciamo che grassa lo è ancora. Ne fa fede il ben di Dio che, per pochi euro, ti mettono sotto il naso in ristoranti e trattorie.

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Aprile 2014 12:19
Leggi tutto...
 
Le frittelle di mele PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Domenica 02 Marzo 2014 15:03

Tempo di Carnevale, tempo di frittelle.

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Marzo 2014 17:29
Leggi tutto...
 
Quel che resta di Ciano PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 15
ScarsoOttimo 
Domenica 25 Agosto 2013 16:00

di Carlo Patatu

Quando il Maestrale rinfresca e la navigazione verso le isole di Nord-Ovest (Spargi, Budelli, Santa Maria e Razzoli) mi si presenta problematica, di solito volgo la barra del timone della mia “Calipso” verso la costa meridionale di Santo Stefano. Per cercare rifugio a Villamarina.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Agosto 2013 20:33
Leggi tutto...
 
A spasso per paesi Etnei PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Patatu   
Lunedì 25 Giugno 2012 20:25

Avete mai visitato qualcuno dei comuni etnei? Se no, fatelo. Appena potete. Per quanto mi riguarda, rimpiango di averlo fatto tardi. E cioè appena qualche anno addietro.

Ultimo aggiornamento Martedì 26 Giugno 2012 10:55
Leggi tutto...
 
Vedi Napoli e poi muori… PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 
Giovedì 24 Maggio 2012 14:01

Una città sempre splendida ma sempre caotica, accogliente, ricca di fascino e… (sorpresa!) pulita
di Carlo Patatu

Non tornavo a Napoli da troppi anni, ormai. Una ventina, credo. Ed ecco che l’emozione mi assale già quando ne scorgo il reticolo di vicoli e strade mentre, nel pomeriggio di Domenica scorsa, l’aereo si accinge ad atterrare a Capodichino.

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Giugno 2012 13:00
Leggi tutto...
 
L'Olimpo? È a Monteleone Rocca Doria PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 25
ScarsoOttimo 
Martedì 18 Ottobre 2011 00:03

Ho vissuto una giornata speciale in un paese magico lillipuziano

di Carlo Patatu

Fra le cose di cui ho da vergognarmi, una la posso raccontare. Sia pure con una punta di rossore sul viso. Fino a qualche giorno fa, non avevo mai messo piede a Monteleone Rocca Doria. Non avevo mai visto, nemmeno da lontano, quel paesetto appollaiato su uno splendido acrocoro.

Ultimo aggiornamento Martedì 18 Ottobre 2011 20:23
Leggi tutto...
 
Fantasticando tra i forti dell’Arcipelago PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 17
ScarsoOttimo 
Giovedì 15 Settembre 2011 22:33

di Carlo Patatu

Rientrato a Catania Vladimiro con moglie e figli, mi ritrovo senza equipaggio. La mia formazione contadina non incoraggia a prendere il largo, con Calipso, in solitario. Governare il timone e, a un tempo, manovrare cime, scotte, drizze, amantiglio, vang e winch (per tacere di ancora e mezzo marinaio) è cosa che non mi riesce di fare bene. In sicurezza, intendo dire.

Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Settembre 2011 23:23
Leggi tutto...
 
Lettera da Catania e dintorni PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 65
ScarsoOttimo 
Giovedì 02 Dicembre 2010 15:05

di Carlo Patatu

Vi giungo in una tarda mattinata uggiosa. In autostrada da Palermo. Catania mi saluta con un sole pallido, sovrastata, come sempre, dal massiccio maestoso ed elegante dell'Etna. 'A Muntagna pare imbronciata, con due fumarole che contendono il candore alla neve che ne ricopre la vetta tronco-conica.

Ultimo aggiornamento Sabato 18 Giugno 2011 00:08
Leggi tutto...
 
Lettera da Palermo PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 64
ScarsoOttimo 
Venerdì 26 Novembre 2010 16:54

di Carlo Patatu


Torno a Palermo dopo otto anni. La trovo meno sporca, meno disordinata. Sempre tumultuosa, raffinata, contraddittoria, vivace, affascinante. Mi seduce. In men che non si dica, mi rinnamoro di lei. Nonostante le molte rughe che le deturpano parti significative del volto, facendola apparire sovente invecchiata. Specie nei quartieri del centro storico, solcati da vicoli tortuosi, invitanti ma non frequentabili. Per motivi che ritiene inutile spiegare, mi dice un giovane vigile urbano.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Dicembre 2010 14:09
Leggi tutto...
 
Lettera da Catania PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 20
ScarsoOttimo 
Martedì 25 Maggio 2010 16:16

di Carlo Patatu

 

La città, in particolare il centro storico, è di una bellezza struggente.

Catania è tanto bella quanto trascurata da chi, invece, avrebbe il dovere di rispettarne le specificità e conservarne intatti i tesori. Che, soprattutto a cielo aperto, sono una moltitudine.

Ultimo aggiornamento Sabato 18 Giugno 2011 00:09
Leggi tutto...
 
Sas frisciolas a imbudu PDF Stampa E-mail
Scritto da Carlo Patatu   
Sabato 13 Febbraio 2010 18:57

"Sas frisciolas", da noi, sono il dolce tipico del Carnevale. Un Carnevale senza "frisciolas" è come ballare senza musica. Non dà piacere. Ecco un'altra ricetta di Tonina. Facile da eseguire. Con successo e poca spesa.

Ingredienti:

§ 1 Kg di farina sarda (semolato rimacinato)

§ 1 pizzico di sale

§ 1 panetto scarso di lievito di birra preventivamente sciolto in mezzo bicchiere di acqua tiepida

§ la buccia grattugiata di due o tre arance (dipende dal gusto) e di due limoni

§ 2 uova (bianco e tuorlo)

§ 1/4 di litro di latte tiepido

§ 1/4 di litro di anice o altro liquore (la scelta è a piacere)

aggiungere acqua tiepida quanto basta per ammorbidire l'impasto.

Esecuzione:

Impastare il tutto e lavorare con le fruste elettriche (ma anche a mano, se si vuole) per una decina di minuti.

La lievitazione sarà pressoché istantanea ed è segnalata dalla comparsa di bolle sull’impasto. Che è così pronto per la cottura.

Versare nel tegame, in abbondanza, olio di arachide o di girasole e portarlo all’ebollizione. Per prova, friggervi prima un tozzo di pane.

Mettere in un imbuto (anche di plastica) un po’ d’impasto e lasciarlo cadere lentamente nell’olio bollente attraverso il collo dell’imbuto, operando in modo che “sa frisciola” prenda la forma di spirale. Girare e rigirare, coi manici dei mestoli di legno,  "sa frisciola" non appena avrà assunto un colore ambrato nel fondo. Quando il colore ambrato avrà colorato l'intera spirale, "sa frisciola" va ripescata e poggiata su un panno assorbente.

Servire a tavola “sas frisiolas” ancora calde. Le si gusta meglio se fatte, fritte e mangiate. Non prima di averle strofinate su un piattino contenente un fondo di zucchero in cristalli. Quello che usiamo per il caffé.

La lavorazione non richiede più di un’ora per produrre quasi due chili di frittelle gustose. Vi leccherete le dita. Garantito.

 

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Marzo 2014 13:57
 
« InizioPrec.12Succ.Fine »

Pagina 1 di 2